Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 08 Luglio 2010
DE LUCA ACCETTA LA PRESCRIZIONE. DI PIETRO AVEVA PROMESSO CHE AVREBBE RINUNCIATO. ADESSO IL LEADER IDV CHIEDA SCUSA AGLI ELETTORI CHE HA INGANNATO.
IL SINDACO DI SALERNO PROSCIOLTO PER PRESCRIZIONE NEL PROCESSO SULLA DISCARICA DI OSTAGLIO. DE MAGISTRIS: "DE LUCA E' UN PINOCCHIO DELLA POLITICA".
In primo grado era stato condannato a quattro mesi di carcere e ad un'ammenda. Ma prima delle elezioni regionali aveva garantito che avrebbe rifiutato la prescrizione e Di Pietro aveva utilizzato questa promessa da marinaio per convincere il suo partito che era giusto appoggiarne la candidatura a presidente della regione Campania. De Luca inoltre conserva due poltrone, quella di sindaco e di consigliere regionale, dopo aver promesso che avrebbe fatto solo il leader dell'opposizione.
Ricordate il controverso appoggio di Antonio Di Pietro alla candidatura di Vincenzo De Luca come presidente della Regione Campania? Per cercare di ammansire la ribollente platea del suo partito, l'ex pm intervistato da Luca Telese su "Il Fatto quotidiano" il 18 febbraio scorso, dichiarò: “Le do una notizia De Luca mi ha promesso di rinunciare alla prescrizione per il processo sullo stoccaggio dei rifiuti”. E invece il 6 luglio scorso, la Corte d'appello di Salerno nel processo sulla discarica di Ostaglio ha sentenziato il non luogo a procedere nei confronti di De Luca e dell'ex sindaco, Mario De Biase per intervenuta prescrizione. E a chiederla sono stati proprio gli avvocati di De Luca. Forse perchè dopo la condanna in primo grado a quattro mesi di carcere e a 12.000 euro di ammenda, il sindaco di Salerno temeva di essere di nuovo condannato? E' possibile, visto che la corte, dopo una camera di consiglio durata otto ore non ha accertato l’esistenza di prove certe e inconcusse a discolpa degli imputati e quindi non ha potuto assolvere nel merito gli imputati. Sentenza di assoluzione infatti di sicuro non c'è stata. De Luca era accusato di aver utilizzato la discarica oltre la scadenza delle autorizzazioni violando il decreto Ronchi.  Il 2 agosto 2001, dopo mesi di proteste dei cittadini per i nauseabondi odori che provenivano dal sito, divampò un incendio che avvelenò di fumo e miasmi la zona, mandando in tilt la circolazione sulla Salerno-Reggio Calabria. La notizia della prescrizione ha provocato la reazione irata di Luigi De Magistris: "Vincenzo De Luca è un altro pinocchio della politica italiana. Ha tradito la fiducia degli elettori del centrosinistra che, in buona fede, lo hanno votato credendo in lui per un rinnovamento, e per non lasciare la regione Campania al centrodestra. Un credito immeritato. Con l'accettazione della prescrizione per la condanna riportata in Corte d'Appello, De Luca conferma pienamente tutte le perplessità che a suo tempo espressi con la contrarietà alla sua candidatura." Da Di Pietro però silenzio di tomba. E silenzio pure da Nello Formisano che di De Luca è stato un entusiasta sponsor. L'Idv campano peraltro tace anche su un altra imbarazzante questione: De Luca continua a mantenere la poltrona di sindaco di Salerno e quella di consigliere regionale, nonostante avesse promesso che in caso di sconfitta avrebbe fatto il leader dell'opposizione a tempo pieno.  Per De Magistris questa è un'altra prova della inaffidabilità di De Luca. Ma Formisano che ne pensa? Perchè attacca il Pd solo sulle poltrone che avrebbe negato all'Idv e non su questioni come la doppia carica di De Luca che assumono anche un notevole rilievo morale?

 


Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
pippo 2010-08-02 18:35:36

la solita bufala. vi seguiro*a presto.

Flavio Baccaro 2010-07-17 20:57:46

Ero presente al congresso "FARSA" a febbraio 2010 come Delegato Provinciale. Quante BALLE. Se le Balle sono i loro VALORI, di chi ci dobbiamo fidare? Per questo sono uscito da l'IdV, non ci avrei creduto se non avessi visto e sentito di prima persona cosa è uscito dai responsabili dell'IdV.
Noi ... Disitalianizzati siamo altro, non abbiamo niente a che fare con questi ... raccoglitori di soldi, siano essi di Destra e di quelli che si trovano a Sinistra della Destra.
www.flaviobaccaro.org

Salvatore Vigo 2010-07-16 15:55:44

Se IDV non rinnova i vertici non vedrà l'alba del 2011... purtroppo:

http://www.jusprimaenoctis.net/?x=entry:entry100712-001217

veneziano deluso 2010-07-13 09:41:24

Ormai l'era di Di Pietro è finita. Popolo IDV svegliatevi lasciate andare Di Pietro al suo destino, che non è quello di chi vuole veramente cambiare il modo di governare l'Italia. Tante promesse non mantenute e grandi delusi in IDV.Restituite le tessere e lasciatelo solo, con i signorsi che ha messo in tutti i posti chiave nelle varie regioni.

Delegato lombardo MOLTO deluso 2010-07-10 09:15:10

Anche io ero tra i delegati al congresso IDV di Roma. Concordo con l'amico Lombrdo.

Di Pietro sta facendo l'errore di scambiare la missione di risanare il paese con il consenso a breve. Quest'ultimo non necessarimente è garanzia della prima.

Se un movimento diventa un Partito COME TUTTI gli altri, bravo solo a muoversi nel tessuto politico logorato ed infestato da squali e cariatidi , è finita ancora prima di cominciare.

sonia 2010-07-09 22:41:17

Alt alla Procura.
Intercettazioni su De Luca la Cassazione: distruggetele.

Le intercettazioni telefoniche su De Luca, nell'ambito dell'inchiesta Sea Park, vanno distrutte. La Procura della Repubblica perde il round in Cassazione: la Suprema Corte ha infatti respinto il ricorso di appello con il quale il procuratore Apicella e il pm Nuzzi, titolare dell'indagine, si erano opposti alla ordinanza del gip Sgroia assunta in sede camerale. Il gip, infatti,aveva chiesto la distruzione delle telefonate a seguito della legge sull'immunità parlamentare che garantisce la riservatezza delle telefonate di un parlamentare anche se in maniera indiretta, cioè fatte da utenze degli altri indagati.

Ma non è che Vincenzo De Luca ha in santi in paradiso? Ma che fine hanno fatto Apicella e la Nuzzi? Quindi di cosa ci dobbiamo meravigliare?
De Luca ha studiato da presidente della Regione per immaginare una società migliore con più acquirenti di zeppole, caro De Luca, seppure con i propri limiti ed i propri errori ( ma forse i sindaci ne sono immuni? ), con le zeppole rischiano di aumentare anche i babà. I cialtroni sono ben altri e non coloro che vogliono aria pulita.
Piazza della Libertà sarà il nuovo volano per l'economia locale? Mah!
Io credo che Vincenzo De Luca è un ottimo clawn, è il sorriso in corsia degli ospedali non solo dei matti ma anche di Pediatria dell'ospedale. Potrebbe organizzare tante giornate belle, nel solco di una collaudata sinergia tra chi ridà la salute ai piccoli ammalati e che dona loro quella forza in più che deriva dal sorriso, dall'allegria, dalla voglia di stringere i denti e tornare alla normalità.
Usa i santi che hai in paradiso per cose migliori caro Vincenzo.

Ernesta Del Sarto 2010-07-09 07:59:24

Non avevo dubbi che sarebbe andata così.. anche se avesse vinto! Cosa gli avrebbe impedito di non farlo, la promessa fatta al congresso?? ma per favore.. mi aspetterei da chi ci rappresenta meno "ingenuità" e maggior ascolto dei propri sostenitori ed elettori che oggi si sentono un po' più presi in giro.. per quanto tempo ancora?

Delegato lombardo MOLTO deluso 2010-07-08 18:09:02

Io ero tra i delegati al congresso IDV di Roma. Di Pietro ha fatto di tutto per far passare l'appoggio a De Luca tra i MOLTI mugugni dei delegati. Uno degli argomenti usati da Di Pietro per farci ingoiare questo grandissimo rospo e' stato proprio quello della sua eventuale rinuncia alla prescrizione. Che delusione Antonio!

Altra grandissima delusione e' stato l'impegno ufficiale , in risposta ad una mozione, di una assemblea di tutti gli iscritti della lombardia prima della stagione congressuale.
Impegno preso, assemblea mai fatta!

Ovviamente Di Pietro puo' fare, o non fare, quello che vuole.
Piccolo problema: chi gli crede piu' adesso?

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j