Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 12 Giugno 2011
L'ULTIMA BUFALA DI TONINO: L'IDV 2.
L’ultima bufala di Tonino è l’Idv 2. Che cos’è? A sentire il rais molisano sarebbe il nuovo partito “moderato”, quello meno di lotta e più di governo, il partito “responsabile”, il progetto politico con il quale traghettare i suoi oltre l’era del cavaliere. Ovviamente è tutto falso. 

Chi lo conosce sa che l’ex pm essendo schiavo dell’idea tutta berlusconiana della politica come marketing, ha un continuo bisogno di inventarsi formule e slogan pubblicitari per vendere il suo prodotto, e l’Idv 2 non è altro che una trovata pubblicitaria per acchiappare qualche fesso, tanto è vero che nel 2007 aveva già pensato di fare un altro Idv 2. Solo che in quel caso doveva essere l'esatto contrario di quest'ultimo, ovvero il partito dei movimenti, dei giovani, della piazza e doveva essere affidato all'allora emergente "masaniello", Franco Barbato. Poi Tonino si è accontentato del popolo viola e Barbato nel frattempo si è eclissato. Insomma ad ogni congiuntura politica Di Pietro fa credere di cambiare la pelle al suo partito ma in realtà l'ex pm è capace solo di operazioni gattopardesche per fare in modo che nell'Idv nulla cambi e che le leve del potere restino saldamente in mano a lui, il vero padrone del partito. In ogni caso per quanto riguarda questo ultimo Idv 2, state certi che i colleghi della carta stampata ci cascheranno e  tutto faranno meno che fargli notare che non è la prima volta che si produce in una trovata del genere. 

Allora perché questo Idv 2? Perché Tonino ha paura, una fottuta paura, e dopo la batosta del 15 maggio non poteva certo starsene con le mani in mano. Che doveva fare il pover’uomo? Ormai la rendita di posizione che consisteva nel trafugare voti di sinistra facendo credere di essere l’unica opposizione a Berlusconi è finita. Sia perché c’è Vendola, sia perché il Pd di Bersani sta reagendo e sia perché dopo i casi Razzi-Scilipoti-Misiti-Porfidia, la gente che detesta davvero il caimano sa che dell’Idv non può fidarsi. E allora visto che il profilo moderato e responsabile del Pd come forza di governo resta l’asse centrale della coalizione futura, meglio attaccarsi a questo dichiarando fedeltà a Via del Nazareno, stando un po’ più tranquilli e limitandosi a rilanciare l’idea di un programma comune, la necessità di pensare al paese, allo sviluppo, all’occupazione, ai giovani, alle famiglie e via banalizzando. 

Ma la verità è anche un’altra e come sempre nel caso di Tonino, tocca mettere nel conto un perfido calcolo bottegaio. L’ex eroe di mani pulite si è accorto che il terzo polo è in difficoltà. Le ultime amministrative non hanno certo premiato il trio Fini-Casini-Rutelli. Né a Milano, né a Napoli, né tantomeno dove la destra è fortissima, come a Latina. L’Udc continua a viaggiare per conto suo, e come nelle regionali del 2010, qualche volta sta a destra, qualche altra a sinistra; Fli sta andando chiaramente a pezzi, mentre i tre leader si sono mostrati divisi anche sui referendum. Allora da vero “predatore” della politica Tonino si sta avventando sugli elettori degli ultimi nati sulla scena politica. Se infatti l’ex mentore del popolo viola, il leader politico che fino all’inizio di maggio si scagliava con la piazza contro il parlamento per mandare a casa Berlusconi riuscirà con un bell’intervento di chirurgia plastica a rifare il viso del suo partito azzeccandone il profilo moderato, qualche voto in libera uscita dalle parti di Fini, Casini e Rutelli potrebbe anche intercettarlo. Altrimenti per Tonino non ci sarà trippa per gatti, sugli elettori di sinistra infatti non può più contare. 

E non potrebbe essere diversamente. Non passa giorno che non emerga con chiarezza la opacissima filigrana del partito che ha messo insieme. L’ultima tegola è arrivata da Torino, dove due suoi “uomini”, Porcino e Tromby, due nomi da fumetto, sono stati beccati con le zampe nella marmellata più fetida che esista, quella della ndrangheta. E la cosa grave non è questa, è che Di Pietro li ha difesi. Non ha detto quello che tutti si sarebbero aspettati da lui: “in attesa di chiarimenti siete sospesi dal partito”. No. Ha detto che con l’inchiesta i due non c’entrano niente e ha fatto finta di bersi la storia che Porcino, già viceprefetto di Torino, non conosceva Salvatore Demasi, il boss di Rivoli. Sembrava di sentire Casini quando qualche anno fa le procure gli arrestavano ogni giorno qualcuno dei suoi. Ecco, a pensarci bene la svolta moderata di Di Pietro è davvero cominciata. A Torino. Con Salvatore Demasi.   




Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Anna R.G. Rivelli 2011-06-16 16:03:01

IdV 2 "la vendetta" ....

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j