Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
La Redazione 29 Giugno 2010
ARLACCHI: FALLITA LA GESTIONE DELL'IDV IN CALABRIA. DURO ATTACCO DELL'EUROPARLAMENTARE AL COMMISSARIO IGNAZIO MESSINA, NOMINATO DA DI PIETRO.
DOPO DE MAGISTRIS UN'ALTRA IMPORTANTE ROTTURA DELLA CORTINA DI SILENZIO E OMERTA'.
In un lancio d'agenzia Arlacchi parla di spettacolo indecoroso e di segnale d'allarme per il partito nazionale, accusando Messina di costruire un "partitello demagogico e familistico". Neanche il Tribuno.com avrebbe osato tanto.
IDV: ARLACCHI, FALLITA IN CALABRIA LA GESTIONE DEL PARTITO = (AGI) - Catanzaro, 28 giu. - "Lo spettacolo indecoroso del Congresso provinciale IdV a Cosenza replica quello di Reggio Calabria ed e' un segnale d'allarme per il partito nazionale". Lo dichiara in una nota l'europarlamentare IdV Pino Arlacchi. "Un partito della legalita' come IdV - prosegue Arlacchi - non puo' essere gestito come un carrozzone clientelare contrassegnato da elenchi degli iscritti inaffidabili, assenza di regole e procedure di voto certe e trasparenti, fazioni di amici e parenti che prevaricano e intimidiscono. Il malessere dell'IdV Calabria e' il risultato del malgoverno interno del commissario regionale Ignazio Messina che e' riuscito a peggiorare ulteriormente la qualita' del personale politico IdV, candidando gente sbagliata, scoraggiando i nuovo ingressi e chiudendo ai giovani e alla societa' civile. Solo in alcuni casi e soprattutto a Cosenza sono riusciti ad affermarsi segnali di novita' nelle candidature alle regionali che hanno accresciuto prestigio e consensi verso Italia dei Valori". "Non contento di aver raggiunto il non facile obiettivo di far perdere a IdV il 40% dei voti alle ultime elezioni regionali rispetto alle europee, Messina sta ponendo le premesse per un partitello demagogico e familistico, ai margini del sistema politico regionale, privo di qualsivoglia proposta rispetto ai problemi della Calabria. Chi non vuole una Italia dei Valori demoralizzata e priva di credibilita' deve alzare la propria voce chiedere a Messina di smettere di fare danni e invertire le rotta sinora seguita in quanto a democrazia interna, candidature, e selezione dei quadri dirigenti", conclude Arlacchi.

La Redazione

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
giovanni natale 2010-08-09 11:04:33

Ha perfettamente ragione l'On. Arlacchi e a Popoli, in Abruzzo, ne stiamo speiremntando ocncretamente le consgeuenze. Lo stesos Mesisna solelcittao per riportare a Trasparenza le rappresnetanze abruzzesi, non ha mosos una paglia. L'Idv sembra una specie di associazione "chiusa" ed opaca. Trasparenza e legalità sono solo dichiarazioni vuote e demagogiche che usano per coprire l'assenza totale di dmeocrazia.
Il ciroclo di Popoli, getsisce, con la compiacenza dei vertici regionali e provinciali operazioni per niente trasparenti col Pd e l'amministrazione comunale che calpesta ad ogni pie' sopsinto i cradini base dello stesso Idv, dei suoi cosidetti Valori.
Eppure regna ilk silnzio piu' completo.

Ivano Rocchetti 2010-07-01 16:41:40

Mi sembra che le questioni poste da Arlacchi sono diffuse e ricorrenti in molte Regioni.Anche le Marche non difettano in questo e Messina, con Rota, hanno avallato azioni quantomeno discutibili sul tesseramento 2010 utile per il riconoscimento ai fini congressuali. Antonio Di Pietro non può più ignorare tali situazioni altrimenti da copertura politica ad atti di prevaricazione che non possono convivere in IDV. A meno che IDV stia cambiando pelle dopo la massiccia entrata di tanti provenienti da Forza Italia, Udeur, che candidati dal Presidente, oggi siedono sui banchi dal Parlamento e forti di questa investitura dettano condizioni illiberali nella vita interna di partito.

Lino Primucci 2010-07-01 11:36:28

..mi permetto di scrivere semplicemente: ATTENZIONE AI NUOVI INGRESSI IN NUOVI MOVIMENTI... sanno riciclarsi così bene..!

mazzoccoli claudio 2010-06-29 12:09:40

In Calabria De Magistris, Arlacchi, stanno osservando "de visu" e stanno iniziando a denunciare pubblicamente quello che i blog, Facebook, il web stava gridando da tempo.

Ora non è più solo il grido dei soliti "quattro scalmanati" dei "figli di nessuno". Non si tratta più delle accuse dei soliti "appestati e trombati", di quelli che "si divertono a distruggere l'unico gioiello della politica italiana".

Sulla Campania, analogo intervento era stato fatto..

Qualcosa non va e, a questo punto, non va davvero !!!

La proporzione evangelica (la mitica mela marcia su 12...) non ha più senso e credo sia francamente venuto il momento di non tirarla più fuori in futuro.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Voglio stare ai fatti, senza fare alcuna illazione. Osservo solo e mi domando:

"Se quello che è scritto nel libro "Il Tribuno" di Giostra non corrisponde al vero, perchè Alberico Giostra non ha subito querele in tutti questi anni ?" Quello che ha descritto nel suo libro è estremamente grave, e descrive una situazione non localizzata, ma diffusa, nel passato come nel presente.

"Se quello che MicroMega ha riportato in ben due inchieste non corrisponde al vero, perchè Paolo Flores e la sua redazione non subiscono querela ?" Quello che hanno pubblicato è estremamente grave, e descrive una situazione non localizzata, ma diffusa, nel presente

Se le cose che Alberico Giostra scrive su questo tabloid Web sono delle falsità, perchè di grazia il giornalista non viene querelato ? - Quello che Giostra pubblica sono dettagli su realtà che stanno avvenendo in questo momento, non cose che potrebbero magari accadere. In Italia ci sono più querele in Tribunale che macchine per la strada, perchè non lui?

Allora apriamo gli occhi, come "sembrano" averli aperti finalmente alcuni onorevoli.

Campania, Calabria, ma forse, stando sempre a quanto leggiamo sulla stampa, Lombardia, Marche, Molise, Liguria.. Quanto ci sarà da verificare ancora.. e forse da ricostruire..!!!!!

Magari a cominciare dalla base, quella buona, quella che sta disperatamente bussando, magari, alla porta di un partito immaginario, serio, onesto e trasparente, mentre da quello attuale "sembra" ricevere espulsioni, umiliazioni, diffide.

C'è una dicotomia che è semplicemente insano ignorare, perchè c'e' chi, e riprendo solo quello che dice Arlacchi, " sta ponendo le premesse per un partitello demagogico e familistico, ai margini del sistema politico regionale, privo di qualsivoglia proposta rispetto ai problemi ....."

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j