Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

ELEZIONI LOANO (SV). PAVARINO (IDV): "forse con i voti della Destra di Storace, vi è stato un travaso, si!!

18 aprile 2011

ELEZIONI LOANO, POLEMICA INTERNA ALL'Idv: PAVARINO REPLICA A QUAINI

Pier Giorgio Pavarino

Il responsabile cittadino di Loano dell’Idv, Pier Giorgio Pavarino, replica a Stefano Quaini sulla polemica per la presunta scelta “paracadutata” dall’alto dei candidati che dovrebbero rappresentare il partito dipietrista alle elezioni amministrative imminenti:

Questo è un partito, che nelle sue alte sfere non rispecchia il vero ideale dell’Idv di Antonio Di Pietro, scelte e comportamenti discutibili, che danno l’impressione di essere in un partito non democratico, forse con i voti della Destra di Storace, vi è stato un travaso, si!!, ma non da destra al centro Sinistra, ma da parte del consigliere eletto a Destra.

I casi non sono isolati, non è possibile che tutti gli esponenti della Destra entrano in Idv, che siano stati tutti folgorati sulla via di Damasco? Questa redenzione è sospetta, per uno che come me è entrato in punta di piedi, credendo nel progetto innovativo Idv suonano strane. I debiti di riconoscenza alla Destra quando finiranno? Se mai finiranno. Questo metodo non è riconducibile ai valori dell’Idv, è un metodo da Pdl.

La condivisione fatta nel direttivo Savonese, è stata dilaniata da un’autarchia, che può solo allontanare più che ravvicinare alla gente dell’Idv. Per non dire che l’esponente regionale che quando lo si cerca, non risponde al telefono, che non consulta mai i referenti locali che lavorano sul territorio tutto l’anno, tutto questo non per un arrivismo personale, ma per un risultato da condividere con tutti gli esponenti, dall’iscritto semplice a Di Pietro.

Questo è il solo e vero obbiettivo, il referente locale è gli occhi e lo orecchie del partito sul territorio, chi è stato eletto, ha il dovere di ascoltare e lavorare per tutti, per non auto screditarsi, per non attuare una politica suicida, per lui e per chi gli sta dietro, è li solo esclusivamente per quello. La forzatura con i candidati espressi su Loano, indicati del regionale, non rispecchiano appieno gli equilibri locali, un loro previsto magro risultato, discredita tutto il partito, ledendo soprattutto la mia immagine, io sono la persona al quale i nostri elettori locali fanno riferimento, l’esigua forza elettorale del consigliere si misura in 30 voti, contro i 350 al quale mi fanno riferimento, le telefonate, gli incontri i comunicati di stima e di disappunto contro il regionale mi confortano, ma avranno un inevitabile conseguenza, una perdita di consenso al partito, finche non cambiano gli atteggiamenti esterni.

http://www.ivg.it/2011/04/elezioni-loano-polemica-interna-allidv-pavarino-replica-a-quaini/

 


April 16, 2011

Comunali Loano: polemiche nell’IdV contro le scelte di Quaini e dei vertici regionali

di Redazione Corsara pubblicato il giorno apr 16th, 2011 nelle sezioni Amministrative Loano 2011,


Stefano Quaini[fp] – È polemica all’interno dell’IdV, con la sezione locale loanese del partito che lancia accuse rivolte in particolare all’esponente regionale Stefano Quaini (nella foto) il quale si sarebbe arrogato poteri da monarca assoluto nella designazione dei candidati alle amministrative di maggio.

«Il Direttivo del Circolo dell’Italia dei Valori di Loano riunitosi in assemblea per esaminare e quindi proporre i nominativi da candidare alle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio 2011 del Comune di Loano ha evidenziato la non condivisione sulla scelta dei candidati portata avanti in modo verticistico dalla Direzione Regionale e in modo particolare da parte del Consigliere Regionale Dr. Stefano Quaini», attacca il referente loanese dellIdV Piergiorgio Pavarino.

Sotto accusa, appunto, il suo “atto di forza” col quale «senza tener conto delle legittime aspettative di alcuni iscritti e figure rappresentative a livello locale ha designato in modo unilaterale i nominativi da candidare». «La sua scelta è stata da noi subita e non condivisa», sottolinea Pavarino: «Certamente erano altri e non quelli che sono stati scelti da parte del Consigliere Regionale i candidati che avrebbero dovuto rappresentare Italia dei Valori».

http://albengacorsara.it/2011/04/16/comunali-loano-polemiche-nellidv-contro-le-scelte-di-quaini-e-dei-vertici-regionali/



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j