Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Anna R.G. Rivelli 25 Ottobre 2010
MASTELLA TRIONFA ANCHE IN BASILICATA. ROSA MASTROSIMONE ACCLAMATA COORDINATRICE REGIONALE DELL'IDV. UN ANNO FA DI PIETRO AVEVA NEGATO CHE POTESSE ACCADERE.
LA EX SEGUACE DI CLEMENTE E' ENTRATA IN IDV APPENA 12 MESI FA. FORTE DI UN PATTO CON FELICE BELISARIO CHE DI PIETRO HA SEMPRE SMENTITO, E' GIA' DIVENTATA ASSESSORE REGIONALE E ORA COORDINATRICE IN UN CONGRESSO A MOZIONE UNICA.
La Mastrosimone dopo aver fallito l'elezione al consiglio regionale è stata premiata e le è stato concesso in appalto il partito prima in provincia di Matera e poi in tutta la regione. Intanto Don Felice continua nel suo sport preferito: attaccare gli alleati del Pd e chiedere poltrone. Che prima o poi il partito di Bersani, che da quelle parti parla la stessa lingua, concederà.

Il Congresso regionale dell’Italia dei Valori in Basilicata è stato celebrato il 24 ottobre con l’acclamazione di Rosa Mastrosimone coordinatrice regionale. Si è così conclusa quella fase iniziata sul finire del 2009 quando le truppe ex Udeur allora guidate dall'attuale assessore regionale, si accingevano ad occupare definitivamente quello che in molti continuano a scambiare per il partito dei valori e degli ideali. L’elezione della Mastrosimone a segretaria era infatti nell’aria da prima ancora che la più mastelliana delle signore lucane facesse ingresso nell’IdV. La segreteria - si diceva - era stata pattuita in cambio di sostanziosi pacchetti di tessere e il “sacrificio” dell’ex coordinatore Radice si rendeva necessario. Parlandone con Di Pietro in persona in una ormai famosa riunione del 7 novembre 2009, a Matera, i dissidenti si sentirono ripetere che non bisognava dar retta alle chiacchiere, che mai tutto questo poteva essere vero, che chi stava appena entrando (la Mastrosimone, appunto, con tutti i suoi seguaci) non sarebbe mai stato nemmeno candidato alle imminenti regionali. Ma ciò che Di Pietro dice, “in vento et rapida scribere oportet aqua” e così ad una ad una tutte le previsioni si sono avverate: la Mastrosimone è stata candidata e, pur non essendo stata eletta, è diventata assessore regionale alla faccia dei tanti voti presi dai tre consiglieri. Inoltre le postazioni strategiche sono state occupate da suoi fedelissimi, vedi Rosa Canitano eletta coordinatrice provinciale a Matera, Radice è stato messo all’angolo con un dribbling di slealtà politica che nemmeno la sua consumata esperienza di democristiano poteva prevedere,  ed oggi il gabbiano arcobaleno appare definitivamente infilzato sulla cima aguzza del campanile Udeur. Coordinatrice delle donne, peraltro, è stata eletta guarda caso proprio Brunella Massenzio, ex segretaria di quell’Addc (Associazione democratici di centro) una creatura lucana della Mastrosimone che null’altro era che una delle costole dello smembrato Udeur. Per la Massenzio, lo ricordiamo, che si pretendeva eleggere presidente del consiglio comunale di Matera, l’IdV ha bloccato per mesi il lavoro del consiglio fino a minacciare la sfiducia all’alleato sindaco del Pd qualora la poltrona non fosse stata a lei attribuita. Nulla di nuovo, però, perché anche in Basilicata lo sport preferito dell’IdV è attaccare il Pd pressandolo con la continua richiesta di postazioni e poltronissime. Proprio in questi giorni, infatti, l’IdV si è armata contro gli alleati ed ha bloccato le nomine negli enti regionali pretendendo postazioni maggiori e di maggior rilievo con grande spregio di quanti dall’opposizione si appellavano alle competenze e al merito come unici criteri di selezione. Proprio durante il congresso il senatore Belisario ha tuonato nuovamente contro il Pd ed ha persino avuto il coraggio di declamare che, “noi siamo così: contro la politica delle poltrone, dei politicanti, ma a favore della politica per il bene dei cittadini”. Inutile dire che lo stesso Belisario, ribadendo il no convinto dell’IdV contro le centrali a biomasse, ha tralasciato ancora una volta di chiarire perché il partito in Regione ha espresso in proposito un voto favorevole.

Non ci resta comunque che esprimere le migliori congratulazioni alla neo eletta segretaria; in fondo Rosa Mastrosimone è l’unica che ha compreso pienamente e subito l’anima vera del partito di Di Pietro e perciò quello che ha se lo è senza dubbio meritato. E poi di certo lei con i patti e gli inciuci che sono stati celebrati negli ultimi undici mesi c’entra davvero assai poco, forse  tutto è stato fatto alle sue spalle se solo cinque giorni prima del congresso  ad Alberico Giostra che le chiedeva se per caso non fosse candidata rispondeva imperterrita "No, sono presissima da altre cose, comunque il partito è molto unito".

 

      

Anna R.G. Rivelli

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
astronik 2010-10-25 21:38:31

Ecco un buon motivo per stare lontano dalla politica. Questa politica. Analisi impietosamente veritiera.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j