Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 30 Maggio 2010
SCANDALO DI PIETRO. PARLA ZAMPOLINI: L'EX EROE DI MANI PULITE HA PREMUTO SU BALDUCCI PER AVERE FAVORI IN VATICANO, HA OTTENUTO DUE CASE IN AFFITTO DA PROPAGANDA FIDE, RISTRUTTURATE DA ANEMONE, E NON E' CHIARO SE ABBIA PAGATO. E INTANTO LA MURA....
SCOPPIA IL BUBBONE SVELATO DA IL TRIBUNO.COM.
Riproponiamo l'articolo con cui domenica scorsa abbiamo svelato che la tesoriera Idv abita in una casa di Propaganda Fide in via delle quattro fontane a Roma. La Mura ci ha detto che paga 1800 euro al mese ma poi ieri si è rifiutata di farci vedere il contratto e le ricevute come aveva promesso, annunciando querela. "Dov'è lo scandalo?" chiedeva. Adesso lo sappiamo.


Silvana Mura a Roma abita in un appartamento in affitto in via delle quattro fontane. L'immobile è di proprietà di Propaganda Fide, la potente congregazione vaticana al centro di una bufera giudiziaria e mediatica in seguito all'inchiesta sugli appalti del G8 e dei grandi eventi. A confermarlo al telefono è la stessa parlamentare dipietrista che precisa di alloggiare nell'immobile dall'autunno del 2006, quando dovette lasciare un'altra abitazione di Via in Arcione visitata nottetempo dai ladri. In quel periodo il responsabile della gestione degli immobili della congregazione era Angelo Balducci, attualmente in carcere, dominus della Cricca che si spartiva la ricca torta degli affari che ruotavano attorno alla Protezione civile. A trovare l'appartamento è stato il senatore Idv, Stefano Pedica, che sostiene di esserci riuscito grazie all'intervento di un suo zio, alto prelato vaticano. Una versione confermata dalla stessa Mura. D'altra parte anche Pedica, fino al 2007 ha abitato in affitto un altro alloggio della Propaganda Fide, nel quartiere Prati a Roma. Inizialmente la casa di via delle quattro fontane era destinata alla figlia di Antonio Di Pietro, appena diventato Ministro delle Infrastrutture del governo Prodi, ma poi la ragazza ha deciso di iscriversi alla Bocconi di Milano e allora è subentrata Silvana Mura, la quale dice di non sapere che dal 2004 e fino al 10 marzo scorso a gestire gli immobili di Propaganda Fide sia stato Angelo Balducci. In quell'estate in cui l'immobile di via delle quattro fontane è entrato nelle disponibilità dei parlamentari IdV, l'allora Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Balducci, non fu confermato nell'incarico (che è cosa diversa dall'essere rimosso) e il 31 agosto 2006 fu nominato dal Consiglio dei Ministri a capo del Dipartimento per le infrastrutture statali, l'edilizia e la regolazione dei lavori pubblici del Ministero delle Infrastrutture. Si è scritto che il ministro Di Pietro avrebbe favorito un suo demansionamento perchè da un incarico in cui gestiva somme enormi di denaro è passato ad uno privo di portafogli, ma non è vero: il Consiglio Superiore non gestisce ma svolge attività consultiva e il Dipartimento delle Infrastrutture viceversa gestisce molto denaro. D'altra parte Di Pietro ha dichiarato: "io non avevo nulla contro Balducci". A questo punto però, dopo il caso Pedica e il caso Mura, è lecito chiedersi: Balducci ha avuto un ruolo nell'assegnare quest'appartamento destinato inizialmente alla famiglia Di Pietro? Silvana Mura sostiene di pagare 1800 euro al mese di affitto in base ad un regolare contratto e lamenta anche che il prezzo sia troppo alto rispetto ai prezzi di mercato, che l'immobile non sia certo lussuoso, che anzi sia molto piccolo, che dorme a fatica per i troppi rumori e che sopporta persino delle perdite d'acqua dei vicini. Alla domanda sul perchè insista nell'abitare in una casa con così tanti disagi risponde che a Roma è difficile trovarne un'altra, cosa alla quale è molto difficile credere. Poi, incalzata sull'argomento, con una certa ingenuità ammette che è, sì, difficile trovarne un'altra, "ma a quel prezzo".  Naturalmente la tesoriera Idv nega di godere di un privilegio e si avventura a sostenere che tutti possono ottenere una casa in affitto dalla Propaganda Fide, quando è notorio che ci riescono solo vip e "raccomandati". C'è poi un'altra questione. L'onorevole dipietrista dice di abitare al primo piano del civico 29. Secondo la visure catastali che possediamo, (V. allegato) al primo piano insistono solo due appartamenti (come la Mura conferma) e in seguito ad una ristrutturazione del 1995 sono entrambi accatastati A10, ovvero come uffici. E in effetti nell'altro appartamento del primo piano si trova una società di brevetti. La tesoriera IdV dichiara di ignorare che l'appartamento nel quale abita sia accatastato come ufficio e ribadisce di aver sottoscritto un contratto d'affitto regolarmente registrato come civile abitazione e di usare l'alloggio come tale. Se è davvero così, il contratto però potrebbe non essere regolare perchè, tutti gli esperti lo confermano, non si può utilizzare un immobile destinato ad ufficio come civile abitazione. "Io ho firmato il contratto in perfetta buona fede", si difende Silvana Mura.  E naturalmente di tutto possiamo dubitare meno che della buona fede dell'onorevole Mura.

 

alberico giostra

Allegato Primo Piano int. 2.pdf

  Silvana Mura,
deputata e tesoriera di IDV, segretaria regionale Emilia-Romagna.



Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
ciorra 2011-05-18 08:48:30

che squallore.....poveri morti per....... questa Nazione !

Guido da Pescara 2011-03-08 17:03:18

Egr. Dott. GIOSTRA, ho scoperto per caso il Vs. sito leggendo un articolo del Deputato Borghesi per l'abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura. prendendo una frase del discorso del Sig. Deputato dell'IDV dove dice: "..... non sarà mai accettabile per nessuno che vi siano persone che hanno fatto il parlamentare per un giorno e percepiscono più di 3.000 €. al mese di vitalizio...." . Per un giorno percepiscono 3.000 €. al mese. Ma siamo impazziti.Io inorridisco a quanto si legge sui giornali, a quanto dicono alle interviste, e poi con quelle facce di m........a. Facendo un calcolo approssimativo 3.000 € x 12 mesi = 42.000 € l'anno x 5 anni = 210.000€. in soli cinque anni e poi hanno tutto gratis. Io sono impiegato ad un Ente Pubblico, percepisco 1.300 € al mese e per raggiungere la modica cifra di €. 210.000 di un parlamentare devo lavorare, e dico lavorare sul serio, per circa 14 e visto che ho 54 anni, sono gia bello che morto. e loro fanno stare bene i loro figli e figli dei loro figli. Io per portare avanti una famiglia di 4 persone con due figli di 20 e 18 anni, ho dovuto prendere un Piccolo Prestito all'Inpdap che sto rimettendo mensilmente (€. 200 mensili). Se continua così faremo la stessa fine dei pesi del nord Africa, e penso che questo non succerderà perchè il popolo italiano è un popolo di pecoroni, ce vogliono spaccare il mondo e poi all'atto pratico si cagano sotto. (meglio vivere un giorno da leone che cento anni da co......ne, pecora. mi sono sfogato in parte, maè una situazione invivibile, ma me ne faccio carico perchè penso a quelli che stanno peggio di me. Grazie per aver fondato questo sito.

Ramona 2010-10-11 08:43:08

In italia mi pare che ci siano tanti parecchi scandali su tanti altri politici ma nessuno ne parla.. siamo sottomessi a dittatura voglio proprio Vedere quando intendiamo iniziare a ribellarci.siamo come schiavi lavoriamo e basta x arrivare al dieci di ogni mese prendendo si e no 800 euro e per farci che? con quei soldi nemmeno si arriva alla fine del mese! mentre questi gran politici riscuotono gran salari..noi sgobbiamo x pagare tasse e basta senza toglierci nemmeno uno sfizio e questi al govero si danno si gonfiano le tasche. è una vergogna eterna .. è andato tutto a rotoli.. questa non è piu politica .. andare a votare è un diritto?si un diritto per mettere qualcuno al potere e farsi prende per il culo. si farsi prendere per il culo.perche qua i politici ora fanno solo questo con noi..con il popolo italiano.

Gianni Carrassi 2010-07-10 18:51:51

Beh, tutto un portale e strumenti editoriali di prim'ordine solo per spalare sterco su Di Pietro e IDV, complimenti! E solo per attaccarsi ad ogni schizzo di fango senza verificare le fonti ed, eventualmente, correggere successivamente le notizie con la stessa enfasi con cui si è proceduti allo sputtanamento. Tutto in puro stile feltriniano! Va bene chiedere i bilanci e la trasparenza a IDV, ma sarebbe interessante conoscere anche la fonte alla quale si abbevera il tribuno e la sua redazione, non sarete mica tutti volontari a gratis. L'impressione che si ha leggendo le notizie riciclate da mezza Italia è che in IDV in effetti vi sia molta confusione ma, sostanzialmente, anche molta voglia di denunciare ed evidenziare agli organi di partito le anomalie riscontrate. E' normale per chi ha vissuto tutte le stagioni politiche di questo paese dagli anni sessanta in poi. Potranno generare "confusione" nei giovani che coraggiosamente si avvicinano alla politica o ad un osservatore esterno non coinvolto, queste apparenti contraddizioni, pur prestandosi alla mala fede ed alle manomissioni dei professionisti della "prestidigitazione" delle notizie. La libertà di stampa serve anche a questo, deve tutelare anche le voci anomale, sennò non saremmo in Italia, il paese dove un piatto di pasta non si nega a nessuno, ergo, dovete mangiare anche voi.

Annamaria 2010-07-01 11:58:46

Ieri Vanity Fair ha pubblicato un'intervista all'On. Mura, in cui il giornalista dichiara di aver visto le ricevute di pagamento dell'affitto che sono di € 2300,00
Non credo che anche il giornalista menta...
Cerchiamo i veri scandali altrove!

alberico giostra 2010-06-13 18:23:36

gentile Barbara Ghini, quanto scritto in questo articolo risulta da documenti catastali, da una lunga conversazione telefonica con Silvana Mura, e da testimonianze degli abitanti della via dove si trova l'abitazione in questione. Quanto v'è scritto è dunque tutto vero e documentato. Quello che duole leggendo commenti di persone come Lei, magari in perfetta buona fede, è sentirsi insultati come diffamatori e calunniatori (il riferimento alla melma nella quale sguazzeremmo se lo poteva risparmiare) solo perchè si fa il proprio mestiere e solo perchè viene ritenuta più vera la versione di un signore che appare molto spesso in Tv. Visto poi che, riferendosi a me, usa il plurale, le faccio presente che dietro a me non c'è nessuna forza politica nè potentato economico, che faccio il giornalista a mio rischio e pericolo, scontrandomi con persone che hanno le spalle molto più robuste di me e mettendo a repentaglio le mie proprietà e il mio reddito e dunque la mia vita familiare. Lei dovrebbe infatti sapere che tra i motivi per cui in Italia c'è una scarsa libertà di stampa, oltre al conflitto d'interessi di Berlusconi, c'è anche la legislazione sulla diffamazione a mezzo stampa, molto mal vista dai giornalisti stranieri perchè molto punitiva per chi scrive. Quindi prima di dare del calunniatore al sottoscritto o ad un qualunque giornalista ci pensi bene: in quel momento Lei sta infatti attaccando il principio stesso della libertà di stampa. Sempre che lei sappia che cos'è. Dalla melma che evoca mi sembrerebbe proprio di no.

Grazie comunque dell'attenzione

giovanna poli 2010-06-10 19:55:47

Io non vedo dove è lo scandolo,visto che paga 1800euro al mese (vedi contratto sul sito dell'IDV).Il vero scandalo,che nessun giornalista ne scrive ,e che il vaticano fitta i suoi appartamenti a questi prezzi,e non paga le tasse.Questo è una VERGOGNA.

Barbara-Ghini 2010-06-03 10:15:56

questo il sito per leggere come stanno i fatti:<br><br>antoniodipietro.com/2010/06/2_giugno.html<br><br>prima di diffondere calunnie mi sembrerebbe corretto sentire anche l'interessato. Sennò SEMBRA che vogliate solo spandere la melma in cui sguazzate ormai inesorabilmente.<br>Barbara Ghini

Barbara-Ghini 2010-06-03 10:11:05

Di Pietro ha già diffuso come stanno realmente i fatti, con documenti di riferimento che attestano che lui dice il vero e che questa è diffamazione. Sarà poi il la legge (quella onesta e non quella di chi se la fa "ad Hoc") a dargli ragione. per il momento informatevi invece di bervi queste baggianate. BG

lucio-fiorenza 2010-06-02 11:34:35

Bravi! Mettiamole in risalto le anomalie ..... di chi si definisce al di sopra di ogni sospetto.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j