Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Giulietto Chiesa 19 Aprile 2012
PERCHE' MONTI SE NE DEVE ANDARE.

L’ho definito un ricattatore, e gli si attaglia: Mario Monti mi preoccupa, lo dico francamente. All’inizio, qualche mese fa, mi pareva solo un pallone gonfiato; adesso sta diventando pericoloso: è un fanatico, un sacerdote fanatico, e i fanatici sono sempre pericolosi. Qualcuno gli ha detto che deve salvare l’Italia; lui ci ha creduto, e per questo vuole ri-educarci. E siccome non gli riesce bene, a quanto pare, nonostante tutto pensa di poteci ricattare: o fate così, come dico io, oppure me ne vado e vi lascio in pasto ai politici corrotti dai quali vi ho appena liberato. Rispondo così: caro Monti, tu non sei diverso da loro almeno per una caratteristica, la tua capacità rapinatoria; la differenza sta solo nello stile. Per cui proporrei, senza troppi rimpianti, di cacciare te e loro, insieme.

Vedi, Mario Monti, come sono equanime? Propongo che voi ve ne andiate tutti, semplicemente. E a proposito di equità (e di rapina) sei riuscito, Mario Monti, a fare peggio di Berlusconi: i miliardi che hai recuperato li hai presi ai pensionati, e hai fatto dell’Italia il paese in cui si va in pensione più tardi che in tutta Europa. Tu e la Fornero siete così ligi al comando della finanza che siste saltati sopra l’asino e state cadendo dall’altra parte, cioè fate più di quello che vi è stato chiesto. Mi riferisco all’articolo 18: ce l’abbiamo praticamente solo noi, ma siccome in quest’Europa tutto sommato non siamo gli ultimi della classe, vuol dire che gli altri – che non hanno l’articolo 18 e che stanno peggio di noi – avranno delle altre ragioni; quindi, probabilmente, non tutto è legato all’articolo 18.


Perché vi siete così intestarditi sull’articolo 18? Io una risposta ce l’ho. Voi state stra-facendo, andate oltre: siete andati oltre i vostri compiti. Mi domando: ma chi ve lo fa fare? Penso che ci sia solo una spiegazione: che abbiate una fiducia illimitata nel dio denaro, e che questa fiducia illimitata vi renda folli e ciechi. Per questo temo che finiate male. Lo so benissimo che voi cadrete in piedi, non ho dubbi – poveri non siete e non siete mai stati, e nemmeno sapete cos’è la povertà; figuriamoci se diventerete poveri – mai, è escluso: cadrete in piedi. Ma l’essenziale è che cadiate, questa è la cosa principale: e noi faremo di tutto per aiutarvi a cadere. Purtroppo c’è il rischio che, se cadete male, noi finiamo sotto le vostre macerie, ma comunque cercheremo di scansarci.


Siamo certi, tuttavia, che voi cadrete: perché sarà il dio denaro, a colpirvi prima di noi, che comunque ci proviamo. Sabato 31 marzo veniamo a Milano a occupare Piazza Affari, partendo dalla cattedrale della Bocconi dove voi avete imparato a pregare. Se funziona, come spero, vi faremo vedere che non sarà così facile ri-educare l’Italia come vi eravate messi in testa. Ma sarà la cura che volete imporci a far male – a voi. E sapete perché? Perché è sbagliata. Dite di voler ridurre il debito, ma in realtà sappiamo come state lavorando per ingigantirlo. E perché? Forse non lo sapete, ma ve lo spieghiamo noi. Lo ingigantite perché non avete voluto cambiare le regole – cioè: l’assenza di regole – con cui la finanza mondiale ha creato questo debito. E dunque, siccome l’assenza di regole non è stata cambiata, questo debito continuerà a crescere. E crescerà sempre di più, fino a che esploderà come una grande bomba. E anche se riuscirete a spellarci vivi tutti, si vedrà presto che il debito cresce ugualmente. E allora sarà chiaro che ci avete mentito.


Ecco perché, prima che ve ne andiate, veniamo a Milano per darvi qualche consiglio. Per esempio: farla finita col movimento dei capitali fuori controllo – cioè, farla finita con la speculazione, abolendo i derivati. Ma voi non l’avete fatto, né lo avete proposto. E per esempio: congelare il debito pubblico e riconoscere tassi di interesse non superiori al 3% – il resto lo spostiamo a cinquant’anni: se ne riparla dopo, poi vedremo. Altro suggerimento: andare a Bruxelles e chiedere di cancellare il Trattato di Maastricht, che ci costringe a fare ricorso alla finanza internazionale per finanziare gli Stati europei, e trasformare la Banca d’Italia – dopo averla nazionalizzata – in un prestatore di ultima istanza: molto meglio che regalare centinaia di miliardi alle banche al tasso dell’1% per tre anni, perché si comprino il nostro debito.


Tutte queste cose non le avete fatte e non le avete neanche proposte, e quindi per questa ragione il debito continuerà a crescere. Quindi – Monti, Passera, Fornero – credetemi: il Papa Napolitano non è un buon interprete del dio denaro, non è infallibile neanche lui. E quindi fate come vi proponiamo: redimetevi, e andatevene. Ce la caveremo meglio senza di voi. L’alternativa c’è: creiamola, a cominciare da sabato. Good bye e good night – anch’io imparo un po’ di inglese, perché è là che è nato l’Impero. Non vorremmo imitarlo, ma imparare a difenderci: da voi.

 





Giulietto Chiesa

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
___confine___ 2012-04-23 13:18:28

Si continua a difendere posizioni e certezze accumulate in una vita senza ragionare ma cercando solo di imporre le proprie idee. Potrei condividere il giudizio sul governo Monti ma non condivido quello sul popolo italiano perchè è un popolo che va educato e civilizzato nel senso di un maggior senso civico. E' inutile far finta che siamo dalla parte del popolo quando poi parecchi dei mali di questo Paese sono espressione delle persone che abiatano la penisola. Come si può avanzare un idea di ridiscutere un debito a 50 anni a partire da ora. Solo una generazione egoista può pensare da una cosa del genere! Abbiamo creato il debito ora non basteranno le vite dei nostri figli ma richiamiamo addiririttura i nostri nipoti? Pensieri folli! Bellissima la striscia del giornale L'Unità di qualche giorno fa: "È necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci e non combattere ciò che è diverso, che è "altro" da noi" Nilde Iotti, 1987

VITO SATURNO 2012-04-20 20:42:55

Lettera aperta al presidente Napolitano.
Se gli evasori sono indegni di dirsi italiani, i politici che cosa sono? Che cosa sono i politici che rubano il denaro di tutti? Che cosa sono i grandi manager statali che vivono da parassiti delle finanze pubbliche? Che cosa sono tutti quei delinquenti, ripeto: delinquenti, che hanno ridotto l'Italia in questo stato? Il suo attacco (secondo me) fuorviante contro gli evasori, ha un gravissimo difetto, che un politico di lungo corso avrebbe dovuto evitare come la peste: dimentica di chiedersi come vengono dilapidati e rubati i soldi dei contribuenti, sempre gli stessi, che non hanno ancora il coraggio di fare come gli Stati Uniti della guerra d'Indipendenza. Per sua memoria, alla base dell'insurrezione ci furono motivi fiscali: "Se non c'è rappresentanza, non ci sia tassazione". In tutti i Paesi civili esiste una regola sancita da tutti i codici: a fronte di ogni richiesta di denaro deve esserci una equivalente fornitura di merci o di servizi. E che servizi riceve il suddito italiano? Trasporti pubblici sempre più vergognosi, sanità sempre più risicata e scalcinata, scuola sempre più povera, giustizia sempre più carente e discutibile (vedasi la vergognosa sentenza di Brescia, con le vittime certe condannate al pagamento delle spese processuali), previdenza sempre più "imprevedibile", sicurezza sempre più sgangherata, con un capo della Polizia a 600.00 euro di stipendio e le volanti senza benzina. Oltre a tutto ciò, il cittadino per bene vede la sua aria sempre più inquinata, la sua acqua sempre più a rischio anche di scippo, il suo ambiente sempre più deturpato, il suo orgoglio di buon cittadino sempre più deriso da chi ha il vizio schifoso di parlare prima di "bamboccioni" e ora di "sfigati", di "monotonia del posto fisso"? Sa come si chiama una pretesa di denaro senza contropartite? Per il Codice Penale italiano è ESTORSIONE. Io sono un contribuente normale, ma oggi comincio a farmi tremende domande: quando la smetterete di vessare i deboli? Quando deciderete di strappare le unghie ai ladri e ai parassiti? Quando deciderete di andarvene tutti quanti a quel paese, che non è l'Italia? Io sono orgoglioso di essere italiano e rimando al mittente quella frase infelice (uso un eufemismo) che non fa onore al capo dello Stato, di questo Stato. Non soltanto gli evasori non sono degni di essere italiani, ma anche l'immensa marea dei ladri di stato, dei parassiti, dei devastatori del bene pubblico, degli approfittatori, dei compari, di cui sono piene purtroppo le cronache. Ecco, che cosa manca nel suo ragionamento, presidente. Grave, come mancanza!
Non ci sottovaluti, presidente Napolitano. Sappiamo bene che cosa sta tramando la politica alle nostre spalle, nonostante che le grancasse, le veline e i megafoni mediatici ci abbiano distratto con gli scandali leghisti e ci diano occasione di ridere del Trota. Sappiamo bene che stanno modificando l’art. 81 della Costituzione per renderci schiavi delle o

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j