Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Giulietto Chiesa 09 Settembre 2010
DIALOGO IMMAGINARIO TRA BERSANI E DI PIETRO.
In trepidante attesa di sapere se le elezioni anticipate si terranno a marzo o no, facciamo uno sforzo di immaginazione pensando a cosa si direbbero Bersani e Di Pietro se si incontrassero.

Bersani: Onorevole Di Pietro, che piacere, si sieda, le posso dare del tu?
Di Pietro: certo Pierlui', manco da chiederlo.
Bersani: bene Tonino, bene... forse te lo immaginavi ma ti ho chiamato per parlare di elezioni e alleanze...
Di Pietro: me lo immaginavo eccome Pierlui'! 'Ca nisciuno è fesso! Ah ah ah (Bersani rimane serio)
Bersani: allora Tonino, qui abbiamo stampato un po' di messaggi tuoi, del tuo sodale Beppe Grillo, del tuo giornalista di riferimento Marco Travaglio...
Di Pietro: e che ci sta scritto, Pierlui'?
Bersani: c'è scritto che noi del PD siamo un ammasso di cadaveri, che non siamo nè carne nè pesce, che siamo i migliori alleati di Berlusconi, che siamo inciucisti, che il PDL e il PD sono uguali. Poi c'è scritto che...
Di Pietro: ma quella è solo tattica, Pierlui'! E poi io che c'azzecco con Grillo? E' vero che ci difendiamo a vicenda e che le comunicazioni ce le curano i Casaleggio però sono il primo a dirti che Beppe Grillo è eccessivo, aho Pierlui', mica penserai che preferiamo Grillo a te vero?
Bersani: ...scusa, stavo dicendo... c'è pure scritto che Napolitano-Morfeo è il peggior presidente della storia, che è corresponsabile delle porcherie di Berlusconi, leggo addirittura che c'è chi chiede l'impeachment. No, dico, l'impeachment per Napolitano...
Di Pietro: ma no Pierlui', i giornali hanno scritto cose inesatte, dai retta a me, poi lo sappiamo che Travaglio esagera. E' bravo Travaglio eh ma esagera sono il primo a dirti che esagera Pierlui'!
Bersani: ...scusa, Tonino, finisco: leggi un po' questo contratto. C'è scritto: "dopo le elezioni faremo un gruppo unico con il PD". Sai chi l'ha sottoscritto, Tonino?
Di Pietro: eddai Bersa', l'ho fatto per farti un piacere, possibile che non l'hai capito? Dovevate scaricare Veltroni, no? E io vi ho dato una mano, a te e a Massimo, no? L'hai capito che era tutta una sottile strategia politica quella dello zio Tonino, l'avete capito di sicuro, vero Pierlui'? Massì, tu sei troppo furbo per non averlo capito, Pierlui'! Ah ah ah, ridiamoci su e scurdammoce o passato, dai Pierlui'!
Bersani: Tonino, te lo dico sinceramente: è assolutamente necessario separarci e correre ognuno col suo polo.
Di Pietro: ma come Pierlui'! Non è una buona idea! Il popolo del PD, fidati che li conosco bene, non accetterebbe che tu mi butti fuori in questo modo, Pierlui'! Pensa a cosa scriverebbe Travaglio! Ti fa un culo che la metà basta.
Bersani: Travaglio? Non cambierebbe niente. Ci da' addosso tutti i giorni additandoci come i veri nemici della democrazia e i veri responsabili del berlusconismo, e farebbe altrettanto domani. Con un vantaggio: almeno gli elettori capirebbero che sta con voi, che siete un altro polo rispetto a noi. Non sarebbe più fuoco amico, ma fuoco nemico. E quindi il tuo Travaglio avrebbe finito di danneggiarci. Da questo punto di vista avremmo solo da guadagnarci.
Di Pietro: Ma così consegnate l'Italia a Berlusconi, Pierlui'! I vostri elettori voterebbero per me.
Bersani: ottimo. Se è così, dovresti essere contento della nostra decisione. Convengo che per te sia vantaggiosa. Anzi diciamocelo: se tu ti allei con noi, prendi il 5-6%. Se vai da solo o con Beppe Grillo arrivi al 10-15%. Anzi, è probabile che la grande coppia Tonino-Beppe ci superi di gran lunga, sponsorizzata com'è da Travaglio. Che vuoi di più, Tonino? Ti do' la possibilità di libertarti di noi inciucisti servi di Berlusconi e di allearti con Beppe Grillo, con il quale sei sempre d'accordo.
Di Pietro: Con Beppe c'è gioco di squadra ma il movimento di Beppe non è competitivo, non c'è prospettiva, è tutta 'na roba da dilettanti allo sbaraglio che sfruttano la situazione, Pierlui'! Se pensi che mi piacciono i grillini anzi i grullini con la "u" - l'hai capita la battuta, Pierlui'? ahah - ti sbagli di grosso, eh, anzi io li neutralizzo, canalizzo la loro rabbia in un contesto democratico.
Bersani: Tonino, ma tu sei utile con il tuo polo separato, utile per la democrazia, utile per il Paese. Anche Grillo lo è, sia ben chiaro. E' giusto che gli estremismi in democrazia abbiano una loro rappresentanza. E' per questo che vogliamo cambiare questa legge elettorale qui: per dare a te e a Grillo il sacrosanto diritto di rappresentare il giustizialismo estremo, le posizioni al limite. Allora Tonino, affare fatto? Che dici di andare alla stampa e parlare di separazione consensuale?
Di Pietro: ma no Pierlui', ti sbagli a scaricarci, noi dell'Italia dei Valori siamo alleati fedeli...
Bersani: Ecco, figuriamoci quelli infedeli cosa ci direbbero. Che pussiamo peggio dei maiali, ci direbbero! Eddai Tonino non ci prendere in giro, che non veniamo mica da Montenero di Bisaccia noi....
Di Pietro: Pierlui', non costringermi ad alzare la voce...
Bersani: cosa intendi?
Di Pietro: che non solo molti elettori, ma molti amministratori, parlo di consiglieri e assessori del PD, potrebbero passare con noi. Attenzione a rompere le alleanze, Pierluì, hai visto in Toscana che ti ho fregato un po' di consiglieri...
Bersani: ah, stai parlando di pusticcini, adesso ho capito. Sai una cosa, Tonino? Decine di consiglieri e assessori IDV vorrebbero passare con noi. Non volevo dirtelo per sensibilità politica e per una questione di bon ton. Ma ti assicuro che è così. I tuoi eletti sanno bene che domani noi ci saremo, dopodomani anche.... Ma non possono dire lo stesso del tuo partitello personale. Cioè loro dicono: oggi c'è, domani chissà... Che dici, Tonino, delego i responsabili locali a dialogare con le decine di amministratori eletti con IDV?
Di Pietro: No! Non farlo, Pierlui', ok, adesso me ne vado ma insisto a dirti che stai facendo un errore. Con noi di IDV si vince, con il centro e i finiani si perde, con la sinistra si straperde. Solo io posso farti vincere le elezioni, Pierlui'! Fini Casini e Vendola ti fanno perdere invece Pierlui'!.
Bersani: certo, Tonino, e dal porco si fanno tre prosciutti.































Giulietto Chiesa

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Claudio 2010-09-10 22:42:21

Bersani, al telefono, commenta con qualcuno dei suoi l'incontro con Di Pietro:

"..nun me rompe er cà..".

http://www.youtube.com/watch?v=a6JTx3uBsGU

Giuseppe 2010-09-10 19:06:03

Telefonata tra Di Pietro e Grillo:

Di Pietro: "Caro Grillo ho rotto con Bersa dopo avergliene cantate quattro. Sai come sono fatto io, un uomo tutto d'un pezzo: duro e duro. Gli ho detto: mai più alleanza con voi, solo con Grillo, il mio migliore amico. Sei d'accordo?

Grillo: "D'accordissimo, io faccio il leader e tu il capo del partito. Per i dettagli lasciamo fare ai Casaleggio e a Travaglio che sanno raccontarla.

Di Pietro: "No il leader lo faccio io e tu il capo-popolo. Per i rimborsi elettorali ci penso io, che so come si fa e quindi ti pago un caffè... deca".

Grilllo: "Senti, facciamo un bel sondaggio sul Fatto Quotidiano su chi deve comandare, ma tu non fare votare i tuoi parenti".

Di Pietro: "Accetto tutto ma non che si tocchi la famiglia, per me la famiglia è sacra, tanto è vero che ne ho avute due"... Sai cosa ti dico?, faccio il polo con Fini e Casini che loro difendono sempre la famiglia e quindi anche la mia".

Grillo: "Allora io vado da solo, faccio perdere la sinistra, e posso continuare altri cinque anni con i meetup, con la "palla magica", con la macchina a idrogeno e con l'olio di colza". Passaparola a Travaglio non si sa mai.

Di Pietro: "ok, parola d'ordine: PDL=IDV - (I), (-L), ora e sempre nuove case. PASSAPAROLA.

Antonella 2010-11-07 18:20:53

Fantastico!!!!! Non ridevo così da mesi.
Da dove salti fuori, Marco Demmini? Quanto mi piaci

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j