Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 27 Giugno 2010
MARYLIN LA BELLA COLPISCE ANCORA: IN TV DEFINISCE GIULIO ANDREOTTI IL PIU' IMPORTANTE POLITICO ITALIANO. UN ANNO FA AVEVA DETTO CHE BERLUSCONI E' UN PERSEGUITATO DELLA MAGISTRATURA.
VICEPRESIDENTE E ASSESSORE REGIONALE ALL'URBANISTICA, IN LIGURIA E' LA PIU' VOTATA DELL'IDV.
La fidanzata del leader regionale del partito, l'onorevole Giovanni Paladini, ha rilasciato la sconcertante dichiarazione ad una tv di Genova, "Primo canale". In realtà è sbagliato considerarla una gaffe perchè rivela che gran parte della classe dirigente di Idv a cominciare dallo stesso Di Pietro ammira politici come Andreotti.
Secondo Marylin Fusco, la bellissima vicepresidente della Regione Liguria, pezzo forte dell'Italia dei valori genovese, Giulio Andreotti è l'uomo politico più importante d'Italia. La Fusco lo definisce addirittura "una pietra miliare" della politica italiana. L'impegnativa affermazione è stata pronunciata dalla fidanzata del leader regionale Idv, Giovanni Paladini, nel corso di un'intervista apparsa sulla tv genovese "Primo canale", nella rubrica "Spalle al muro".
La bella Marylin ha poi aggiunto di apprezzare anche Mara Carfagna ma, ha precisato di non stimarla, solo perché però, non la conosce.
La Fusco, che ha detto di essere stata anzichè favorita, piuttosto ostacolata nella folgorante carriera politica dalla sua bellezza e dal suo legame sentimentale con il leader regionale del partito, ha mostrato purtroppo qualche lacuna di cultura generale, ignorando non solo il nome del figlio di Antonio Di Pietro (ma ricordava benissimo quello di Piersilvio Berlusconi) ma anche che cosa fossero l'Ocse e l'Osce, due organismi internazionali che forse una esponente politica che si è candidata al parlamento europeo prendendo oltre 8000 voti, avrebbe fatto bene a conoscere.
Ma quello che conta però è il giudizio su Andreotti. Evidentemente alla vicepresidente nonchè assessore all'urbanistica della giunta Burlando nessuno deve aver spiegato chi è il sette volte presidente del consiglio, che cosa ha rappresentato davvero per la politica italiana. Nessuno le ha ricordato che questa cosiddetta pietra miliare della politica italiana secondo una sentenza passata in giudicato, fino al 1980 si è associato alla mafia e non è stato condannato solo perchè il reato è caduto in prescrizione.
Nessuno deve averle spiegato che dietro ogni mistero italiano c'è lo zampino di "Belzebù" (se la Fusco non lo sa è un soprannome di Andreotti) e che certe sue frequentazioni e amicizie, una su tutte quella di Michele Sindona, fanno ancora accapponare la pelle.
D'altra parte alla bellissima Marylin, se proprio non aveva voglia di leggere una di quelle noiose inchieste giornalistiche scritte da giornalisti quasi sempre di sinistra, bastava vedere il film di Paolo Sorrentino "Il divo" per farsi un'idea del personaggio, ma forse il film non lo ha visto o se lo ha visto mostra di non averlo compreso appieno.
Il problema di un giudizio come quello espresso dalla giovane esponente dipietrista è tutto politico. Che genere di ideologia e cultura politica rivela questo consenso ad Andreotti? E' spiegabile solo con la giovane età della Fusco che peraltro tanto giovane non è avendo 37 anni? E' compatibile con l'appartenenza ad un partito che fa della legalità e della trasparenza le sue bandiere, che si accompagna nelle piazze al popolo delle agende rosse, che difende i magistrati in prima linea nella lotta alla mafia, che combatte la casta e i poteri forti?  La risposta dovrebbe essere no. Eppure la bellissima Marylin, ne siamo certi, dopo una così gravosa affermazione non sentirà minimamente il bisogno di dimettersi, nè tantomeno sarà espulsa dal partito come invece capita a chi critica anche l'ultimo dei coordinatori provinciali Idv.
Perchè il punto è questo: l'atto di stima per Andreotti non è affatto incompatibile con la sua appartenenza all'Idv. Avete mai sentito Antonio Di Pietro pronunciare un giudizio negativo su Andreotti?
Chi scrive ha controllato l'archivio Ansa e le pochissime note negative dell'ex Pm sul divo Giulio sono arrivate solo dopo la sentenza definitiva della Cassazione. Ma da parte dell'ex pm si tratta di giudizi pronunciati sempre con molta cautela. Quando Andreotti è stato condannato a Perugia a 24 anni di carcere per l'omicidio Pecorelli, Di Pietro disse di essere sicuro che sarebbe stato assolto in Cassazione. E così peraltro fu. Durante il travagliato processo palermitano Di Pietro non ha mai espresso una sola volta un appoggio a Caselli, Scarpinato e compagni. Mai una dichiarazione a favore. E dio solo sa che genere di attacchi quei coraggiosi magistrati hanno subito.
E allora perchè meravigliarsi se la candida Marylin mostra di ammirare Giulio Andreotti? Con la sua bellezza e la sua giovane età la Fusco sembra davvero assurgere ad una sorta di voce della verità dell'Idv, come se a parlare fosse qualcosa di represso e di obliato che torna a galla con spontanea innocenza. D'altra parte Marylin non è nuova a queste gaffe. Durante la campagna elettorale delle Europee del 2009 si lasciò andare ad un'affermazione clamorosa: disse che Silvio Berlusconi era un perseguitato della magistratura.
Consapevole del terribile pasticcio che aveva combinato la Fusco sostenne in un video (
il secondo qui sotto) che la trasmissione di Odeon Tv nel corso della quale aveva pronunciato la frase, era stata tagliata e manipolata. Perchè possiate giudicate voi stessi vi proponiamo la registrazione della puntata (il primo video qui sotto) e vi accorgerete che non può esserci stato alcun taglio visto che un militante Idv ha chiamato in diretta e ha "cazziato" la Fusco dicendo che con quelle affermazioni faceva perdere voti al partito. E quindi quelle parole furono effettivamente pronunciate. Insomma la pezza fu peggiore del buco.
Ma anche in questo caso, l'affermazione della Fusco è meno clamorosa di quanto sembri. Nessuno sa infatti, che nel 1995 Di Pietro pensava esattamente la stessa cosa. Ce lo ha rivelato Elio Veltri che, rileggendo i suoi diari, ha scoperto che in quell'anno l'eroe di mani pulite pensava proprio che la magistratura si stesse accanendo contro il cavaliere e che fosse opportuno che i suoi colleghi lasciassero in pace la Fininvest.
Questo confessò Di Pietro a Veltri che appuntava giudiziosamente ogni cosa nei suoi "cahiers" privati. A chi non conosce davvero il leader Idv sembrerà una bufala, ma una bufala non è. I diari di Veltri, che abbiamo visto con i nostri occhi, sono stati vergati quando l'ex sindaco di Pavia e Tonino erano amici e quindi non può essere intervenuta alcuna manipolazione dettata dalla inimicizia tra i due, sopraggiunta sei anni dopo. Allora se questo è vero, come è vero, perchè meravigliarsi delle affermazioni di Marylin Fusco? Non sono affatto gaffe come abbiamo appena detto.
L'Italia dei valori, con buona pace dei tanti militanti "duri e puri", di Marco Travaglio e dei colleghi de "Il fatto quotidiano", è anche questo. Un partito di gente che pensa che Giulio Andreotti sia una pietra miliare della politica italiana.
E' bene che tutti se ne facciano finalmente una ragione. 




      






















Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Antonella 2010-11-07 18:20:53

E la gente li vota... :-(

Lino Primucci 2010-06-28 13:55:54

Alessandra..in IDV non esiste Un buco nero ma tanti Buchi neri.. si vede che la magistratura che ha indagato Andreotti per mafia non è la stessa che difende il brutt' antonio.. Intanto oggi un'amica avvocatessa, nel leggere la bozza di denuncia pronta per quanto accdauto in campagna elettorale, mi ha detto di aspettare a presentarlka perchè potrei scatenare poteri fortissimi contro di me ! ...

giovanni brizzi 2010-06-28 07:42:11

Questo è l'ennesimo sottoprodotto che solo una mente idiota come quella di Di Pietro può partorire!

gianni 2010-06-27 23:39:08

Finalmente qualcuno che offre un servizio di monitoraggio della imbarazzante classe dirigente IDV.
Se vuole un consiglio (ma penso non ne abbia bisogno) segua con cura i dirigenti liguri: vedrà che non le faranno mancare gli argomenti.

un saluto e ancora grazie,

Gianni

Alessandra Piva 2010-06-27 23:21:59

Penso che si sia ormai toccato il fondo ... a meno che non si voglia andare oltre il buco nero ... !?!
A buon intenditore,poche parole
Alessandra
LA BASE

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j