Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
La Redazione 12 Settembre 2010
INFURIA LA BATTAGLIA PRECONGRESSUALE NELL'IDV PUGLIESE. IL SENATORE CAFORIO SCRIVE A SCHIAVONE RINFACCIANDOGLI I SUOI CONFLITTI D'INTERESSI.
IL CAPOGRUPPO REGIONALE IDV POSSIEDE DUE SOCIETA', UNA DELLE QUALI LAVORA NELL'AMBITO ENERGETICO. SECONDO CAFORIO NON E' ACCETTABILE.
E' guerra aperta tra Orazio Schiavone (foto) e Pierfelice Zazzera. In questa lettera Caforio, che appoggia il coordinatore regionale uscente, attacca il ras della Capitanata sottolineando i suoi inaccettabili conflitti d'interessi e risponde ad accuse identiche che Schiavone gli aveva mosso. Peccato che solo ora Caforio, Zazzera e Belisario si accorgano chi è Schiavone. Potevano pensarci prima. Ormai però è troppo tardi perchè il dentista foggiano ha preso in mano il partito e si avvia incredibilmente a vincere con il suo uomo, De Feudis, il congresso del 9 ottobre. In tutta Italia i militanti Idv, resi incapaci di distinguere il bene dal male, sono ormai rassegnati a scegliere il male minore.


     -------- Messaggio originale --------                               


Oggetto: CONFLITTO DI INTERESSI- tua telefonata del 8

settembre             U.S.                             Data:         

  Sun, 12 Sep 2010 12:07:27 0200                            

Mittente:                      giuseppe.caforio@senato.it            

                A:            orazioschiavone@tiscali.it             

               CC:


Caro Orazio, a seguito della tua telefonata di mercoledì 8 settembre u.s., ho avuto modo di riflettere e quindi, mi corre l' obbligo di ringraziarti per la sollecitudine con cui hai voluto darmi chiarimenti sulle cosiddette società che ti riguardano e che a tuo dire sono state cedute o cancellate. Ovviamente tu saprai che le banche dati delle Camere di Commercio sono contattabili da chiunque abbia l'abbonamento per accedervi. È chiaro che sono notizie di pubblico dominio e quindi posso affermare che allo stato attuale la situazione è la seguente: La SM servizi srl risulta iscritta al Registro delle Imprese di Foggia in data 16/09/ 2009 con capitale sociale di 12 mila euro, di cui 8 mila euro versati da Schiavone Orazio. La ENER.CO. srl risulta iscritta al Registro delle Imprese di Foggia in data 22/11/ 2007 con capitale sociale di 10 mila euro, di cui 2.900 euro versati a titolo di quota nominale da Schiavone Orazio. Entrambe le società hanno come amministratore unico lo stesso Schiavone Orazio fino a revoca. 

Quindi in quanto parlamentare Idv attento a quei valori che andiamo propagandando in tutti i modi,ho sentito il dovere di interessarmi alla questione non per avere delle notizie già in mio possesso, né tanto meno mi interessa sapere della tua attività primaria di odontoiatra, ma per capire le ragioni per cui un capogruppo consigliare dell'IDV Puglia, possa avere interessi imprenditoriali in un settore delicato come le fonti energetiche rinnovabili,le cui competenze sono peraltro strettamente regionali. 

 Da sempre ci opponiamo a conflitti d'interesse a tutti i livelli, e allora come definire questo se non conflitto d'interessi? Poi circa qualche insinuazione che ti è sfuggita in merito alle aziende Caforio, colgo l'occasione per ribadire che come già ti ho anticipato, le suddette aziende non partecipano ad alcuna gara di appalto, non sono soggette a forniture pilotate, ma operano grazie al consenso dei propri utenti guadagnato in 40 anni di onesta attività che è stata all'insegna della professionalità, competenza, correttezza e soprattutto qualità.Il comparto assistenziale in cui operano (assistenza protesica) è perfettamente sovrapponibile al regime dell'assistenza farmaceutica, ove vige il regime della libera scelta.Ti prego dunque di evitare riferimenti a presunte amicizie con sottosegretari o altro, perchè già altri hanno intrapreso questa strada (quotidiani Libero e Senzacolonne e il senatore Tedesco) contro i quali  è aperto un contenzioso per risarcimento danni. 

Pertanto ti chiedo di astenerti in qualsiasi occasione di trattare argomenti relativi alle aziende Caforio, se non  in possesso di prove certe su malefatte delle stesse.           

 

Grazie per l'occasione che mi hai dato.           

 

Cordiali saluti 

 

Giuseppe Caforio

 




La Redazione

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Giuseppe Giordano I D V Bari 2010-10-20 20:36:03

Carissimo Orazio,
la mia non vuol essere una difesa d'ufficio nei tuoi confronti: tu non hai bisogno di nessuno per difendere la tua onorabilità come uomo e come professionista.
Ad ogni buon conto sono felice di poter cogliere l'occasione per manifestarti tutta la mia stima e apprezzamento per quello che sei.
Ci conosciamo da poco (marzo u.s.) e ti posso garantire di aver già coaugulato sulla tua persona un giudizio estremamente positivo: e come da sempre accade per tutti gli abitanti di questa valle di lacrime, tutte le persone hanno i loro bravi nemici e tu, di certo, non ti sottrai a questa regola.
Sabato 16 ottobre scorso la storia dell'IDV pugliese ha registrato il massimo del livore e dell'ostilità nutriti da alcuni personaggi nei tuoi confronti; ma quello stesso giorno quelle figure che costituivano la vecchia nomenklatura del nostro partito hanno avuto una sonora lezione di vita: sono stati vinti e mandati a casa da un responso popolare e altamente democratico.
Ma tu e noi con te, non diciamo: VAE VICTIS ! come la logica di qualcuno suggeriva e come sicuramente sarebbe successo a parti invertite; tu e noi con te, siamo dei Signori con la s maiuscola e per tanto superiori a queste miserie umane.
Sicchè, a fronte di tante cattiverie e tanti possibili torti ricevuti, l'intera parte buona dell'IDV pugliese ti è amica e solidale e unitamente al sommo poeta fiorentino ti consiglia: NON TI CURAR DI LOR; MA GUARDA E PASSA.

Carissimi saluti Peppino

Fabio Pavese 2010-09-15 13:36:58

Leggo anche dall'estero e all'estero le inchieste di Gianni Lannes pubblicate da un ventennio circa. Con vivo interesse ho esaminato l'ultimo approfondimento noto di Lannes sul capogruppo dell'Idv alla regione Puglia, Orazio Schiavone. Bisogna riconoscere che è tutto ben documentato. In calce addirittura si trovano anche le visure storiche integrali delle due società di Schiavone. Altro che rinnovabili. Qui si tratta prevalentemente di inceneritori e rifiuti pericolosi, per non dire altro. E' preferibile una disamina attenta dei documenti. Putroppo sono uno specialista in materia. Putroppo per qualcuno il giornalusta lannes ha maledettamente colpito nel segno. Tra l'altro questo cronista pone degli interrogativi direttamente ad Antonio Di Pietro. Non credo che Tonino sarà in gradofronteggiare dialetticamente Lannes. Nel 2006 il settimanale L'Espresso pubblicò un'altra inchiesta di Lannes su un'inutile opera pubblica in Abruzzo. In quell'occasione Lannes ebbe la meglio sul ministro Di Pietro che non osò replicare neppure mezza parola. Sempre a quel che è noto a causa delle suo lavoro di giornalista indipendente ha subito nel 2009 ben tre attentati; proprio da allora vive sotto scorta della Polizia di Stato.

Monia Lustri 2010-09-13 15:04:14

serve una laurea apposta solo per comprendere cosa scrive Elefante.. incomprensibile.

Biagio Elefante 2010-09-13 10:31:44

Il tezultimo capoverso nel mio commento qua sopra era rimasto monco dell'ultimo periodo, riproduco il capoverso per intero.

Fermo restando che l'amico Orazio Schiavone, come già significato più volte, deve lasciar perdere,specie in questo momento fondamentale per l'edificazione del nostro partito,le sue cordate d'assalto fondate sul qualunquismo politico, e casomai pensare a come concretamente organizzare periodici incontri del gruppo in regione con noi militanti espressione del popolo che avrebbe diverse cose da prospettare al loro intervento preciso possibile e assai significativo per i nostri elettori ed il nostro partito.

Biagio Elefante IDV Turi(BA) 2010-09-13 10:26:44

BASTANO I FATTI CONCRETI NON C'E BISOGNO DI FANTASCIENZA
Siccome le accuse vanno documentate e fatte su dati precisi, e non su ipotesi immaginarie, se non da fantascienza, come spesso capita a Lannes, il cui giornale non pubblica mai, con una scusa o l'altra, i commenti che smontano i suoi assunti spesso persino fondati su travisamenti dei fatti documentati,
e siccome il popolo dell'IDV non ha bisogno di inventarsi le cose perchè di cose e politiche ce ne sono già abbastanza per capire il da farsi,
va chiarito che quando si iscrive alla camera di commercio una ditta, in genere fra le finalità oltre a quella che si intende realizzare concretamente, e per poterla eventualmente utilizzare in futuro la stessa ragione sociale per nuove attività, ed anche perchè certe categorie di attivitò sono ricomprese in gruppi di moltre altre, quali sottocategorie, le si inseriscono tutte, usando spesso sistemi da copiaincolla.
Per cui, se è vero che Schiavone ha, legittimamente ed alla luce del sole, creato due società volte ad agire nel campo delle rinnovabili, come tanti in questi ultimissimi anni ( per svolgere intermediazione più che realizzazione e gestione di impianti),attività che non risulta abbia mai svolto e svolto in modo illegittimo ovvero usufruendo di provvedimenti regionali particolari,
non si vede dove possano trovar fondamento le illazioni sulle attività d'incenerimento,anche alla luce di quanto dalla stampa foggiana già da tempo diffuso circa le effettive finalità delle sue ditte quali volte alle rinnovabili.
CHI si batte per la legalità,chi denuncia gli illeciti e i possibili loro autori deve essere il primo a tutelare al contempo i loro diritti che sono uguali a quelli di ogni altro cittadino.
Il popolo pugliese dell'IDV ha piedi e testa ben ancorati per terra e non ha bisogno delle illazioni da ipotesi fantascientifiche a cui sono avvezzi i Lannes e i Giostra, ad oggettivo servizio dei berlusconi.
Fermo restando che l'amico Orazio Schiavone, come già significato più volte, deve lasciar perdere,specie in questo momento fondamentale per l'edificazione del nostro.
Sappia poi il balordo che ha fatto l'articolo che i militanti pugliesi dell'IDV sanno ben distinguere il bene dal male, hanno già vinto il congresso di Bari con una mozione del popolo dell'IDV, fondata su regole e principi di democratizzazione del partito, come divieto di doppio incarico,trasparenza finanziaria,rigida selezione delle candidature con obbligo di rodaggio per chi viene dall'esterno ecc...: e stanno predisponendo una mozione regionale dal basso dello stesso tono:ciò che non ha eguale in nessun altro partito.
Ma a voi del tribuno,degni seguaci della logica politica di casta, non è il popolo che interessa, ma solo i boss professionisti della politica, di cui fate parte.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j