Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
15 Novembre 2010
A GENZANO SE NE VANNO IN 23.
ANCORA FUGHE DA UN IDV PREDA DI GUERRE PER BANDE.
Un gruppo di militanti stanco di rivolgere inutilmente segnalazioni e denunce, persino di minacce violente, ai vertici laziali del partito, ha stracciato le tessere. A tutti i livelli ormai nell'Idv il clima è irrespirabile.
Un'altra fuga di gruppo, altre tessere restituite, un'altra manifestazione del disagio interno all'Idv. Accade a Genzano e nei castelli romani, dove 23 militanti se ne sono andati dal partito constatata l'impossibilità di fare politica in un quadro di legalità e di correttezza. I fatti: il partito a Genzano era spaccato in due fazioni, quella legata a Claudio Bucci (foto) e quella che faceva riferimento a Giovanni Colagrossi. Una bella alternativa, direte voi, visto che il primo veniva da Forza Italia e il secondo dalla Dc, via Margherita. Ma, si sa, questo passa il convento dell'Idv. La guerra interna si è infiammata quando, uno dei fondatori del circolo, legato a Bucci ma non iscritto perchè rappresentante delle forze dell'ordine, ha cominciato a puntare i piedi sull'iscrizione di alcuni riciclati di altri partiti nel circolo di Genzano. La solita storia. A quel punto, chi voleva invece trarre da questi ingressi vantaggio ha preso a far notare che il militante non poteva frequentare il circolo perchè non iscritto regolarmente al partito. E la tensione è salita a tal punto che al militante in divisa, non diremo quale, sono persino arrivati degli Sms di minacce, del tipo "se non te la smetti ti spezziamo le braccia". Roba da camorristi, ma anche questo succede nell'Idv. Lo cosa però non ha preoccupato più di tanto il militante e i suoi amici perchè, pur sapendo da chi venivano quegli Sms, non ha inoltrato alcuna denuncia. Sta di fatto però che, per effetto di un accordo trasversale tra una parte di ex appartenenti alla fazione Bucci che avevano paura di perdere la carica di presidente del circolo e quelli della fazione Colagrossi, il cui interesse era soprattutto mettere le mani sulle candidature delle Comunali, a Genzano a primavera si vota, il partito nella cittadina dei castelli si è blindato escludendo tutti i "bucciani" rimasti fermi sulle loro posizioni. La cosa che ha spinto i militanti dipietristi ad abbandonare il partito è stato però l'assoluto silenzio dei vertici regionali sullo scontro in atto a Genzano. Compresi Bucci e Colagrossi.  Quella del paese noto per il pane "casareccio" sarà stata pure una tempesta in un bicchier d'acqua, (minacce a parte) ma se si fosse trattato di sfruttare quella gente per farsi fare campagna elettorale, come hanno fatto alle regionali del 2010, sia Bucci che Colagrossi avrebbero risposto eccome alle loro lettere e telefonate. Un calcolo sbagliato perchè molto presto l'Idv dovrà affrontare un'altra campagna elettorale e stavolta per loro sarà senz'altro più dura. 

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
gip 2010-12-04 23:09:13

Con la faccia tosta da vecchi democristiani-craxiani a Genzano di Roma si reparano a festeggiare l'apertura del Circolo IDV. Non gli è bastato autoaszsegnarsi le cariche, minacciare, denigrare e inciuciare con vecchi padroni. Chi potevano essere i padrini per l'evento? Naturalemnte il duo COLAGROSSI-BUCCI supportati dal nuovo coordinatore regionale Vinccenzo Maruccio.
E' triste dirlo ma Italia dei Valori è proprio alla frutta.

gip 2010-11-17 22:37:33

A dire il vero quelli che hanno abbandonato IDV sono stati 58 tante erano le tessere, ma non si sa come alla fine le tessere erano 28.
Ora proviamo a fare due conti, 58 abbandonano, questi 58 magari ne tiravano dentro altrettanti, questi altrettanti si impegnavano e ne tiravano dentro altri 58...quanti ne restano alle prossime comunali in IDV?
Considerando che alle regionali c'è stato il bum (903 preferenze), contando i 23 che porteranno via 23 che a loro volta ne porteranno via altri 23 e via di questo passo, le preferenze saranno meno della metà.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j