Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
12 Dicembre 2011
TREVISO: ECCO LA LETTERA DI DENUNCIA DEI MILITANTI IDV ESPULSI.
QUELLO CHE PUBBLICHIAMO E' UN PESANTE ATTO DI ACCUSA ALLA GESTIONE DEL PARTITO DI DI PIETRO IN VENETO IN MANO ALLA TROIKA DONADI-BORGHESI-MAROTTA E SPACCATO ORMAI IN MODO IRREVERSIBILE. I TONI DI QUESTA LETTERA FAREBBERO RIFLETTERE QUALUNQUE LEADER SERIO CONVINCENDOLO AD INTERVENIRE. MA NON L'EX EROE DI MANI PULITE.
Gli ex iscritti Idv si sono autotassati per acquistare uno spazio sul quotidiano La Tribuna e far conoscere a tutti qual è la condizione di un partito che, grazie alle omissioni di media amici, alle amnesie di famosi columnist e anchorman, all'ipocrisia e alla pavidità di altri militanti, riesce ancora a far credere di essere quello che non è, ovvero un'organizzazione trasparente, libera e dedita alla disinteressata ricerca del bene comune. Viceversa l'Idv è un partito anni 50, dove vige uno spietato "centralismo democratico" e vengono somministrate meticolose "purghe" di stampo staliniano. Una lettera che Il tribuno.com dedica a quanti credono ancora che l'Idv e Di Pietro siano qualcosa di "diverso" o, come spesso si sente dire, i "meno peggio".

Cara Italia dei Valori,    

Ci siamo autotassati per acquistare questa pagina perché desideriamo esprimere pubblicamente la nostra profonda indignazione per l'ingiustificata e immeritata espulsione dall’Italia dei Valori di  Sergio Balliana, di  Paolo Comelato e del Consigliere Comunale  Leonardo Corò,  ai quali esprimiamo tutta la nostra solidarietà e gratitudine per il contributo che hanno dato in questi anni per migliorare il nostro Paese ed alimentare la speranza di una nuova generazione politica.

            La loro espulsione, che si aggiunge a poco più di due mesi di distanza a quella altrettanto incomprensibile del Consigliere Comunale di Venezia Nicola Funari, rappresenta una grave ferita ai principi di democrazia, giustizia e legalità, ferita a cui mai  avremmo voluto assistere, tanto meno nel Partito al quale, proprio per difendere quei valori, Paolo, Leonardo e Sergio si erano iscritti.

• Sono stati espulsi per non aver accettato i più odiosi clichés che una classe  politica, cieca e sorda alla voce della gente comune, si ostina ad imporre nonostante le recenti sonore lezioni di Milano, Napoli e del Molise;

• sono stati espulsi perché non sono ricattabili per il passato né corruttibili per il futuro;

• sono stati espulsi perché hanno cercato la giustizia e la legalità negli organi deputati a difenderle, senza rassegnarsi a mercanteggiarle;

• sono stati espulsi perché hanno tenuto la testa alta e la schiena dritta;

• sono stati espulsi perché credono che la speranza di migliorare la nostra vita e il nostro Paese non debba mai morire;

• sono stai espulsi senza contraddittorio, senza nemmeno essere ascoltati, secondo il deprecabile stile di chi non ha il coraggio di affrontare il dissenso.

            Scriviamo queste parole perché nutriamo ancora la speranza che le tante persone oneste e giuste militanti in Italia dei Valori abbiano un giorno la meglio sui troppi professionisti della politica che, falliti nei precedenti partiti, stanno abilmente cercando di saccheggiare un Partito nato dalle speranze e dai sogni di tante persone semplici e fiduciose. Ciò a conferma di quella pesante questione morale che grava su Italia dei Valori così coraggiosamente denunciata da Luigi De Magistris, così ostinatamente negata e taciuta dai colonnelli di partito, così ampiamente confermata dal trionfo elettorale di Napoli.

            Sono stati espulsi ma sappiate che la loro onestà intellettuale e il loro coraggio di seguire sempre i valori in cui credono saranno di esempio per molte altre persone oneste.

            Poiché l'unica regola sempre rispettata è l'espulsione per chiunque osi criticare i comportamenti falsamente democratici di alcuni dirigenti locali del Partito, questa lettera è firmata con l'inchiostro dalla sottoscritta ma con il cuore da più di 50 militanti.

 

Sandra Rosi


Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Dalla Sardegna 2012-01-16 11:52:21

Luigi Rossi, prima di parlare degli espulsi da Idv, sciacquati la bocca con la candeggina e fai i gargarismi.

Dalla Toscana... 2012-01-15 17:37:25

La bocciatura del porcellum e' cosa positiva per tutti i partiti.. soprattutto per IdV... in toscana e' gia' possibile anticipare le prime 5 persone che verranno inserite nel listino delle prossime elezioni...

Gabriele 2011-12-14 19:04:12

Travaglio non stara' zitto ancora per molto io credo... ma se si fossero tassati per pubblicare questa lettera su Repubblica, Messaggero o Corriere della Sera, Di Pietro starebbe sui tizzoni dell'inferno. Prima si arriva ai media nazionali e meglio e'.

Ma dopo aver candidato gente come Alessi e De Jorio vi siete stupiti della candidatura di Razzi e Scilipoti?
Voi forse si... ma io no.

E dovete riflettere su questo: i metodi ampiamente documentati su questo sito per la selezione della classe dirigente IDV sono ESATTAMENTE disegnati per produrre i Razzi e Scilipoti di domani (che gia' sono li' in Parlamento ovviamente).

Ma cosa volete sperare... questi sono buoni a magnare e fare demagogia, sia in piazza che con le proposte di legge. Fare leggi per il bene comune, parlare per il bene comune, amministrare per il bene comune e governare per il bene comune non interessa alla famiglia Di Pietro.
Dalla prossima legislatura pagheremo anche lo stipendio al figlio che senza questa legge elettorale non sarebbe stato mai eletto (legge elettorale che lui a chiacchiere contesta da sempre... ma a chiacchiere, notate bene).

LUIGI ROSSINI 2011-12-13 17:02:38

Smettetela .... non se ne puoi più...parlate parlate parlate....se l'idv ha espulso persone che parlano a vuoto e non combinano niente..stanno solo a criticare..devo dire :HA FATTO BENE

giancarlo busso 2011-12-12 16:53:29

Nulla di nuovo sotto le tenebre dell'idv. Quello che e capitato a voi non è altro un madus vivendi di Di Pietro nel gestire il partito, qui nel Lazio è successa la stessa cosa nel 2008 dove le persone con vari ruoli facevano parte del nucleo storico del partito. molti come me con iscrizioni dal 1998, il padrone Di Pietro si comportava proprio come Stalin, quando il partito si era realizzato con i nostri sacrifici, come l'uomo con i baffi ha deciso di far arrestate ed in viare nei gulag tutti i fondatori, sostituendoli con personaggi senza scrupoli pur di soddisfare le proprie ambizioni di gestione del partito con indirizzo padronale, e soprattutto ricevere più che sia possibile gli indennizzi elettorali, che poi costituiscono l'unico motivo per cui Di Pietro ha fatto l'IdV. Noi dobbiamo come obbligo civile far conoscere a quei poveretti che credono a questo personaggio, che tutto quello che lui dice, non ci crede neanche lui.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j