Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
13 Ottobre 2011
IDV TREVISO. LA LETTERA DI UN GRUPPO DI ISCRITTI CHE PROTESTA CONTRO LE NUOVE ESPULSIONI. "DI PIETRO E' COME BERLUSCONI E LA LEGA, METTE IL BAVAGLIO AGLI OPPOSITORI. ALMENO NEL PD SI PUO' DISCUTERE".
Gli ultimi colpi di coda di Berlusconi faranno molto male all'Italia, ma il suo governo nonchè modello puttanesco d'Italia sta per morire e si sente, si percepisce nell'aria, nelle voci, nella pelle un bisogno ormai univoco e compatto di rinascita. Si dice, a ragione, non con questa opposizione, intendendo per essa quasi solo il Pd. Vi è, però, un solo elemento che mi piace del Pd su cui sono solitamente critica, l'unico che alcuni altri partiti d'opposizione possano copiare: la democrazia interna per cui tutti possono dire la loro senza che si minacci l'espulsione contro chi ha opinioni diverse. Le critiche forti di Parisi, insomma, hanno dato voce a intensi dibattiti, ma nessuno si è permesso di usare l'espulsione come arma per tacitare il dissenso motivato. Questo non succede nel bosco troglodita della Lega, ma nemmeno in quello solo apparentemente aperto alla società dell'Idv. Il 7/10/11 sera si è consumata nella provincia trevigiana e nella regione veneta l'ennesima forzatura di due "urlatori" di professione dell'Idv, qui noti per la loro arroganza comunicativa stile Lega, noti come M&M (Maschera- Marotta) o, a piacere, G&G (Gianluca -Gennaro), che hanno chiesto ed ottenuto l'espulsione di tre iscritti rei di aver reso pubblico, ai cittadini che li hanno votati (uno di loro è consigliere comunale) e dopo aver cercato inutilmente ascolto nel partito, il modo gerarchico e autoritario di gestire il coordinamento provinciale e regionale dei due di cui sopra. Perchè l'Idv può fare le pulci in casa degli altri, ma non sopporta che qualcuno gliele faccia nella sua, tanto da anticipare nel proprio statuto ciò che Berlusconi vuole fare con le intercettazioni: i militanti non possono rivolgersi ai giornali se le loro denunce non ottengono ascolto all'interno del partito stesso, pena l'espulsione (documento di Tivoli). Insomma, anche Di Pietro e prima ancora Donadi, hanno voluto al loro interno il "bavaglio" alle verità. Dunque, hanno ragione coloro che dicono che Berlusconi e Di Pietro sono speculari: stessi atteggiamenti e gerarchizzazione del partito, ma momentaneamente Di Pietro si trova dalla parte giusta. Noi critichiamo spesso e giustamente il Pd; ma gli altri partiti? Per quel che mi riguarda alle prossime elezioni cercherò nei movimenti , in accordo su questo con la linea che sta cercando di sviluppare De Magistris.
Barbara




Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Giuseppe Marasco 2011-10-31 20:17:34

Posso confermare tutto, il partito usa lo stesso metodo ovunque, il dissenso interno non è tollerato, parlo per esperienza diretta.

FORLEO 2011-10-18 02:02:18

CARO ISCRITTO IDV VUOI METTERE IL BAVAGLIO ANCHE QUI A CHI DISSENTE DAI TUOI PADRONCINI? SEI SOLO UN FASCISTA.

iscritto idv veneto 2011-10-17 15:42:10

punto primo: la lettera è firmata da una persona e non da un gruppo come è scritto
punto secondo spero che qualcuno provvederà a segnalare queste righe ai signori Marotta e Maschera in modo che possano intraprendere in tempo se ve ne sono gli estremi delle azioni legali nei confronti della persona che li cita qua sopra parlando di metodi AUTORITARI E GERARCHICI nella gestione dei coordinamenti.

(non cordiali) saluti

iscritto idv veneto

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j