Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
La Redazione 07 Settembre 2010
BASILICATA. LA GUERRA NELL'IDV. BELISARIO ESCLUDE IL VICEPRESIDENTE DELLA REGIONE, ANTONIO AUTILIO, DA UNA MANIFESTAZIONE DEL PARTITO. ECCO LA LETTERA DI PROTESTA DELL'ESPONENTE EX DC.
BELISARIO NON AMA PIU' L'EX ASSESSORE ALL'ISTRUZIONE E CERCA IN TUTTI I MODI DI EMARGINARLO. PERCHE'? DON FELICE TEME CHI HA VOTI PROPRI: PRIMA LI UTILIZZA E POI LI GETTA PER EVITARE CHE QUALCUNO POSSA OSCURARLO, LUI CHE I VOTI NON LI HA MAI AVUTI. GIA' IN CAMPAGNA ELETTORALE AVEVA DATO INDICAZIONE DI VOTARE UN ALTRO CANDIDATO.
Le fregature per Autilio (nella foto) sono cominciate subito. Non voleva candidarsi alle regionali e Di Pietro in persona lo ha costretto dicendogli che aveva bisogno di persone credibili nel territorio e promettendogli che sarebbe diventato assessore. Poi assessore è stata nominata Rosa Mastrosimone, appena bocciata dagli elettori.
Nel ricevere via email da parte dell’Ufficio UNO la comunicazione del programma delle tre iniziative “”incontri e confronti” nell’ambito della manifestazione ITALIA DEI VALORI IN PIAZZA, promosse in Basilicata dal sen. Felice Belisario per i giorni 6-8-9 settembre 2010, rilevo, con grande rammarico, di non essere stato contattato preventivamente per la partecipazione a nessuna delle tre iniziative, né di essere stato inserito in nessuno degli interventi programmati, pur rivestendo attualmente la funzione politico-istituzionale di Vice Presidente del Consiglio Regionale e pur avendo ricoperto fino a qualche mese fa l’incarico di assessore regionale con delega alla Formazione, alla Istruzione e al Lavoro (temi specifici degli incontri in programma).
Noto in particolare che l’esclusione riguarda unicamente la mia persona essendo stati previsti comunque gli interventi degli altri colleghi consiglieri regionali e dell’assessore in carica.
La mia esclusione, sia chiaro, non è dovuta a mio impedimento, ma è stata, evidentemente, decisa dall’organizzatore dell’iniziativa e ne ignoro le motivazioni politiche ed oggettive.
Non ritengo che le manifestazioni organizzate a nome del Partito possano in qualche modo essere gestite applicando valutazioni personali ovvero atteggiamenti “penalizzanti” senza una ragione politica: ove peraltro vi sia tale motivazione gradirei conoscerla da chi ha responsabilità politiche di direzione e di garanzia 
del Partito.
Non ne faccio certamente una questione di protagonismo ma, più semplicemente, pongo un problema di metodo di gestione di iniziative e di attività di partito, metodo che allo stato non mi sembra rispondere ad alcuna logica se non a quella della prevaricazione.
La divulgazione dell’invito a tutti gli iscritti, come giustamente effettuata dall’Ufficio Uno per una opportuna e dovuta informazione, e successivamente effettuata anche dall’Assessorato alla Formazione e Lavoro della Regione Basilicata, ha comportato conseguentemente la conoscenza della mia esclusione offrendo ovviamente una immagine che richiama ad una presunta frattura del partito regionale, nonché spunti di riflessione che possono essere equivocamente valutati a mio danno.
Prego pertanto codesto Ufficio Uno a voler diffondere con il medesimo sistema di comunicazione di posta elettronica il contenuto della presente nota agli iscritti della Regione Basilicata per la dovuta conseguente chiarezza dei comportamenti.

Antonio Autilio 








La Redazione

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
pasquale caroppo 2010-09-30 11:55:20

Credo sia giunto il momento per trarne le debite conseguenze: attendere ulteriormente significa,come è successo a Michele,flagellarsi.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j