Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
18 Luglio 2010
INCREDIBILE A VARESE! IL COORDINATORE PROVINCIALE MILANI BATTUTO PER UN VOTO DA UN RAGAZZINO DI VENTUNO ANNI. DECISIVO IL RUOLO DELLA MINORANZA DI MARCO BUSACCA.
IL NUOVO COORDINATORE PROVINCIALE DI VARESE SI CHIAMA MARCO BERTOLDO. AI TEMPI DI MANI PULITE AVEVA TRE ANNI.
Un brutta sconfitta per l'uomo di Piffari, anche se non è del tutto chiaro quali siano le reali capacità di Bertoldo e soprattutto le sue intenzioni. Chi c'è dietro di lui? Farà una politica di rinnovamento o si farà teleguidare dalla casta lombarda? Nel vecchio direttivo era schierato con la maggioranza di Milani. E' solo un giovane carrierista?
In un torrido pomeriggio di luglio a Varese è accaduto quello che sembrava impossibile. Alessandro Milani, il ras dell'Idv locale ha perso per un solo voto, 41 a 42, la poltrona di coordinatore provinciale. A vincere il congresso è stato infatti Marco Bertoldo, (nella foto) gallaratese, attuale responsabile giovani e membro uscente del direttivo, un ragazzo di 21 anni molto sicuro di sè e che viste le premesse potrebbe anche avere un futuro importante in politica. A giudicare dalle lacrime della moglie di Milani, Vilma Borsotti, consigliera provinciale dell'Idv, per la famiglia simbolo della casta locale, è stato un evento inatteso e soprattutto poco gradito. Il congresso è stato caratterizzato dai soliti comportamenti di Piffari che ha escluso 6 iscritti legati alla minoranza di Marco Busacca. Su 36 richieste di iscrizione della minoranza solo a due militanti è arrivata la tessera in tempo per il congresso. Quelli senza tessera ma iscritti, presentatisi oggi all'assemblea, sono stati inizialmente respinti, quindi accettati, poi di nuovo respinti perchè non iscritti nell'anno 2009 (questa la motivazione addotta da una persona sicuramente super partes, Vilma Borsotti) e quindi non in regola poichè, in quanto nuovi, avrebbero dovuto versare la quota entro il 31 marzo, mentre questi iscritti avevano versato i soldi il 27 aprile, come se fossero stati vecchi iscritti. Il problema è che lo erano davvero, come la leader della Base Idv, Alessandra Piva ha dimostrato. Ma il fatto che ha cambiato le sorti del congresso è stata l'esclusione della lista di Marco Busacca, con la motivazione che uno dei suoi candidati al direttivo non risultava, anche lui, iscritto nell'anno 2009, quando in realtà era stato addirittura delegato al congresso nazionale di Roma dello scorso febbraio. Questa decisione non è piaciuta molto al garante Gabriele Sola, ed è costata carissima a Piffari perchè in ragione di questa esclusione Busacca è stato costretto a far convergere i suoi voti sulla lista Bertoldo, regalandogli in questo modo la vittoria. Se le liste fossero state tre, infatti, sicuramente avrebbe prevalso Milani. Chi sia però Bertoldo politicamente, non è ben chiaro. Il giorno prima del congresso ha fatto saltare l'accordo propostogli da Busacca perchè voleva a tutti i costi fare il coordinatore, cosa cui ambiva anche Busacca, decisamente più anziano ed esperto di lui, e così hanno deciso di andare separatamente al voto, una decisione che poteva comportare la loro sconfitta, se poi non fosse arrivato il provvidenziale autogol di Piffari. E adesso? Se come ventunenne Bertoldo sarà eccezionale, resta pur sempre un ventunenne e non è affatto certo che possa rappresentare politicamente una svolta rispetto a Milani se non dal punto di vista meramente anagrafico. Il rischio infatti è che Bertoldo, in ragione della sua giovane età, possa diventare un "fantoccio" nelle mani di Piffari. Le premesse ci sono tutte. Bertoldo infatti nel direttivo uscente faceva parte della maggioranza di Milani e non ha mai dato segno di inquietudine politica criticando i discutibili comportamenti dell'ex coordinatore provinciale, nonostante a Varese fosse presente un importante focolaio di dissidenza. Insomma, il risultato della cittadina lombarda deve essere considerato importante non tanto perchè ha vinto Bertoldo, ma soprattutto perchè ha perso Alessandro Milani.  

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Anna R.G. Rivelli 2010-08-31 16:14:10

Ah ah ah... per invitarmi a cena, Marco, Di Pietro dovrebbe arrivare a prendere il posto del Berlusca e baciare la mano a Gheddafi! Forse a mangiare a tue spese non ce la faccio! A bere, però, mi sa tanto di sì!
Alla prossima.
Anna

Marco Busacca 2010-08-31 11:48:54

Simpaticissima Sig. Anna mi permetto di essere più confidenziale con te e sarò ben felice non solo di pagarti da bere ma se ci sarà l'occasione anche di invitarti a cena, naturalmente pago io.
Mi auguro di poterti incontrare, chi lo sa?
Un abbraccio affettuoso
Marco Busacca

Anna R.G. Rivelli 2010-08-31 09:02:29

Ciao Alessandra,
non faccio fatica a crederti, ecco perché continuo a discuterci. Solo mi dispiace per lui, perché mi sa tanto che dovrà pagarmi da bere. Un abbraccio

Alessandra Piva 2010-08-30 23:04:31

Ciao Anna,

Marco è una brava persona. Milani ne aveva chiesto l'espulsione ed era stato sospeso in maniera cautelativa.
Marco ha fatto campagna elettorale per Cavalli provocando le ire del capo Milani ( tutti gli iscritti avevano il dovere di votare il capolista, cioè lui !)

Un abbraccio
Alessandra

Anna R. G. Rivelli 2010-08-30 22:08:31

Caro Marco,
le assicuro che non ho la benché minima rabbia nei confronti del partito, ho solo la consapevolezza che è assai più pericoloso del Pdl per chi tiene davvero alla democrazia di questo Paese. Veda, io so benissimo che le persone motivate a combattere per salvaguardare i valori ( giustizia, legalità, uguaglianza, costituzione ecc...) si avvicinano volentieri all'IdV, perché nella teoria è il partito che quei valori li difende. Nella pratica invece fa tutto il contrario e, permettendo una gestione da peggior prima repubblica, finisce per vanificare gli sforzi di tutti coloro che nel partito entrano per fare resistenza. Lei sa meglio di me che in questo Paese siamo arrivati al punto che la Resistenza si dovrebbe fare davvero; con chi la facciamo? Con i Milani? Con i Pedica? Con i Belisario? Con tutti i colonnelli e i caporal maggiori che per un piatto di lenticchie si vendono la primogenitura, quella degli altri ovviamente? Lei sa com'è stato costruito il quesito dipietrista sull'acqua pubblica? Sa quanti indagati e inquisiti ci sono nelle file IdV? e quanti transfughi che spendono i loro pacchetti di voti conquistati a suon di clientele? E sa quante volte gli eletti IdV si schierano più o meno apertamente con quelli che Di Pietro dice di voler combattere? Ecco, io tutte queste cose le so. All'inizio non ci volevo credere, ma ho verificato fino a registrare le parole del Presidente e a confrontarle con le sue azioni. Da piangere! Ecco. La mia non è rabbia, è desiderio di non far disperdere le forze positive di questo disgraziato Paese. E non è nemmeno pregiudizio perché io il giudizio l'ho fatto dopo aver toccato con mano la realtà del partito. Naturalmente sarei felicissima di sbagliarmi. Ho tifato per quattro anni contro me stessa e la mia intelligenza, posso anche continuare a farlo, sperando di vincere prima o poi ! La saluto e in bocca al lupo. Poco ci manca e il tempo darà ragione ad uno di noi due. Chi perde, paga da bere.
Anna

Marco Busacca 2010-08-30 19:00:34

Carissima Anna, come vede nella mia risposta precedente, troverà già alcune conferme, conosco perfettamente sia la sig. Alessandra Piva sia Alberto boschi e loro possono testimoniare la mia battaglia politica al congresso, credo sia più giusto visto non ci conosciamo di persona sentire uno dei due che ho citato e informarsi.

Per quello che riguarda la nomina del responsabile cittadino sig. milani come leggerà sotto, ho espresso il mio disaccordo ma più di questo non posso fare.
Riguardo ai congressi è vero si sarebbe dovuti partire dai provinciali e cioè dalla base degli iscritti salire fino al nazionale ma è una mia personale opinione e le ragioni del perché abbiano fatto al contrario non le conosco.

Mi sembra che lei abbia una rabbia verso tutto il partito IDV e credo che non sia giusto affrontare tutte le questioni con un sentimento prevenuto, non siamo mica tutti uguali alcuni hanno la schiena dritta, non penso di essere nella categoria di "quelli" come li definisce lei.

Devo dirle con sincerità che i suoi discorsi non m’infastidiscono assolutamente e potrà succedere che un giorno le darò ragione, chi può dirlo.


Marco Busacca
Consigliere Comunale IDV
Responsabile Eletti Provinciale
www.marcobusaccaidv.altervista.org


Anna R.G. Rivelli 2010-08-30 15:55:23

Gentile Marco Busacca,
approfitto immediatamente. Mi dica perché nessuno ha mai dato risposta alle domande di Alberto Boschi, della Piva ed altri. Mi interessa, sa, anche se io sono così lontana, perchè le stesse domande le ho fatte anche io ed altri come me. Le risposte non ci sono mai arrivate e sa perché? Perché di risposte plausibili non ce ne sono. Scuse sì, a bizzeffe, ma di scuse non abbiamo bisogno. Poi mi dica perché Milani è stato nominato segretario cittadino; mi dica anche perché, contrariamente alla norma e alla logica, si fa prima il congresso nazionale e poi, a pioggia, quelli regionali, provinciali e cittadini, se ci si arriva. Non sarà mica perché tutto deve piovere dall'alto?
Comunque mi spiace doverle parlare così, io non la conosco e sono pienamente consapevole del fatto che in IdV ci sono molte persone in buona fede che si fanno abbindolare dai proclami valoriali, ma che credono in quello che fanno. Se lei è uno di questi, immagino che i miei discorsi le danno fastidio e me ne scuso davvero, anche se so che un giorno forse mi darà ragione. Se, invece, è uno di "quelli", non perda più tempo con me: ho conosciuto IdV troppo bene, per restare incantata.
La saluto di cuore.
Anna R.G.Rivelli

Marco Busacca 2010-08-30 12:19:48

Gentilissima Anna R.G.Rivelli, spero di non essere troppo tonto e credo di non essere neppure troppo scaltro, sono solo uno che piace far politica, possibilmente Politica con la "P" maiuscola.
Lei pensa che io non sappia cosa vuol dire opporsi ad un segretario provinciale?
Non stò quì a raccontargli la mia storia, ma solo per verità dei fatti io sono stato uno dei più critici e combattivi verso la politica messa incampo da Milani.
E' vero le critiche devono esserci, ma quantomeno date il tempo a questo nuovo direttivo di lavorare, abbiamo fatto il congresso il 25 luglio, poi siamo andati tutti in ferie, capisco che non era il caso di dare una nomina in questa maniera e concordo, ma tempo al tempo e poi se qualcuno ha sbagliato se ne assumerà la responsabilità politica.
Mi chieda pure di quali argomenti vuole trattare o sapere, sono a sua disposizione per qualunque chiarimento o curiosità, da parte mia nessuno troverà ostacoli alla chiarezza e trasparenza, la politica e i partiti secondo il mio punto di vista sono espessione del popolo e di proprietà del popolo,
solo uno sconsiderato può pensare di portarsi a casa la segreteria o di farne una cosa propria, prima o poi dovrà risponderne al popolo e i fatti lo dimostrano.
Un saluto affettuoso
Marco Busacca
Consigliere Comunale IDV
Responsabile Eletti Provinciale
www.marcobusaccaidv.altervista.org

Anna R.G.Rivelli 2010-08-30 09:54:42

Gentile sig. Busacca,
io spero sempre vivamente di aver torto, ma in IdV ho sempre trovato gente o troppo scaltra per rispondermi con argomenti precisi, o troppo tonta per accorgersi di quello che succede là dentro. No, mi sbaglio. Ci sono anche molti motivati e in buona fede, però questi prima o poi aprono gli occhi.
Un saluto cordiale.
Anna R.G.Rivelli

Marco Busacca 2010-08-30 08:42:54

Carissima Anna R. G. Rivelli, ho sempre sostenuto che la mia speranza fosse dettata da una mia serenità politica e sono ancora convinto di questa mia scelta.
Ritengo che non bisogna comportarsi nella stessa maniera del sig. Milani, capisco perfettamente che la nomina di responsabile cittadino di Varese porti a dei retroscena che non possono piacere, ma noi non siamo come lui, non abbiamo rancori e non siamo vendicativi, saranno i fatti a parlare e devo dire che alcuni interventi e spunti giornalistici rilasciati dal sig. Milani non mi sono piaciuti.
Voglio solo suggerire due domande o meglio due perplessità:
Chi ci dice che il nuovo coordinatore non si sia pentito della scelta?
Chi può dire se la nomina di milani possa continuare?
L'unico mio disaccordo con il nuovo coordinatore Bertoldo è sul metodo della nomina, Io avrei indetto una assemblea cittadina in maniera che fossero gli iscritti di Varese a scegliersi il responsabile cittadino, ma questi sono solo indirizzi politici di come gestire la segreteria, che ognuno porta avanti con le proprie idee.
Un saluto cordiale
Marco Busacca
Consigliere Comunale IDV
Responsabile Eletti Provinciale
www.marcobusaccaidv.altervista.org

Anna R. G. Rivelli 2010-08-29 21:51:34

Gentile signor Busacca,
dice il proverbio "Chi di speranza vive, disperato muore". Salvarsi da questo luridume è un obbligo.
http://www.iltribuno.com/articoli/201008/idv-varese-bertoldo-nomina-milani-coordinatore-c.php

Marco Busacca 2010-07-21 12:18:03

La vittoria di Bertoldo deve essere presa come stimolo di un cambiamento, il nuovo che avanza.
Riflettere dopo alcuni giorni dal congresso mi porta a pensare che ciò che è avvenuto sia anche sintomo di speranza.
Conosco personalmente Bertoldo e posso assicurare che lavorerà per una nuova stagione.
Vero è che ha una età che non gli permette di avere molta esperienza, ma all'interno del suo direttivo so per certo che ci sono persone capaci e volonterose che lo aiuteranno in questa impresa memorabile.
Tutto il gruppo che mi ha seguito e ascoltato nel riversare la nostra forza in Bertoldo, ha fatto un gesto di maturità politica, e tutti hanno contribuito alla vittoria.
Chiedo a tutti quelli che hanno creduto nella mia mozione e che mi hanno sostenuto di avere pazienza, di evitare polemiche, stiamo lavorando per un nuovo corso politico di aggregazione e passione.
Non diamo l'opportunità a chi spera di poterci accusare di sfascismo, siamo qui per costruire.
Distinti Saluti
Marco Busacca

vito 2010-07-20 16:59:24

si Alberico la mia provocazione non esula dal confronto o scontro verbale (le menate) ma per evitare un appiattimento sterile alla discussione.

vito laudati 2010-07-20 13:18:14

Ma è mai possibile ,nonostanta sia stato eletto vi fate le menate se ha capacità o no, la sua canditatura è un dato di fatto ha avuto la maggioranza .
IL tempo darà la possibilità di dimostrare le sue capacità ,la realtà è davanti agli occhi di tutti. Gli aspetta del duro lavoro . Buo lavoro Morco Bertoldo

Tommaso (VA) 2010-07-20 09:09:08

si cerca di RELEGARLI da qualche parte in organismi

;-)

Tommaso (VA) 2010-07-20 09:03:55

Penso che Bertoldo fino ad oggi sia stato fortemente sottovalutato in ragione della sua giovane età; purtroppo noi non siamo abituati a pensare che i giovani possano fare meglio di noi.

Certo, va detto che egli non si é dimostrato attivo di fronte alle proteste di tanti iscritti avverso i metodi purgatori dell'ex coordinatore, ma si deve pure precisare che forse Bertoldo non aveva ancora quella maturità politica che gli consentisse di reagire.

Bertoldo ha peccato d'inerzia ma egli non é annoverabile tra coloro che hanno invece condiviso e approvato i metodi stalinisti; anzi, a conferma che stesse per esserne vittima, ha dovuto formare una sua lista concorrente, poiché il coordinatore aveva già deciso d'ignorare il lavoro di Bertoldo e di tanti altri che pure per il partito si erano impegnati a fondo, pur senza molti risultati, a motivo dei deludenti risultati di chi avrebbe dovuto coordinare.

Milani di fatto stava procedendo a riconfermare se stesso quale classe dirigente unica e al contempo s'apprestava a un rinnovo pressochè totale del direttivo, ignorando anni di lavoro e di riunioni svolti dal gruppo Bertoldo nell'area cui era stato delegato.

Ad essere corretti, se è vero che in un primo tempo anch'io pensavo alla lista civetta, mi sono ricreduto osservando le reazioni di Piffari al congresso: dopo la proclamazione non mi pare che questi brillasse :-); l'ho insomma visto rassegnato ma neppure profondamente costernato.

Direi che nel complesso la casta si sia rilassata, a differenza che a Mantova, pensando che un giovane non avrebbe mai potutto prendere le redini del partito, nell'errata convinzione che la maggioranza non gli avrebbe dato fiducia.

Questa vittoria é un'ottima occasione per dimostrare le alte potenzialità dei giovani, di cui a parole si parla sempre bene ma nei fatti poi si cerca di rilegarli da qualche parte in organismi che non hanno rilievo, un po' come avviene con le donne.

E proprio nel segno della discontinuità e dell'unità del partito, cui Bertoldo si appella, il prossimo passo del nuovo segretario sarebbe bene consistesse nella riabilitazione degli espulsi e dei non iscritti, fermo restando il diritto di questi ultimi al rifiuto di rientrare.

Marco Bertoldo 2010-07-19 18:29:29

Buonasera,
trasmetto per chi volesse la mozione "LA FORZA DELLE IDEE" che ho avuto il piacere di presentare al congresso:
http://www.idvlombardia.it/Regionale/CoordinamentiProvinciali/CongressiCoordinamentiProvinciali2010/Mozioniesuggerimenti/tabid/211/forumid/32/threadid/62/scope/posts/Default.aspx

Spero che così le mie intenzioni siano più chiare.
Il risultato di ieri ha dimostrato che non si trattava di una lista civetta, come malignamente qualcuno ha insinuato.

Metterò tutto il mio impegno affinchè il partito resti unito e si rafforzi.
Con una gestione trasparente cercherò di far sentire tutti partecipi, entusiasti ed orgogliosi di appartenere all'Italia dei Valori.


Marco Bertoldo

fabrizio colonna 2010-07-19 14:31:05

nessun giudizio ingeneroso, caro martignetti, solo l'evidenziazione di un rischio latente che grava su Bertoldo. Starà alle sue capacità sottrarsi a queste strettoie. Io sono scettico sul risultato, come sono scettico in generale sugli spazi di praticabilità politica di progetti di cambiamento in Idv finchè ci sarà Di Pietro.

Ermanno Martignetti 2010-07-19 09:05:07

Conosco personalmente Marco. Non mi sembra un arrivista, ma un ragazzo che ha voglia di fare politica e di farla al meglio delle sue capacità.
Ad ogni modo, mi pare ingeneroso dare dei giudizi affrettati sul fatto che possa essere un pupo nelle mani di Piffari. Solo il tempo e i fatti potranno dirci se egli sarà all'altezza del compito che si è assunto.
Bisognerebbe, piuttosto, indagare i motivi che hanno indotto Marco a questa scelta. Potrebbero essere gli stessi che hanno, per così dire, costretto i Giovani della Provincia di Pisa a fare altrettanto al nostro congresso del 10 (ma con un esito esattamente opposto): la voglia di dare uno scossone alla gerontocrazia italiana - a tutti i livelli - che affligge in particolare la politica, dove molto spesso non contano le capacità, per quanto acerbe possano essere, ma i capelli bianchi e le tessere congressuali, senza che ciò sia in alcun modo sinonimo di qualità. Anzi.

ALBERTO BOSCHI 2010-07-19 07:23:47

Dal Nicaragua un grido di giubilo: il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi.
Marco Bertoldo non potrà mai fare peggio di Milani e comunque non ha mogli da piazzare e neppure figlie. Alleluia!

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j