Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
La Redazione 22 Gennaio 2011
L'ITALIA DEI VERI VALORI CHIEDE SCUSA AGLI ELETTORI. "FACENDOVI VOTARE L'IDV VI ABBIAMO INGANNATO".
IL MOVIMENTO DI EX MILITANTI DIPIETRISTI NATO SUL FINIRE DEL 2010 E CHE STA MOLTIPLICANDO LE SUE ADESIONI GIORNO DOPO GIORNO, SI STA DANDO UN'ORGANIZZAZIONE NAZIONALE. IN QUESTA BREVE LETTERA AGLI ELETTORI RICORDA COME L'IDV RAPPRESENTA UN CASO UNICO DI "SFRONTATA IPOCRISIA", TANTO E' ABISSALE IL DIVARIO TRA I VALORI CHE DECLAMA E QUELLI CHE CONCRETAMENTE PRATICA.
L'Italia dei Veri Valori è nato in rete e su Fb ma, pur restando ancorato a questo formidabile strumento di condivisione e di comunicazione, si sta strutturando anche in modo meno virtuale e più reale. Fondamentale il rapporto con la Federazione dei movimenti, che a Nuoro ha già sperimentato una prima concreta elettorale molto lusinghiera. I militanti dell'IdVV sono tutti rigorosamente legati al centrosinistra e allo schieramento progressista, a differenza dei fuorusciti della casta dipietrista che normalmente quando lasciano l'Idv se ne vanno con Berlusconi. D'altra parte ve lo immaginate voi Antonio Di Pietro che lascia l'Idv e passa con il Pd o con Vendola?

LETTERA DI SCUSE AGLI ELETTORI


Il richiamo dei valori dell'Italia dei Valori è forte,

soprattutto in un periodo storico come quello che stiamo

vivendo, dove i valori sono sottesi agli interessi personali

di una casta.


Tuttavia, non si può dire di conoscere un partito se prima

non ci hai militato.

Ed infatti, nonostante lo sventolio dei valori, l'Italia dei

Valori ne è priva, sommando così alle pecche di tutti gli

altri partiti, la più sfrontata ipocrisia che si sia mai

vista nel triste ed omologato panorama politico italiano.


Non rinnoviamo quindi l'iscrizione a questo partito, e

fondiamo invece il movimento Italia dei Veri Valori, con il

quale cercheremo di costruire quello che, stante le premesse,

l'IDV non sarà mai in grado di realizzare, perché

all'interesse comune antepone l'ambizione dei singoli capi e

capetti, per lo più attempati.


CI SCUSIAMO quindi con quanti sono stati da noi

inconsapevolmente tratti in errore e stimolati a votare

Italia dei Valori in passato.


Siamo consapevoli che se anche le persone oneste degli altri

partiti saranno capaci di fare autocritica ed ammettere i

propri errori, sarebbe un primo passo verso il cambiamento e

verso un mondo migliore.



Gli ex iscritti IDV

www.italiadeiverivalori.net














La Redazione

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Andrea Murru 2011-11-24 18:14:28

L'importante è partecipare......


IDV: TRIBUNALE VIETA USO NOME 'ITALIA DEI VERI VALORI'

(ANSA) - CAGLIARI, 22 NOV - Il nome 'Italia dei Veri Valori' e' abusivo e dunque non potra' piu' essere legittimamente utilizzato. Lo ha deciso il Tribunale di CAGLIARI dando ragione all'Italia dei valori che si era rivolta alla magistratura perche' si era detta danneggiata in campagna elettorale dall'uso del nome molto simile a quello del partito di Di Pietro. Inibito anche l'utilizzo nella forma abbreviata Idvv e nelle declinazioni territoriali (Sardegna dei veri valori, Carbonia dei Veri valori, CAGLIARI dei Veri Valori, ecc.).
Soddisfatto il segretario regionale dell'Idv Federico Palomba. 'Abbiamo avuto giustizia - commenta - La decisione spazza via i tentativi di destabilizzazione del partito che hanno destato confusione facendo apparire una inesistente realta' scissionistica proprio mentre Idv e' in crescita.
L'utilizzo abusivo del simbolo - spiega Palomba - ha infatti arrecato grave danno al partito nelle competizioni elettorali del Sulcis, dove l'aggressione e' stata particolarmente virulenta, e per il comune di CAGLIARI'. 'Ci riserviamo di chiedere i danni - annuncia il capogruppo nel comune capoluogo Giovanni Dore, che ha patrocinato la causa legale contro Idvv - Quel che e' certo e' che nelle prossime competizioni elettorali non avremo un competitore 'ombra''. (ANSA).

Maurizio Costa 2011-04-03 22:50:35

Anche io ho avuto i miei problemi con la classe politica LOCALE del mio comune e mi sono allontanato, ma non tradisco Antonio Di Pietro. Lo seguirò fino alla fine. E ricordatevi che nessuno potrà mai rimanere puro... Gli Scilipoti stanno dappertutto...potreste averne uno proprio al vostro fianco... si, si, proprio colui che stà spergiurando che sarà sempre fedele. Andare d'amore e d'accordo in tutto e per tutto non è possibile per nessuno, mettetevelo in testa. E Berlusconi è il primo che gode di queste divisioni.
Maurizio

Mirco Marchetti 2011-02-03 19:07:19

L'Italia dei Vari Voleri

Questa è l'Italia dei Vari Voleri
tra chi la vuol cotta e chi la vuol cruda
strada interrotta da mille sentieri
c'è chi va in discesa e di certo non suda.

Ma quel che s'appare al discreto passante
nell'indifferenza sognante e insicuro
è un fil d'insolenza, proterva e scostante
nel quando s'afferma: Son io il più puro.

Allor d'insolenza mi vesto pur io.
Io che non son puro ed offendo anche iddio
m'addentro tra i tanti Voleri più Vari
solcando le onde dei più impuri mari.

Guardandomi attorno ognuno è diverso,
mi sento più impuro, però, dannazione!
Mi pare d'un balzo purezza aver perso
ma poi mi vien detto: E' l'integrazione.

Così mi sto buono, sto fermo e non fuggo.
che tanto ho capito qual'è il suo l'andazzo
devo negoziare è inutil che struggo
e fo' due fatiche se a tratti m'incazzo.








pino orlando 2011-02-03 17:41:01

Vorrei essere contattato e sapere chi siete, xchè anche noi a Manfredonia abbiamo una situazione come quella di Taranto e di centinaia di altre realtà italiane.
g.orlando49@gmail.com

Anna R.G. Rivelli 2011-02-01 15:28:59

Italia, si sa, è di poeti e di santi
eppure noi tutti si guardava avanti
e verso Idv che alla legge dar fiato
pareva ciascuno si era avviato.

Ma quando più tardi si conobbe Di Pietro
ognuno iniziò a guardarsi anche dietro
perché Berlusconi è davvero un nemico
ma il nostro Tonino è tutt'altro che amico

che sulla morale s'innalza e poi sfreccia
per dentro il partito raccoglier la feccia,
ché tessere e soldi son sicuri valori,
militanti e ideali stan meglio al di fuori.

Se nel suo italiano scorretto vi ammalia
sarebbe assai meglio pensaste all'Italia,
a quella che aspetta le esploda nel cuore
la sana politica che fa meno rumore.

Mirco Marchetti 2011-01-30 17:01:31

Tessere o non tessere

Tessere o
non tessere
questo è il
problema.

Se sia più nobile sopportare gli ortaggi,
olive, zucchine ed altri foraggi,
o accendere un mutuo d'un fuoco che abbaglia,
attaccarsi a qual cosa che sia Forza Italia.

Mangiare in un piatto
la stessa minestra,
oppur fare il matto
e volgersi a destra.

La chiesa spogliata
di Santa pazienza
di tutto occupata
ma non di Vicenza.

Sparare, Morire, Forse.
Speranze, Credenze, Perse:

Tra chi scende in campo
e chi sale in pista
non ho vie di scampo
e voto a sinistra.

Tessere
o non tessere
questo è il
problema

Se sia meglio rammendare
quel che s'è costruito
o tesser a nuovo e non ricordare,
rifare d'accapo sia trama che ordito.

Costruire legami,
mangiare legumi,
sputar nei tegami
invocar certi numi.

Tessere, filare, flirtare, forse.

Tessere
o non tessere
questo è il
problema.

Paolo S. 2011-01-30 15:40:54

Quali sfaccettature? Ci fai una poesia per chiarire meglio il concetto? :)

Mirco Marchetti 2011-01-27 17:19:22

Guardando le sfaccettature varie che ha preso un unico primigenio intendimento, io propporrei la costituzione di:

Italia dei Vari Voleri

Luigi Desogus 2011-01-25 01:45:34

Francesco Speranza, siccome una bella fetta di elettorato IdV abbiamo (purtroppo) contribuito a crearla noi, adesso ce la vogliamo semplicemente riprendere. Sempre se sei d'accordo.

Lombardia DVV 2011-01-24 22:13:10

Chissa perche per gli iscritti IDV i furbi sono sempre gli altri.
Biagio non lo commento si commenta da solo uno dei tanti provocatori che non sanno neppure di cosa parlano, portimo pazienza e quando arriverà il momento delle elezioni gli facciamo vedere quanti siamo.

Francesco Speranza 2011-01-24 12:08:42

Chiedo scusa per l'ingenuità della mia domanda ma chiedo: "perche vi volete chiamare "Italia dei Veri Valori" confondendo chi vuole votare "Italia dei Valori" e non trovate un'altro nome?"
Siete cosi numerosi e avete tanta attenzione quindi non penso che sarebbe un problema e sarebbe una chiara dimostrazione che non volete ricorrerrere a furbizie per carpire la buona fede degli onesti elettori ma siete trasparenti, corretti e sicuri del fatto vostro o sbaglio?

Mirco Marchetti 2011-01-23 22:30:23

L'arte e la poesia, non hanno nulla di equilibrato. Vivono nella provocazione. Abitano il mondo, anche quello della politica. Abitano un non luogo e dove non v'è un rimaner lì.

Claudia Frau 2011-01-23 22:10:32

DI PIETRO, E TU QUANDO CHIEDERAI SCUSA????

Giulia Deola 2011-01-23 19:09:30

Sono gli squilibrati come Marchetti che lasciamo a combattere all'interno dell'IDV. Per fortuna rimangono lì dove sono :)

Puglia dei VERI Valori 2011-01-23 16:01:44

Pippo, ti aspettiamo :)

pippo lingenuo 2011-01-23 15:32:26

L'IDV dopo i Congressi è passato nelle mani di arrivisti, truffaldini, condannati e accentratori, alla faccia della moralità, della legalità e dei valori.
Foggia, Manfredonia e la stessa regione è passata nelle mani di chi non ha nulla di democratico.

Mirco Marchetti 2011-01-23 15:26:47

errata corrige:

non mi ha preso un virgiolettato. "doppio" e "rovescio"

"Non c'è vera ragione che non abbia il suo doppio, o il suo rovescio: l'irrazionale."

Mirco Marchetti 2011-01-23 15:22:57

@Claudio: ed è qui la differenza.

".... Il poeta comincia allora a diventare un pericolo. Il politico giudica con diffidenza la libertà della cultura e per mezzo della critica conformista tenta di rendere immobile lo stesso concetto di poesia, considerando il fatto creativo al di fuori del tempo e inoperante; come se il poeta, invece di un uomo, fosse un'astrazione."

Abbiamo differenti punti di vista, ed anche, forse, adoperiamo mezzi differenti per raggiunger la meta. La mia mongolfiera è dignitosa quanto la tua. Ma è della direzione del vento che la sospinge e della sua consistenza ch'io mi preoccupo.

"Non è semplificando gli strumenti conoscitivi che si comprende la storia, il diritto, la politica. Nessuna società trova il suo esclusivo fondamento nella ragion pura. E nessun individuo può rapportarsi agli altri solo in quanto è capace di formulare concetti. In ogni atto di comunicazione sociale entrano bisogni e desideri, ideali e valori, simboli e miti. E c'entra pure la poesia. Non c'è conoscenza senza la congiunzione dell'ego teoretico con l'ego immaginale. Non c'è vera ragione che non abbia il suo , o il suo : l'irrazionale." (Luigi Alfieri)

E' per questo, anche per questo, che non scendo.

Claudio 2011-01-23 13:44:31

Mirco, la poesia serve quando ci sono uccellini che cinguettano sugli alberi, erba lussureggiante che ammanta le colline, il cervo ed il lupo che bevono allo stesso stagno..

Per favore, riporta la mongolfiera sulla terra e parliamo di cose concrete... Il partito vi sta andando on pezzi.. ed il problema è che questi pezzi non possono essere smaltiti come rifiuti normali.

ANTONIO GUERRIERI (IIDV CAGLIARI) 2011-01-23 00:35:20

AUGURI!
NOI SI RIMANE QUI!

Mirco Marchetti 2011-01-23 00:13:57

Dov'ero? Ero in un luogo in cui non esiste fede, ma solo fiducia. In un luogo in cui l'olimpo s'era da tempo svuotato. Sentivo e dissentivo. Ma nessuno poteva scalzarmi da un non luogo. Non ho mai incontrato nessuno che, d'impluso, cercava di far di me un espulso.

Ma io, per me, considero la fase politica un aspetto formativo della mia vita. Una fase importante, ma a tempo determinato. L'esperienza di un argonauta curioso. Ho visto cose, stretto mani. Ma ho pure rifiutato cose e mani. Poche cose dividono come la politica. La politica è amorale, a-creativa. Ha terrore della poesia. Ma a volte, con impietoso distacco, guardo con tenerezza chi ci gioca e torno al live soffio, laico ed ecumenico, che la vita ci sussurra all'orecchio. E m'addormento.

Giovanni 2011-01-22 22:44:44

Caro Mirco, spero che tu sia in buona fede, perché il signor Di Pietro non sono ci è sempre stato d'ostacolo, ma ha piazzato i suoi parenti ovunque, ha espulso i militanti solo perché chiedevano democrazia, ha commissariato, ha imposto uno statuto che permette ogni imposizione dall'alto, ha permesso l'uso di truppe cammellate ai congressi, ha pilotato le candidature al parlamento... e potrei continuare per ore ma non ne ho voglia...

ma tu, scusami, dov'eri nel frattempo? All'estero?

Gigliola Santarelli 2011-01-22 22:40:53

ce ne fossero di persone che chiedono scusa..... a sentire i partiti tradizionali non ha mai torto nessuno. Mai.

Altero Sanna (IdVV) 2011-01-22 21:06:21

@Biagio,

50 persone x 100 pagine = 5.000 doppioni

30.000 amicizie - 5.000 doppioni = 25.000 amicizie

E questi 25.000 chi sono?


AL DI LA' DEI CONTEGGI, COSA MI DICI DEL TESTO DELLA "LETTERA DI SCUSE"?

Paolo Zingaretti 2011-01-22 20:55:04

e Bravo l'Elefante che porta l'esempio di una paginetta aperta e lasciata lì in attesa di gestione. Vieni a commentare anche quelle regionali o preferisci che ti faccio io l'analisi su quelle dell'IDV? ahahahahahahhaah

Mirco Marchetti 2011-01-22 18:54:00

Giovanni, sei un fondamentalista, non non v'è dubbio. Io sono in Italia dei Valori, cerco di fare cose concrete per il paese in cui viviamo io ed i miei figli, rispetto le tue scelte e posso pure augurarti un buon cammino, ma non puoi ritenermi causa del tuo immobilismo. Qualcuno tempo fa cantava: "..o bomba o non bomba, noi, arriveremo a Roma..malgrado voi." Se e quando farai il bene delle persone che nel paese abitano, io, ma neppure Di Pietro, Sonia Alfano o Luigi De Magistris, non ti saremo di intralcio stanne certo, quindi...facce vede!!

Biagio Elefante 2011-01-22 17:06:53

Sono andato per caso nel grupopo facebook di Italia dei veri valori di Foggia. Degli iscritti forse nemmeno dieci sono foggiani e pugliesi, Sono le stesse persone che si iscrivono a tutti gli altri gruppi locali d'Italia e al gruppo nazionale. Le stesse persone poi creano le sigle anonime IDVV delle varie località, che costituiscono una buona metà degli iscritti ad ogni gruppo. Se poi aggiungiamo le sigle varie regolarmente prive di qualsivoglia nome e cognome di chi le gestisce........ praticamente forse le trentamila iscrizioni corrispondono si e no a una cinquantina di persone in tutta Italia. Virtuali naturalmente.
Ma loro parlano di trentamila......Se è questa la trasparenza e correttezza che invocano...!
I loro rappresentanti ovviamente si sono autoproclamati amministratori dei gruppi, come già successo sistematicamente in tutte i precedenti gruppi e gruppetto ogni volta sfasciatisi per chi doveva fungere da capo e capetto...
Chi ha ha cuore i veri valori resta, come tantissimi di noi in IDV e combatte per affermarli, da soldato semplice, sernza preoccuparsi di cariche e candidature, che sono l'unico argomento di tutti i capi e capetti, aspiranti tali e mancati tali, fuoriusciti da IDV, che anzichè occuparsi e preoccuparsi dei problemi del popolo, si occupano sempre e solo dei loro colleghi capi e capetti dentro IDV.

Giovanni 2011-01-22 15:44:34

Poche righe ma che inquadrano perfettamente lo SCHIFO che caratterizza IdV. Prima si tolgono dai Maroni prima potremo costruire finalmente qualcosa di concreto per il paese.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j