Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 13 Febbraio 2012
L'AUTUNNO DEL PATRIARCA.

A Palermo sta andando in scena il de profundis politico di Leoluca Orlando. La cosa non ci fa per nulla piacere perché abbiamo sempre guardato con simpatia all’ex sindaco del capoluogo siciliano, ma ormai l'artefice della primavera di Palermo contraddice palesemente la sua storia e al rinnovamento ha preferito una paludosa conservazione. 

Dopo mesi di guerriglia anti Pd, l’ex sindaco di Palermo ha deciso di appoggiare la candidatura di Rita Borsellino alle primarie per la scelta del sindaco del centrosinistra. Dietro la decisione si mormora ci sia uno scambio degno della peggiore politica da ancien regime. Orlando avrebbe infatti pattuito con Giuseppe Lupo, il segretario regionale del Pd da lui aspramente criticato  per l’alleanza con il terzo polo e Raffaele Lombardo, un posto di ministro nel prossimo governo di centrosinistra o una candidatura unitaria come presidente della regione. 

Ma la cosa peggiore in realtà è un’altra: Orlando per portare a termine questi giochi ha cercato di stroncare la candidatura alle primarie di un consigliere comunale dell’Idv, Fabrizio Ferrandelli, che rispondeva a tutte quelle caratteristiche positive che il partito di Di Pietro vanta di possedere e che in realtà non possiede affatto. Ferrandelli è l’immagine stessa di un altro centrosinistra: ha 31 anni, è stato eletto in una lista civica, viene dal volontariato e ha fondato nel quartiere di Ballarò un asilo che senza un soldo pubblico assiste bambini figli di migranti fornendo anche consulenze mediche. Si occupa insomma di diritti degli ultimi. 

Il suo nome è espressione spontanea di ben 39 movimenti della società civile, di una fetta consistente della base dell’Idv, di Sel e di una parte, soprattutto giovanile, del Pd. Ebbene quando la candidatura di Ferrandelli ha preso corpo, Orlando gli ha intimato di fare un passo indietro e a dicembre, viste le resistenze del giovane consigliere e dei circoli cittadini, ha annunciato la sua espulsione dal partito. Se Orlando non fosse ridotto ormai ad un simulacro di sé stesso avrebbe dovuto fare spazio a quello che sembra un suo legittimo erede politico. Invece ha detto sì alla candidatura di una grande donna ma che a 67 anni ha ormai perso il contatto con la realtà della città, facendosi strumentalizzare dalle caste locali. 

Se Orlando non si fosse lasciato possedere da un saturnino ringhio da egoarca, avrebbe dovuto aprire le porte del partito ai movimenti giovanili e al vento fresco di quella società civile che i falsi profeti del progressismo italico invocano spesso salvo preferirgli appena possono opachi accordi di sottogoverno. Ma Orlando ormai non ha più progetti per la sua città, al massimo coltiva progetti personali e piazza gli amici nei posti di potere. Per questo ha pattuito con il Pd il posto di vicesindaco per il suo storico sodale, Fabio Giambrone, già sistemato con uno scranno di senatore. Peggio ancora, per fiaccare le energie di Ferrandelli, l’ex enfant prodige della politica siciliana ha cooptato nel gruppo Idv, Paolo Caracausi, un consigliere eletto con il Pid di Saverio Romano, l’ex ministro indagato per mafia e che ha sempre sostenuto lo scellerato malgoverno del sindaco Cammarata. 

Una decisione che marchia con un timbro indelebile la ormai inarrestabile “debauche” politica orlandiana, il riflusso velenoso di un’onda politica che è stata gioiosa e spumeggiante. Non è un caso se, Cesare Mattaliano, un altro consigliere comunale dell’Idv, per 20 anni capo del cerimoniere di Orlando in Comune, uno più orlandiano di Orlando stesso, di fronte a questa evidente deriva politica abbia deciso di appoggiare Ferrandelli, abbandonando il maestro di una vita. L’ex sindaco della primavera di Palermo stavolta una primavera la vuole stroncare sul nascere. 

Era nato per rottamare le vecchie cariatidi della Dc e ora rottama i giovani. Era nato incendiario e morirà pompiere. Speriamo che il conclamato declino politico di Leoluca Orlando segni anche l'inizio di quello dell’Idv, un partito di gattopardi democristiani che hanno scelto il controverso ex eroe di mani pulite per rifarsi una verginità impossibile e che ora per sopravvivere non esitano a uccidere i propri figli.              

Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
da palermo 2012-02-13 23:53:46

corretto...se non fosse che ferrandelli ha sapientemente accettato l'aiuto politico di antonello cracolici,deputato del pd ed artefice dell'innovazione politica regionale siciliana.cracolici,perse le regionali,decide di governare comunque sostenendo il vincitore delle elezioni regionali,anche se di schieramenti diversi.ora nessuno credo sia così stupido da pensare che cracolicinon chiederà nulla in cambio a ferrandelli.è politica,nessuno fa niente per niente e cracolici è uns volpe.mi chiedo come anche la alfano accetti e sostenga questi appoggi immorali...la borsellino,sel e idv sono certi che con loro a governare sarà il centrosinistra.con fertandelli pottlrebbe esserci l'ombra lunga del terzo polo.lo pubblicherete?non credo

gaetano cammarata 2012-02-13 22:43:32

e se fosse tutto concordato prima?
penso così perchè ferrandelli sarà, anzi è sicuro il prossimo sindaco di palermo
perchè lo vuole il cittadino palermitano, così orlando ne esce pulito da tutta la storia...
a proposito avete visto genova....ciao a tutti

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j