Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
20 Luglio 2010
CONGRESSI DI TORINO: LA CASTA SOCCOMBE ANCORA. I BIG DEL PARTITO DISERTANO LE ASSEMBLEE E VINCONO I CANDIDATI DI CAMBURSANO.
FRATTURA NELL'IDV SABAUDO. BUGNANO, PORCINO E BUQUICCHIO NON SI PRESENTANO E ATTACCANO I VINCITORI ACCUSANDOLI DI TESSERAMENTI FASULLI. MA BUQUICCHIO NON E' COORDINATORE REGIONALE?
Maria Grazia Spinosa, ex Verdi, eletta coordinatrice provinciale, Antonio Punzurudu, responsabile cittadino. Dietro di loro un Idv che non ne poteva più di familismi e nepotismi. Per Renato Cambursano una rivincita dopo l'umiliazione subita al congresso nazionale dove la mozione che ha firmato con Pardi è stata stravolta da Di Pietro proprio per poter candidare figli e parenti.
Anche a Torino i nodi sono venuti al pettine e nell'Idv è andato in scena un copione già visto in tutta Italia: la maggioranza al potere si è spaccata, il dissenso e il malessere interni sono esplosi prendendo infine forma politica. La differenza è che nel capoluogo piemontese il tutto ha avuto un rilievo abbastanza clamoroso: i vertici del partito, i parlamentari Patrizia Bugnano e Gaetano Porcino, e il coordinatore regionale Andrea Buquicchio, nonchè l'assessore comunale, Giuseppe Sbriglio, hanno disertato il congresso provinciale di sabato scorso e quello cittadino di domenica. Perchè? Non volevano perdere e sapendo che la sconfitta sarebbe inesorabilmente arrivata, non si sono nemmeno presentati, accusando i vincitori di essere ricorsi alle truppe cammellate e contestando la legittimità dei tesseramenti, definiti di "massa". "Un gesto di arroganza politica e di notevole scorrettezza", commentano fonti della neomaggioranza, "qualcosa che mi ha molto meravigliato", osserva l'onorevole Renato Cambursano, "in 35 anni di vita nelle istituzioni, non avevo mai visto nulla del genere". A vincere il congresso è stato proprio lui, Cambursano, ex Dc e Margherita, parlamentare di lungo corso, una delle facce pulite dell'Idv, che ha promosso le candidature di Maria Grazia Spinosa, ex Verde, (fino a due anni fa votava per la sinistra arcobaleno) e quella di Antonio Punzurudu, di Ciriè. La prima è stata eletta coordinatrice provinciale e il secondo responsabile cittadino. La Spinosa ha ottenuto una sorta di plebiscito, il 93% dei voti, Punzurudu il 73,5%. Con loro si erano schierati anche il consigliere regionale Luigi Cursio e quello provinciale e comunale Raffaele Petrarulo. Cambursano inoltre, ha vinto con suoi uomini anche i congressi provinciali di Alessandria, Novara e Biella, il che vuol dire che la poltrona di Buquicchio a questo punto, in vista del congresso regionale di ottobre, sta traballando, qualcosa di simile a quello che sta avvenendo in Toscana. Ma quali sono le ragioni politiche della frattura consumatasi a Torino? Una parte dell'Idv non ne poteva più della casta interna adagiatasi su comportamenti a dir poco veterodemocristiani e voleva ricominciare a far politica. Va ricordato che Andrea Buquicchio e Patrizia Bugnano sono marito e moglie e che alle ultime regionali, Gaetano Porcino, ex Margherita, ha preteso e ottenuto che suo figlio fosse candidato alle regionali, finendo non eletto per una manciata di voti. In occasione del congresso nazionale proprio Cambursano però era confluito con la sua mozione in quella di Pancho Pardi, poi indecorosamente "tosata" da Di Pietro, mozione che criticava proprio i ricorrenti episodi di familismo e nepotismo nel partito e definiva senza mezzi termini l'Idv "inadeguato" alle sfide politiche future. La gran massa dei delegati, confluiti a Roma per osannare il proprio leader, non ha colto la "crisi" politica latente, crisi che è poi fatalmente esplosa nei congressi locali. Il punto però è che la "rivolta morale" che serpeggia dalle Alpi al Lilibeo, non ha spesso trovato un coagulo organizzativo e politico, soprattutto al sud, sia per la debolezza del dissenso che per le prepotenze e le scorrettezze della casta al potere che è ricorsa ad autentici abusi. Questo non è avvenuto a Torino. E quando si rispettano le regole, i "sultanati" locali perdono, segno che nel partito di Di Pietro, esiste ancora uno zoccolo duro di persone per bene. Fino a quando? 



 




Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Francesco Pata 2010-09-22 17:51:19

Parlo: come persona attiva idv> con una punta di delusione, ne costatare e contestare la metodologia antidemogratica di cui I.D.V. e piena di personaggi che risumano vecchi
metodi e nuovi falsi: pur di arrivare al potere. I valori? Questi se ne fottono.
Poveri noi che non vogliamo o non possiamo per etica morale. Coinvolgere parenti e amici, in un tesseramento non veritiero. Tutto questo non fa che allontanare la gente:
della politica e dal voto.
Francesco Pata

V 2010-08-18 18:48:53

Su 1600 tesserati han votato 200 persone... tra l'altro arrivate in massa nell'ultima mezz'ora e di cui la maggior parte non ha assistito nemmeno allo spoglio....
Dite pure tutto quello che volete non riconoscerò mai nessuna persona eletta in codesto congresso ( sistema).
La verità presto verrà a galla e i vari figli al prodighi questa volta troveranno la porta chiusa....
AH AH AH AH AH AH!!!

I miei omaggi

V

un ILLUSTRE SCONOSCIUTO 2010-07-26 17:13:34

Evviva la democrazia

Visto che si dice che in IdV finalmente la casta, nei congressi cittadini e provinciali, sia stata battuta a favore della democrazia, ecco come sono avvenute le votazioni del congresso provicniale e come sono stati eletti democraticamente i coordinatori:

CONGRESSO PROVINCIALE: nessuno conosceva le mozioni tranne i firmatari, regolarmente assenti, alle ore 12.30 su 1.486 aventi diritto al voto solo 36 tesserati registrati. Alle ore 15.30, invece circa 200 registrati, la coordinatrice provinciale eletta democraticamente con il 93% dei voti. Che bello non stava simpatica nemmeno ai suoi amici, chiamati telefonicamente a presenziare la seduta. QUINDI SU 1.486 SOLO 200 PRESENZE E CIRCA 186 PREFERENZE - FORSE LA STESSA COORDINATRICE ED IL SUO STAFF NON AVEVANO FIDUCE IN LORO STESSI, DAVANTI A COTANTA DEMOCRAZIA.

CONGRESSO CITTADINO: Punzuruddo vince con il 73% dei voti - NUOVAMENTE GLI AMICI NON HANNO RITENUTO IL SOGGETTO ALL'ALTEZZA DELLA SITUAZIONE ED ANCHE QUI GRANDE AFFLUENZA.

IN ENTRAMBI I CONGRESSI SONO DOVUTI INTERVENIRE GLI AUSILIARI DEL TRAFFICO PER COORDINARE L'ELEVATA AFFLUENZA DI ASSENTI PERò CIRCA IL 90%, COMPRESI TUTTI I DIRIGENTI E TUTTE LE EMILI PERSONE CHE HANNO RACCOLTO LE FIRME E CHE SETTIMANALMENTE SONO IN PIAZZA CON BANCHETTI E/O GAZEBOO.

Scusate, la domanda, MA DOVE VEDETE TANTA DEMOCRAZIA?

Viva Piero Viva 2010-07-26 12:43:48

E viva pure tutti gli utili idioti.Cosi' scriveva la Bugnano giorni fa.Mai frase fu cosi' azzeccata.Intanto volevo chiedere al sig. Antonioni che cambio di vertice ha visto e di quale rinnovamento parla, visto che Cambursano era gia' al vertice delle Segretaria di Torino e spasimava per contare qualcosa visto che fino ad oggi non ha mai contato nulla e non se lo filava ( e continuano a non filarselo ) nessuno.
Caro Piero Viva, se la mail fosse diretta all'On. D'Alema magari ti avrebbe apostrofato con un " vai a farti fottere ". Noi siamo piu' educati e non te lo diciamo.Ma visto che tu stesso dici che sei un illustre sconosciuto, e che non arrivi a fine mese, invece di parlare di cose che non sai, e di dire castronerie gratuite, vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii a lavoraaaaaaaare.
Se poi hai qualcosa da dire alla Bugnano o a Porcino, invece di pontificare e dire falsita' degne di te, perche non li chiami e glielo dici di persona?
Sapendo i fatti, spero solo che i diretti interessati ti querelino, cosi' andrai a lavorare per pagare il risarcimento dovuto per le diffamazioni e denigrazioni gratuite che stai spargendo. ( spero gratuite )
Volevo ricordarti e ricordare ai diretti interessati, qualora volessero agire, che la polizia postale, risale con estrema facilita' al computer dal quale partono le Mail. Si puo' quindi risalire a te e denunciarti. Spero di cuore che lo facciano. E' il minimo che si possa fare con uno come te. Altro che opinioni e bavaglio. Le tue sono solo calunnie. Auguri VIva.

Bene 2010-07-26 10:56:15

Bene.
Ora che c'è Punzurudu e Spinosa vedremo cosa otterremo.
Vedremo anche come andrà il prossimo referendum sulla legge bavaglio in autunno.
Vedremo cosa otterremo.
E vedremo (perdio) cosa deciderà il presidente di pietro sulla validità delle tessere che hanno portato ai vertici del partito i nuovi segretari.
Visto che vi riempite la bocca di legalità iniziamo a vedere cosa deciderà il presidente sul rispetto delle norme dello statuto del partito per le iscrizioni. E sul rispetto del regolamento congressuale....
Sono certo che voi, paladini della legalità e della morale, sarete i primi a puntare il vostro indice inquisitore qualora fossero accertate inosservanze dello statuto e/o comportamenti contrari ai precetti da esso indicati.

Mi raccomando non andate di nuovo in letargo se dovesse succedere qualcosa.
Secondo me vi potreste iscrivere a sinistra critica. Vi daranno la tessera onoraria.


A presto.

Corrado Antonioni 2010-07-26 08:32:33

Non è mia abitudine commentare notizie sui blog, ma di fronte a certe affermazioni mi sembra doveroso non astenermi: lavorano tutto il giorno tutti i giorni? Spero sia una bella battuta, in caso contrario mi chiedo in che mondo vivano alcune persone. Anche io sono un illustre sconosciuto, come credo la maggioranza di chi legge; ma come si può sostenere che queste persone siano esempi di dedizione? Vedevano talmente poco la famiglia da doverla portare tutta in politica per avere più occasioni di incontro? A parte riempire la città di manifesti con il suo nome, quali altre grosse iniziative ha organizzato il nostro coordinatore? Perché la lega nord con i nostri stessi voti ha ottenuto la presidenza della regione e noi l'assessorato allo sport?
Non conosco la storia del congresso e non esprimo opinioni in merito; ma dopo anni di questa gestione credo fosse indispensabile un cambiamento al vertice.
Spero sinceramente, per il bene del partito e dello stato, che ha bisogno come il pane di un partito che abbia la legalità e il rispetto della costituzione come fondamento, che questi nuovi dirigenti si dimostrino migliori di quelli passati e riportino i problemi reali al centro della discussione.

Piero Viva 2010-07-25 23:46:28

Prima di parlare, sarebbe il caso di leggere un giornale ogni tanto: chi sarà mai l'unico onorevole dell'Italia dei valori ad essere favorevole alla gestione privata dell'acqua? Ma quel genio politico dell' onorevole Porcino, il nostro amato consigliere comunale talmente preso dalla raccolta firme da non riuscire a presentarsi neanche più in consiglio dove non lo vedono da mesi (evidentemente dava ripetizioni al giovane rampollo). Per fortuna abbiamo la signora Bugnano, anche lei però occupata da mesi nel preparare le torte per l'arrivo del presidente, mentre i problemi della cittadinanza passavano in secondo piano. Ma cosa sono i problemi dei senza casa e dei senza lavoro di fronte all'esempio di onestà e dedizione dei nostri eroi impegnati per il partito anche sotto la neve e le intemperie? Che esempi di impegno politico, di sacrificio; quasi quasi mi commuoverei se non pensassi ai soldi che lor signori hanno accumulato nel corso degli anni, mentre noi illustri sconosciuti faticavamo per arrivare a fine mese. Certo, io non conto niente e non rappresento nessuno, ma credo di avere il diritto di poter esprimere la mia opinione (o forse vorreste un bel bavaglio per chi non la pensa come voi?).

Viva i leccaculi 2010-07-25 20:08:55

" Due luridi pidocchi sulla criniera di un nobile cavallo ", esclamo' un celebre Dirigente Comunista parlando di due militanti del partito, poi non piu' tali. I pidocchi sul nobile cavallo di IDV, pero', temo stiano diventando tanti, e sicuramente piu' di due. Spero che qualcuno non debba dover ripetere quella famosa frase, e spero pure che rimanga un nobile cavallo... e non un asino. Direte voi , perche' un asino? Perche' sta dilagando l'Onagrocrazia. Traduco . Gli stalloni, i purosangue, i cavalli di razza, hanno avuto sempre la meglio, in virtu' della loro stessa natura, delle doti innate. Ad un certo punto pero' gli asini, si resero conto che se si contavano, erano molto di piu' degli stalloni. E cosi' cominciarono ad invocare la quantita', il numero . In virtu' del cratos da attribuire alle maggioranze, hanno preteso il Potere degli Asini al Potere: la Onagrocrazia. Varenne pero',......................resta Varenne. Ci possono essere tutte le maggioranze di asini che si vuole. Varenne resta Varenne. E stiano pure tranquilli gli asini, non ci saranno ripercussioni .....perche' Varenne non ama fare " Bardotti ". Per i meno dotati,che stentano a capire l'ultima frase ....................la spiegheremo nella prossima puntata.

Per il Sig. Piero Piva 2010-07-25 12:27:34

Vorrei chiedere al signor Piero Piva che pontifica il niente:
quante firme ha raccolto per il referendum sul lodo alfano?
e quante ne ha raccolte sui tre quesiti per la quale ancora è aperta la sottoscrizione(acqua, nucleare e leg. imped.)?
e, mi dica, dov'era quando la "gestione dittatoriale" preparava le liste per le elezioni provinciali? Sa, anche li bisognava raccogliere le firme..
e, la prego, dove trascorreva il suo tempo quando la casta preparava gli eventi per accogliere a Torino e provincia il presidente Di Pietro nel corso degli anni?
Glielo dico io.
Lei non c'era. Perchè è un illustre sconosciuto, come l'80% dei membri delle segreterie elette dal congresso burlesque e capeggiate da un seminarista fuori corso .
Ma credete veramente che 50 persone rappresentino IdV a Torino??
Sa chi svolgeva e svolge tutte le attività del partito? quella che lei e altri chiamano casta, gestione dittatoriale.

Se lo vede un deputato della repubblica raccogliere sotto la neve (perdio) le firme contro il lodo Alfano? Non si agiti, era l'onorevole Gaetano Porcino.
L'atro deputato, Cambursano, era a mangiare il bue grasso a Carrù. Glielo chieda egregio Piva, glielo dirà come ha dovuto dirlo a Di Pietro: ha raccolto zero firme.

Se il Piemonte oggi ha raggiunto il risultato prefissato per la raccolta delle firme è grazie alla coordinatrice per i referendum senatrice Bugnano che, nonostante boicottaggi vari, è stata, unitamente a Porcino e Buquicchio, dalla mattina alla sera in piazza ed in giro per la provincia a raccogliere firme.
Questo, insieme a tanto altro, anzi, tutto fino ad ora, hanno fatto per il partito quelli che lei chiama casta. E se casta vuol dire lavoro per il partito che implica togliere tempo alla propria famiglia, lavorare tutto il giorno tutti i giorni, organizzare le varie manifestazioni (senza pulmann pagati per raccogliere consenso personale... e non per il partito), ecc beh, io sono a favore della casta!

Piero Viva 2010-07-24 18:38:10

Sono un tesserato dell'Italia dei valori e sono contento di aver partecipato ai congressi tenutesi la settimana scorsa: dopo anni di gestione dittatoriale, scelte imposte dall'alto molto discutibili come la candidatura della "giovane promessa" Porcino di cui non si capiva neanche bene il nome ( Gaetano, Giovanni?mah...) finalmente ho avuto la possibilità di esprimere la mia opinione e di poter partecipare alla vita del partito; il fatto stesso che gli iscritti abbiano potuto liberamente esprimere la propria preferenza dovrebbe essere motivo di orgoglio per tutti i tesserati, invece devo constatare che alcuni dirigenti cerchino in ogni modo di renderci ridicoli agli occhi della gente pur di non perdere i propri posti, si veda la proposta del coordinatore regionale di scegliere i dirigenti tramite esami con commissioni super partes (conoscendo la loro idea di democrazia, immagino che per il Piemonte avremmo lui, la moglie, l'onorevole Porcino con il figlio e qualche cugino di secondo grado). Spero che i nuovi dirigenti riescano a fare pulizia dei tanti nullafacenti che ancora occupano posti di potere e che l'IDV torni ad occuparsi dei problemi della città(e sono tanti) dopo anni di assenza. Viva la democrazia!

Sandro R. 2010-07-22 14:11:55

Cambursano prima del congresso era segretario cittadino, ma di quale rivoluzione o sconfitta della casta stiamo parlando?

Luca M. 2010-07-22 11:41:24

Renato Cambursano ha sconfitto la Casta?! Lui, che da quaranta anni è in politica, è il cambiamento che vogliamo?! E' fondamentale essere seri e attenti prima di dare un giudizio e soprattutto non farsi strumentalizzare nelle lotte di potere, perchè è evidente che il nostro onorevole di lungo corso ha voluto sfruttare e fomentare un malcontento, in alcuni casi anche legittimo, "per potersi prendere tutto il partito".
L'unica sconfitta in questa fase è la natura stessa di IDV: centinaia di tesseramenti fasulli pagati a gente che credeva anche che IdV fosse una bocciofila (sottolineo centinaia), un congresso che alla presentazione delle mozioni aveva accreditato circa 50 tesserati su 1500, e che a pochi minuti dalla chiusura dell'accreditamento fa giungere, nonostante ci fosse una sola mozione, le solite vecchie truppe cammellate, raggiungendo comunque solo quasi il 10% degli aventi diritto. Nessun amministratore dei territori è voluto essere presente, giovani idv volutamente assenti, dirigenza storica (quella che c'era dai tempi di Mani pulite non quella che è entrata in IdV quando faceva comodo) assente.
Cambursano è contro i veterodemocristiani, lui che è l'unico vero ex Dc? Dobbiamo chiederci se è confluito nella mozione di Pardi per bloccare il figlio di Porcino, altro personaggio poco idv, per giustamente combattere il vergognoso nepotismo o per stoppare il suo primo rivale alle Regionali (Cursio, uomo di Cambursano, ha vinto per soli 6 voti di scarto).

Questo non è rinnovamento!
Non credo ci sia da essere strafelici, ma positivi sì, perchè mi pare che il fronte di chi vuole lottare per un IdV pulito si sia consolidato e perchè questo Congresso non ha alcuna legittimazione.

ANTONELLA 2010-11-07 18:20:53

DIO C'E'.....

francesco to 2010-07-22 05:16:39

Carissimo On.le Cambursano,
sono veramente contento dei risulatati dei congressi,mi auguro di vero cuore che questa sua vittoria sia il cambiamento che porterà il partito ad una nuova rinascita dei valori su cui si fonda. Come dice Luigi de Magistris abbiamo bisogno di persone con la schiena dritta
e lei sicuramente lo è e questo sarà di esempio per tutti noi.Le auguro vivissimi auguri a lei e a tutti i vincitori e buon lavoro.
UN MILITANTE STRAFELICE.

Alessandra Piva 2010-07-20 18:06:31

Caro Renato,
ci siamo salutati di sfuggita al congresso nazionale ma ti ricordo con stima e affetto.
Ricordo quando appena fondata l'IDV avevi redatto il manuale per i tesorieri provinciali, ricordo gli incontri a Busto...
Congratulazioni e complimenti per aver battuto e sconfitto la Casta : cambiare si può, cambiare si deve !
A presto
Alessandra

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j