Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
05 Luglio 2011
GIRLANDO, DEL DIRETTIVO GIOVANI IDV DEL LAZIO: ME NE VADO CON CAVALLI DA VENDOLA.

“Un cantiere a sinistra con Giulio Cavalli in Sel”


Cari compagni e compagne, si apre indubbiamente un momento di confronto politico nell'attuale centro-sinistra e nelle opposizioni. In questi anni l'Italia dei Valori ha rappresentato in parlamento determinate battaglie di legalità levando in maniera feroce attacchi al malgoverno Berlusconi. La novità politica per l'Idv ci fu nelle elezioni europee del 2009, quando l'allargamento alla società civile ha fatto sì che anche determinate istanze politiche che si sono riconosciute come valori di sinistra, sono entrate nel partito. E' chiaro in questo ultimo mese , Antonio Di Pietro ha deciso di ribadire l'identità centrista del partito, la sua collocazione naturale nell'alveo dei liberaldemocratici europei, dimostrandosi possibilista su una convergenza con il terzo polo italiano. Ha dimostrato coerenza con la sua ispirazione politica ma certamente ha lasciato spazi a dubbi e interpretazioni varie. Sinceramente mi sento di ringraziare Di Pietro che in questi anni ha svolto un egregio lavoro ma tuttavia non posso non far presente le mancanze strutturali e la flebile identità. 


Io sono convinto che la risposta liberaldemocratica sia deficitaria in Italia e in Europa e non in grado di affrontare i temi della crisi economica e sociale. Ritengo che crisi radicali esigano una risposta altrettanto determinata che non può basarsi su una serie di compromessi che seguono le prove muscolari di gruppi economici e lobby. L'europa delle banche ha aggravato la crisi economica. Ci chiediamo dove sia il grande progetto dell'europa sociale di Jacques Delors , dove sono i valori della socialdemocrazia europea di Olof Palme ed Helmut Schmidt ? Credo che dovremmo saper leggere anche bene la crisi della socialdemocrazia e le tesi delle due sinistre, soprattutto recuperando le dichiarazioni di Oskar Lafontaine al momento delle dimissioni da ministro dell'economia e la sua uscita dalla SPD accusando le politiche economiche sulla strada del neoliberismo. 


Questo discorso è per far capire prima di qualsiasi altra cosa che le mie ragioni e quelle dell'amico e compagno Giulio Cavalli sono le stesse ragioni che stanno animando un dibattito a sinistra molto importante e al quale sentiamo di dover partecipare. Io penso alle fabbriche di Nichi, un grande motore culturale, penso al documento dei 42 giovani di Tivoli, i miei compagni passati dal Pd a Sel con i quali vale la pena sognare di costruire una società di cui sentiamo componenti a tutti gli effetti. Penso a quanti compromessi si possano evitare tranquillamente e penso a quanto sia importante definirsi uomini liberi e sognatori. 


Ma la cosa più importante è il messaggio lasciato da Vittorio Arrigoni : RESTIAMO UMANI. Vorrei poter con voi ridare umanità ad una politica disumana e poter dire che determinati valori non sono in vendita e che un vitalizio parlamentare NON VAL BENE UNA MESSA. Grazie a tutti ma esco dall'Italia dei Valori con l'amico e compagno Giulio Cavalli rivolgendo un appello ai miei coetanei...costruiamo una casa comune a SINISTRA, nel ricordo di un grande politico come Francesco De Martino storico segretario del Partito Socialista Italiano: La sinistra sia unita e capace di rinnovarsi.


Giuliano Girlando









Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Valerio Spositi 2011-07-25 16:50:56

Rassicuro innanzitutto il sig. Mario G. sul mio essere di Sinistra che non è quella del sushi e dello champagne mentre si parla di rivoluzione, ma quella di una continua attività politica a sostegno dei ceti più deboli, del bene comune, del welfare state e di tante altre tematiche storiche della Sinistra. Sui giudici, i magistrati e compagnia bella la invito a rileggersi cosa diceva Enrico Berlinguer sulla magistratura e sull'indipendenza del pubblico ministero prima di sparare balle e fare figure non molto carine. La Sinistra è ben altro sig. Mario. Su Luigi de Magistris le consiglio di studiarsi i suoi trascorsi di magistrato dalla schiena dritta; mai piegato a logiche di potere e/o interessi personali e/o a cricche mafiose e quant'altro. Per rispondere alla risata vivente, che secondo me è il nome più adatto per costui viste le colossali balle sparate senza previa informazione, dico che chiamare il Movimento delle Agende Rosse, agendine rosse, sia irrispettoso nei confronti di Salvatore Borsellino, di tutte le persone che ne fanno parte, ma soprattutto offensivo alla memoria di Paolo Borsellino e dei suoi 5 agenti di scorta.
Giuliano, siccome non ha bisogno di avvocati difensori assolutamente, ha già risposto benissimo a quanto da lei detto. Ci tengo solo a riportare, dato che lo conosco molto bene, che non ha mai avuto tessere della Margherita, del Partito Democratico, dei Radicali, del Partito Socialdemocratico Italiano e ne tantomeno di SEL. Cordiali saluti.

Giuliano Girlando 2011-07-25 16:18:50

all'anonimo italiano che somiglia all'agente investigativo tom ponzi...tanto che è più interessato di me ai miei trascorsi politici,dico che sarebbe di aiuto a tutti se ti celassi con nome e cognome così sarebbe chiaro capire per conto di chi parli e perchè sei segretario di circolo NOMINATO come del resto in molti congressi (SIC). L'Italia dei Rancori dimostra una certa natura berlusconiana...la macchina del fango che tra l'altro funziona anche male ANONIMO ITALIANO..visto che non puoi dimostrare un cavolo di niente. La chicca finale l'hai scritta tu offendendo un movimento antimafia come quello delle AGENDE ROSSE patrimonio di tutti...un bel gergo mafioso devo dire complimenti....ma visti i commenti sono contento della mia scelta. UNA RISATA VI SEPPELLIRA'!

ex iscritto idv giovani 2011-07-19 04:04:17

quello da compiangere sei tu, gianluca, se resti in questo partito dove domina la piaggeria e il leccaculismo, dove fanno carriera solo i servi e i raccomandati, sei tu quello più viscido di tutti.

Gianluca 2011-07-18 15:25:50

Ti compiango Giuliano,
lasciare un partito è una cosa ma scrivere articoli su questo sito è estremamente viscido

gregorio fontana 2011-07-13 16:58:48

In questi commenti , una sintesi "costruttiva" per capire i problemi della sinistra.
Non per elevarmi a difensore di qualcuno,non credo di avere ne i titoli ne le conoscenze approfondite delle persone oggetto di tanto attacco, ma oggi per una persona per bene fare politica è operazione difficile, soprattutto se "moralmente ben strutturata". Mi spiego, è frequente che persone con tanta voglia di far bene, siano facilmente deluse dei partiti politici, come diventa poi facile cambiare frequentemente la casacca. Mentre di solito siamo orientati a considerare dei voltagabbana chi si sposta frequentemente, capita invece che le medesime cambiano i partiti per non cambiare i propri ideali, i propri valori. A me è capitato due volte, quando passai dopo pochi mesi senza nemmeno avere il tempo di fare la prima tessera dal PD ad IDV, in quest'ultimo partito ho molto creduto solo che poi le vicissitudini interne, il modo di agire, mi hanno lasciato deluso. Non ho più ritenuto aggiornare il tesseramento. In parole povere e secondo il mio modestissimo punto di vista, non critichiamo le persone che cambiano, critichiamole se il loro cambiamento è funzionale o vuole essere propedeutico a posizioni di potere o di qualsivoglia visibilità. Ma a questo si potrebbe porre fine facilmente volendo...., vincolando gli "spostanti" a fare opere di umiltà e di servizio per gli altri, non per se stessi....

movimento1000tessere 2011-07-13 10:42:54

sinceramente dare tutta questa importanza ad ogni scureggia controvento è eccessivo... il problema di idv non è di chi va via (in molti casa sono sempre i peggior) ma mantenere e valorizzare i "buoni"

ehehe 2011-07-11 22:36:53

breve cronostoria del personaggio giuliano girlando
tessere di rifondazione comunisti italiani ds margherita psi sdi radicali rosa nel pugno sinistra democratica pd idv e ora sel
responsabile fasullo si svariati movimenti e associazioni da amnesty, italia dei diritti, onda rossa, agendine rosse, popolo viola ecc.
dichiaratosi assistente dell' alfano e altri ancora
cacciato a pedate dal nazionale idv e dallo stesso direttivo giovani
bandito da anno zero
tutto questo alla veneranda età di nemmeno 30 anni
ma le credenziali il tribuno le richiede prima di scrivere?

mattia lonigro 2011-07-11 04:49:27

e' incredibile come i militanti dell'idv pensino che uno vada via dal loro partito solo perchè non hanno avuto le poltrone che cercavano. ma se erano entrati solo per quello perchè li hanno fatti entrare? non sanno distinguere uno che vuole fare politica sul serio da un arrampicatore sociale? Comunque il vero volto di ciò che resta dell'idv è questo mario g., un volgare qualunquista di destra che offende la sinistra come uno dei tanti biliosi e risentiti servi del potere che abbondano nell'italia di oggi come in quella di ieri. E' questa l'idv, il partito truffa fondato da di pietro, l'inganno politico che sta insieme a quelli di bossi e berlusconi.

tiziana 2011-07-11 00:01:25

D'accordo su tutta la linea e confermo l'esperienza negativa in idv, la stessa che ha vissuto Alex. Non li voterò più perchè antitetici, ma complementari al berlusconismo, anzi lo resuscitano ogni volta

ALEX 2011-07-10 21:14:53

Non ho mai avuto tessere di partito, per 10 anni sono stato dipietrista, nel 2009 ho deciso di iscrivermi in Idv e nel 2010 sono andato via inorridito dalla presa in giro e non voterò Mister T. nemmeno con i carboni ardenti perchè dall'esperienza vissuta ciò che ha scritto Mario DI Domenico nel libro "Il colpo allo Stato" corrisponde a verità.
Mister T. ha una doppia faccia proprio come Mister B., mediaticamente angelica concretamente satanica.
Quando ho letto a pagina nove del libro "Il colpo allo Stato" che Mister T. prima di diventare poliziotto era impiegato di un'azienda sulla quale gravitavano interessi segreti dello Stato e guarda un pò, nel 1992, dopo soli 5 mesi dall'abominevole assassinio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Mister T. era a cena con Bruno Contrada dei servizi segreti (arrestato qualche giorno dopo per concorso in associazione mafiosa) e con altri esponenti dei servizi americani che gli hanno donato pure una targa premio.
La legge vieta ai Magistrati di avere rapporti con i servizi segreti. Che ci faceva Mister T. con Bruno Contrada del Sisde coinvolto nella strage di Capaci e con gli altri dei servizi? Come mai ai suoi colleghi del pool non aveva detto niente?
Come mai mentre Paolo Borsellino viene scientemente lasciato solo al sommo sacrificio Mister T. (alias Marco Canale) nel 92 invece viene avvertito, prelevato e portato in Costa Rica?
Invito a leggere il libro "Il Colpo allo Stato", troverete le risposte connesse alle esperienze vissute.
Mister T. siamo buoni ma non coglioni !

Idvèmortaquasiputrefatta 2011-07-10 18:32:57

MARIO GAMES IS NUMBER ONE

mario g. 2011-07-10 18:16:48

vabbè girlando è andato...tira fuori altre storie per distogliersi dalla sua (non) storia.
piuttosto vale la pena rispondere a valerio.
caro valerio...ma tu sei di "sinistra" quella "mangiamo un pò di sushi e spumantino e parliamo della rivoluzione?"
no perchè sai la Sinistra considerava l'apparato giudiziario semplicemente un modo per difendere certe classi, ed i magistrati i loro esecutori. un Uomo di Sinistra non avrebbe mai avallato ex pm come di pietro e de magistris alla guida di correnti, città e partiti (per non parlare di uno come vendola,bertinotti ed amici vari).
è chiaro che molti di voi sono attratti dalla "sinistra" come idea dell'essere contro questo e pro quello (a parole) è comodo dirsi di sinistra quando si deve parlar male contro un inetto come berlusconi, però con il giustizialismo come la mettiamo? con l'integrità morale e giudiziale? quella non è Sinistra, al limite è "sinistra" o una destra di 20 o 30 anni fa...
studiate un po' da dove proviene il colore rosso che sbandierate nelle manifestazioni, ed ascoltate meno supercazzole che fa il camaleonte vendola, non puo' che farvi bene (almeno a te valerio, a girlando al prossimo giro lo aspettano al movimento5stelle passando da FLI )

Giuliano Girlando 2011-07-10 13:02:17

Per il cortigiano Mario G. (PALESE NOME DI FANTASIA) CHIEDERSI diventa un parolone...non vedi che berlusconiano che è...ma d'altronde se è uno di quelli dell'Idv Lazio...tra un ex forza italia...un ex dc..e udeur e altri ex...ecco quello che esce fuori...BERLUSCONISMO!

Valerio Spositi 2011-07-10 12:47:01

Caro sig. Mario si è chiesto perchè tanti ragazzi, come me e Giuliano, siano usciti da Italia dei Valori? Si è mai chiesto il motivo della lettera di Sonia Alfano, Luigi de Magistris, Giulio Cavalli sulla questione morale interna al partito? A tal proposito si ricorda la famosa intervista del 28 Luglio 1981 di Enrico Berlinguer ad Eugenio Scalfari? Forse c'è ancora gente a cui il puzzo del compromesso morale fa schifo e non è disposta a sopportarlo. Vedasi i casi Porfidia, Damonte, Razzi, Scilipoti e quant'altro. O perchè no, il caso di Vallelunga Pratameno, comune che doveva essere sciolto per mafia (non più sciolto per via di un cavillo burocratico) a cui Orlando diede sostegno salvo poi smentire subito dopo la vicenda in un'intervista all'Unità. Penso che il concetto si sia capito per cui non c'è bisogno di andare oltre. Infine, stia tranquillo per Sonia Alfano candidata a Sindaco di Palermo, non ha bisogno di partiti che mettano il loro simbolo sul suo volto, gli basta avere la gente dalla sua parte, come ha dimostrato diventando l'europarlamentare più vicina ai cittadini. Oggi è curioso il documento di Zipponi sul sito di IdV nel quale dice che la legalità è della destra sociale e che loro, riguardo a destra, sinistra, centro sono dove si genera il cambiamento della classe dirigente (???). Bene non condivido nemmeno una virgola di questo discorso. Io sono di Sinistra. DISTANZE.

mario g. 2011-07-10 12:45:47


Demente e cortigiano... é una bella metafora di quello che cercano certi "indipendenti" e spesso lo trovano... Comunque caro girlando, ridimensionati, sei un voto perso, nulla piu. In ogni caso salutami le fabbriche di vendola, soprattutto quelle private finanziate dai soldi pubblici...e complimenti per il tuo modo di parlare, sembri un vittorio sgarbi di provincia, poche idee molte offese e tanta visibilitá.
Ps
Dai che al tribuno ti vogliono bene, una fetta di pizza non si nega a nessuno :-D

Demente e cortigiano... é una bella metafora di quello che cercano certi "indipendenti" e spesso lo trovano... Comunque caro girlando, ridimensionati, sei un voto perso, nulla piu. In ogni caso salutami le fabbriche di vendola, soprattutto quelle private finanziate dai soldi pubblici...e complimenti per il tuo modo di parlare, sembri un vittorio sgarbi di provincia, poche idee molte offese e tanta visibilitá.
Ps
Dai che al tribuno ti vogliono bene, una fetta di pizza non si nega a nessuno :-D




Giuliano Girlando 2011-07-10 12:01:46

Mario g. una risata ti seppellirà...ti lascio alle tue turbe mentali..piuttosto dato che a Palermo avete questo problema con Sonia Alfano...dove ce lo piazzate Leoluca Orlando..il nuovo che avanza...SINDACO DI ROMA PER CASO? FATE RIDERE E BASTA! E ti consiglio di non parlare di gettone di presenza che potrebbe ricaderti addosso..tanto ho capito chi sei..e sei solo un demente cortigiano!

mario g. 2011-07-10 10:08:28

Certo che ci siamo visti, oddio tu tenevi piú a presenziare quando l'evento era mediaticamente importante, ma in linea di massima ci siamo incrociati. Piuttosto l'onorevole sonia alfano, tuo punto di riferimento, cosa ha detto del tuo trasferimento a sel? Non mi sembra aver letto sue dichiarazioni? Era d'accordo o ti ha detto che lei non può perché deve prima vedere se puÒ candidarsi a sindaco a palermo con idv o con il movimento5stelle? O forse passerá a sel se la candidano? Troppe persona scambiano l'idv per un trattore per arare il proprio terreno, compreso quelli che vi rimangono per passare notizie al tribuno e mettersi il gettone da xx euro in tasca...Certo che ci siamo visti, oddio tu tenevi piú a presenziare quando l'evento era mediaticamente importante, ma in linea di massima ci siamo incrociati. Piuttosto l'onorevole sonia alfano, tuo punto di riferimento, cosa ha detto del tuo trasferimento a sel? Non mi sembra aver letto sue dichiarazioni? Era d'accordo o ti ha detto che lei non può perché deve prima vedere se puÒ candidarsi a sindaco a palermo con idv o con il movimento5stelle? O forse passerá a sel se la candidano? Troppe persona scambiano l'idv per un trattore per arare il proprio terreno, compreso quelli che vi rimangono per passare notizie al tribuno e mettersi il gettone da xx euro in tasca...

Giuliano Girlando 2011-07-09 00:30:52

Vorrei sapere signor Mario G. se ci siamo mai visti in qualche banchetto referendario dell'idv o in altre manifestazioni visto che lei da PASDARAN DIPIETRISTA mi definisce addirittura un piccolo scilipoti....ma il suo richiamo è di evidente cultura del CULTO DEL CAPO...DI PIETRO HA SEMPRE RAGIONE E NOI SOLDATI PRONTI E PRONI A DIRE DI SI....si informi prima di venirmi a dire valore aggiunto o meno

mario g. 2011-07-08 18:19:44

caro/a/e/i idvmortaeputrefatta non serve essere tesoriere del partito per sapere delle cose, ma solo essere un semplice militante che partecipa alla vita del partito in maniera onesta e vede e sente, e non solo essere "presenzialisti" a favore di telecamere e fotografi quando ci sono le manifestazioni.
la mancanza di democrazia si viene a creare quando si vuole a tutti i costi "emergere".
chi va via e non si defila, ma semplicemente chiede spazio altrove è per forza di cosa in malafede, la politica anzi, la Politica è uguale dappertutto, che sia idv o sel, quindi è chiaro che al prossimo giro chi cambia casacca e non troverà quello che cerca sarà costretto a girare tutti i partiti.
e comunque nelle "giovani marmotte" o alla bocciofila c'è sempre posto per un presidente del diretto o caposcout

Idvèmortaquasiputrefatta 2011-07-08 16:56:48

mario g. per sapere tutte queste cose secondo me devi essere il tesoriere dell'IDV.
io parlavo di gente che è ha lasciato il partito non perchè non ha ottenuto la poltrona ma perchè si è accorto che nn esiste quella democrazia, legalità e trasparenza tanto decantata dai nostri guru di partito

mario g. 2011-07-08 16:48:58

poi a proposito di gente come cavalli,alfano & simili, va bene che sono persone che si impegnano nella società civile ecc... ma perchè quando vogliono ritagliarsi spazi rivendicano la loro "autonomia" e poi quando hanno bisogno della "struttura" (leggi soldi ed appoggi) sono tutti pronti con il loro portafoglio aperto per ricevere? tipo quelli che richiedono contributi per le campagna elettorali ,rimborsi, organizzazione eventi ecc... vanno a bussare al conto corrente del partito (puntualmente soddisfatti).
perchè non rivendicate la (vostra) autonomia e l'autofinanziamento come va ripetendo da tempo il loro guru beppe grillo?

mario g. 2011-07-08 16:43:32

tale girlando avesse portato nell' IdV un valore aggiunto sarebbe anche considerata una perdita... ma visto che si tratta dell'ennesima ripicca perchè non è stato messo in "un posto al sole" lo si può mettere al parti di un piccolo scilipoti, che almeno a qualcosa serve (tipo scrivere libri e fare da stampella ad un governo zoppo)

Idvèmortaquasiputrefatta 2011-07-08 16:16:31

cazzo!!! ...ma possibile che tutti quelli che lasciano il partito del prode DI PIETRO siano tutti impazziti perchè non hanno ricevuto poltrone, troni o reggenze?
ilpartito in primis il presidente non dovrebbe porsi qualche semplice domanda del tipo ...ma dove stiamo sbagliando? forse nel nostro statuto qualcosa non va, tipo la dittatura che ne esce fuori. lui è il pdrone e gli altri sono gli schiavi. ogni lamento viene punito con le minacce.
QUI MI SORGE UN DUBBIO!! MA DI PIETRO SA COSA ACCADE IN TUTTE LE REGIONI E LE PROVINCE DELL'ITALIA ALL'INTERNO DEL SUO PARTITO?

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j