Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 08 Giugno 2010
"LA RACCOLTA FIRME PER I TRE REFERENDUM VA A GONFIE VELE", DICHIARA IVAN ROTA, MA NON E' COSI'. ECCO IN DUE DOCUMENTI LA VERITA'.
IL TONO TRIONFALISTICO DEL RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE NASCONDE SERIE DIFFICOLTA'.
Mentre va benissimo la raccolta firme del Forum sull'acqua, tra i dipietristi c'è un diffuso malessere perchè i dati sono deludenti e incominciano a preoccupare i vertici del partito. Qui presentiamo due documenti che provengono dall'Idv della Lombardia e dell'Emilia Romagna, e che smentiscono Ivan Rota.

A sentire il perennemente euforico Ivan Rota, responsabile organizzazione Idv, va tutto bene e anzi le cose meglio non potrebbero andare. Su tutti i fronti. Dalle iscrizioni alla raccolta delle firme per i tre referendum. Soprattutto per questi ultimi, che lo ricordiamo, riguardano il nucleare, il legittimo impedimento e la privatizzazione dell'acqua.
Con il tono dei cinegiornali Luce, il colonnello dipietrista garantisce che le 500.000 firme sono state già superate e che si continua a lavorare per aver un ragionevole margine di sicurezza, e che comunque fino alla scadenza del 30 luglio di tempo ce n'è. Il preparatissimo onorevole di un solo dato si dice all'oscuro, su quanto lo stato rimborsi chi raccoglie firme per una consultazione referendaria, al punto che è toccato a noi ricordarglielo: 0,52 euro a firma. Lo stabilisce la legge 157 del '99, precisando che il rimborso è assegnato solo se si raggiunge il quorum.
Visto che le firme sono 500.000, ogni referendum vale 260.000 euro che, moltiplicati per tre fa 780.000. Di Pietro propone referendum solo per guadagnare soldi? Assolutamente no. In ogni caso, secondo Rota, la macchina del partito funziona benissimo,  c'è entusiasmo e dedizione da parte dei militanti, le iscrizioni fioccano (il 30 aprile scorso hanno già superato quota 104.000) il dissenso interno non esiste e chi protesta, al massimo venti, trenta persone in tutta Italia, è solo un denigratore ed è giusto che venga espulso. In ogni caso, precisa Rota, le voci sulle tantissime iscrizioni rifiutate per paura di imbarcare altri protestatari, sono false perchè Idv è un partito "apertissimo".
Sarà tutto vero, ma almeno per quanto riguarda i tre referendum qualche problemino c'è come testimoniano questi due documenti. Provengono uno dall'Emilia Romagna e uno dalla Lombardia e sono a firma dei coordinatori regionali, Silvana Mura e Sergio Piffari. Per quanto riguarda l'Emilia, uno dei collaboratori della coordinatrice, Paolo Vicchiarello, dopo aver inizialmente negato che ci fossero problemi, una volta lettagli la circolare che vi mostriamo, ha dovuto ammettere che sì, a pensarci bene, qualche problemino c'è e la causa, ha spiegato, è la mancanza di rappresentanti eletti almeno a Bologna, dove il consiglio comunale è stato sciolto e l'amministrazione commissariata.
Sono i consiglieri infatti che possono autenticare le firme.
In ogni caso, giova ricordare che Idv ha tre consiglieri provinciali e oltre cinquanta consiglieri comunali sparsi per la provincia tanto che, all'interno del partito, con una battuta, si dice che ci siano più autenticatori che firme. 


Allegato CIRCOLARE MURA SU 3 REFERENDUM.doc                         Allegato news letter Lombardia su referendum.rtf 








Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Qui Bari Libera 2010-06-16 13:18:27

Siamo fritti, disse l'Alice alla sarda, quando si trovarono in padella !

Michele Ranieri !

Emilia 2010-06-15 10:17:34

Spesso viene sottovaluata la capacità di analisi dei cittadini.
Io penso che questo fiacco risultato è la conseguenza della scelta sciagurata di aver spaccato il fronte referendario. I cittadini hanno scelto il forum, semplice no?

alessio 2010-06-11 13:12:45

Chiedete come va la raccolta firme nelle marche???La genta ultimamente nn firma volientieri per i sospetti che aleggiano su idv e la loro classe dirigente,che tutto fanno fuorchè fare gli interessi dei cittadini.

marco firenze 2010-06-08 19:43:42

MA DI FIRME NON CE NE VOLEVA 800.000?

VERIFICATE GRAZIE

MARCO FIRENZE

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j