Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 10 Luglio 2010
CACCIA ALL'UOMO

E' stata una vera e propria caccia all'uomo. Lunedì 5 luglio durante l'esecutivo nazionale dell'Idv, in una saletta di Montecitorio, Antonio Di Pietro, dapprima ha "cazziato" gli assenti e i ritardatari rimproverandoli di non arrivare a Roma il giorno prima dell'appuntamento, poi ha aperto le danze pronunciando le fatidiche parole: "qui qualcuno di voi mi tradisce". Come è noto l'ex eroe di mani pulite ricorre spesso a metafore bibliche ed evangeliche, anche perchè il suo bagaglio culturale non va molto oltre. Fatale che a quel punto arrivasse l'evocazione del traditore per antonomasia:  "Tra di voi c'è un Giuda", ha detto sibilando e scrutando i volti dei presenti per cogliere eventuali cedimenti o smorfie di nervosismo. "Qui qualcuno spiffera quello che dico a un giornalista, Alberico Giostra, che adesso pubblica un sito, "Il tribuno. com". Ma questo non deve più accadere".
Che cos'è dunque che ha fatto infuriare Di Pietro tra le tante cose che pubblichiamo? Forse le lettere di minacce sulla fallimentare raccolta firme per i referendum che ha spedito in tutta Italia? No, perchè chiunque potrebbe avercele date, e non necessariamente un membro del parlamentino italvaloriale. I documenti dei congressi provinciali? Nemmeno, perchè in quel caso le fonti sono esplicite, si tratta delle minoranze locali  invariabilmente soccombenti e che per questo ci fanno tanta tenerezza.
A far imbestialire Tonino è stato un articolo in cui abbiamo rivelato che cosa aveva detto di De Magistris in occasione di un altro esecutivo nazionale, e cioè che a controllare "Why Not" ci avrebbe pensato lui, e che la destra interna, quella dei Donadi-Belisario-Formisano-Favia-Porcino-Paladini-Cimadoro ecc, poteva stare tranquilla, il tutto detto con strizzatina d'occhio e ammiccamenti di rito. Una scena che la diceva lunga sul cerchiobottismo innato nel politico molisano, sul modo trasformista e oscillatorio di gestire un partito eterogeneo, raccogliticcio, improvvisato. Un partito a sua immagine e somiglianza.
La cosa patetica però è che Di Pietro pensi di poter tenere nascosto tutto ciò, al punto che se un giornalista racconta come stanno le cose si fa venire gli attacchi di bile. Ecco, questo non fa onore alla sua intelligenza.
Che il comportamento di Di Pietro sia spesso da bulletto di periferia e che gestisca Idv come un Boss (nel senso weberiano e non mafioso del termine) lo sapevamo. E la scena iniziale dell'esecutivo di lunedi 5 lo conferma.
Ma sapevamo anche che era di una scaltrezza e intelligenza quasi animaleschi. Il suo intuito è spesso bruciante, e solo chi ha avuto a che fare con la polizia per lavoro sa quanto queste siano le doti che fanno grande un investigatore. E Di Pietro le ha. Perciò che possa pensare che De Magistris non abbia capito a che gioco il leader Idv stia giocando e che ne sia venuto a conoscenza attraverso il nostro articolo, è semplicemente ridicolo, addirittura più ridicolo che cercare di stanare la spia che traduce all'esterno quello che avviene nelle riunioni dell'esecutivo.
Noi crediamo che l'eurodeputato Idv abbia perfettamente capito quanto egli sia diverso da Di Pietro, tanto quanto Gianfranco Fini lo è da Silvio Berlusconi.
Il problema per De Magistris è che, proprio in ragione di questa diversità, egli non ha alcuna intenzione di muovere alla conquista della leadership del partito, cosa che invece Tonino farebbe senza pensarci troppo se fosse al posto suo. Questa inclinazione "pacifista" e attendista di De Magistris Di Pietro l'ha capita da tempo, così come ha capito che la sfera d'influenza politica dell'eurodeputato è per ora limitata a Campania e Calabria e che di "divisioni" fuori di lì, a parte Giulio Cavalli, proprio non ne "tiene".
In fondo gli ammiccamenti verso Zamponi e gli altri Dc che protestavano contro "Why Not" volevano dire anche questo.
A preoccupare un pò Di Pietro semmai, è un amico di De Magistris, ovvero Niki Vendola. Sempre nel vertice del 5 luglio, l'ex pm ha sottolineato che Idv può perdere voti a favore del governatore pugliese e che per questo motivo l'atteggiamento nei suoi confronti deve essere cauto e misurato, che bisogna trattarlo bene e non attaccarlo troppo.
Lo stesso comportamento Di Pietro ha chiesto venga riservato al Pd perchè, stuzzicarlo troppo potrebbe far incattivire il gigante buono e magari risvegliare nel partito di Bersani quello spirito competitivo verso Idv che potrebbe ostacolare i traffici di poltrone e incarichi in sede locale e il comodo travaso di voti dal serbatoio Pd al quale Tonino il corsaro non intende rinunciare. Dal canto nostro speriamo vivamente che Vendola e il Pd vogliano comportarsi con Di Pietro in modo meno accomodante di De Magistris.
Altrimenti  il rischio è che ci teniamo per altri cinque anni Berlusconi al governo con Di Pietro che coronerà il suo sogno di diventare leader dell'opposizione.  Un vero incubo. 












Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Carlo Manenti 2010-07-16 17:27:36

Caccia all'uomo?!? E allora come definisce la decisione di Berlusconi di offrire una taglia di 3 milioni di euro a chi gli consentirà di mettere le mani su chi spiffera ai giornalisti notizie da lui ritenute riservate? Lei che predica coerenza ora dovrebbe dedicare un editoriale anche al suo sponsor di Arcore, non crede???

Davide Mapelli 2010-07-13 18:58:02

CORREZIONE AL COMMENTOPRECEDENTE

Caro Stefano ti sei contradetto da solo. A parte il fatto che parole di critica verso De Magistris ne hai dette spesso anche a me personalmente, o ci siamo dimenticati le nostre disussioni, non ultime quelle del congresso nazionale!!!

Riesci anche a contraddirti da solo, cito testualmente quello che hai scritto "non ho mai protestato contro[...] contro De Magistris e la sua politica" poche righe più sotto "Faccio già tanti errori di mio; posso chiedere la cortesia di non essere citato a sproposito per quelli che non ho fatto ( ammesso che criticare la linea politica di De Magistris possa essere considerato un errore" che è un implicita critica alla politica di De Magistris.

Caro Stefano, prima da Avvocato e poi da politico, le parole dovresti saperle usare bene e non incartarti da solo :-)

Buona Giornata
Davide Mapelli

Giuseppina Tommasielli 2010-07-11 12:57:58

Premesso che partito non è proprietà dei colonnelli, che naturalmente tendono a mantenere le loro (a volte)immeritate rendite di posizione, è evidente che de Magistris ha funzionato da scandaglio nella verifica delle istanze che vengono dalla società e ha in qualche modo tracciato le linee guida che il popolo di sinistra vuole:la manifestazione a citta della scienza con vendola -demagistris ha coinvolto giovani, movimenti femminili, comitati anti-discarica in una regione piegata in due da quindici anni di bassolinismo...essere sordi a queste urla che vengono dal basso significa relegare il partito nel sottobosco politico italiano con il galleggiamento di vecchi e nuovi colonnelli fino all'estinzione naturale...l'obiettivo che tutto il partito dovrebbe perseguire non è quello delle incursioni piratesche nel pd e o in udc, ma riportare a votare il 40 %.degli elettori...de Magistris ha obiettivi chiari e si sta muovendo nell'idv con il senso alto del rispetto delle regole e dei tempi,come si conviene a chi crede in unrinnovamento vero e lontano dalla logica del partito padronale ...chi critica tutto ciò e forse già inconsciamente traviato dalla forma mentis del rampantismo berlusconiano

Lino Primucci 2010-07-11 12:50:45

ripeto che De Magistris è stato un "errore" calcolato di Di Pietro, ben calcolato, dal momento che il primo non ha il coraggio necessario a condizionare la storia italiana, non sa cosa sia il sacrificio, non sà cosa sia il sudore, non sa cosa sia la sofferenza e la dedizione ad ideali più alti della sua posizione da attore... No.. De Magistris è il cagnolino che abbaia e non morde, specialmente a chi gli ha offerto il primo lauto pasto.. Chi ragiona ancora intorno ai possibili dissidenti attivi in IDV o sono fessi, oppure in malafede, ovvero fingono di non capire come si svolge la vita politica italiana !

Anna R.G.Rivelli 2010-07-10 22:44:07

Nel partito dei valori,delle regole e delle legalità la critica alla linea politica di De Magistris E' UN ERRORE. E' chiaro, però, che se non ci sono né valori, né regole, nè legalità.....

Stefano Zamponi 2010-07-10 13:37:17

Gentile Giostra,
non ho mai protestato contro "Why not" (nè contro De Magistris e la sua politica, per spiegarci meglio); la citazione, per quanto mi riguarda, è priva di fondamento.
Faccio già tanti errori di mio; posso chiedere la cortesia di non essere citato a sproposito per quelli che non ho fatto ( ammesso che criticare la linea politica di De Magistris possa essere considerato un errore :-)
Buona giornata
Stefano Zamponi

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j