Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO 'SE LA SUONA E SE LA CANTA'. "PORFIDIA (Ex-Idv) COME COSENTINO", "PORFIDIA POTRA' TORNARE NELL'IDV".

CASERTA ELEZIONI / Per Di Pietro Porfidia uguale Cosentino

CASERTA – Di Di Pietro, che ha chiuso, in pratica, la campagna elettorale di Carlo Marino, prendo solo una battura. "A Caserta tutti i partiti della coalizione hanno avuto la forza di rinnovarsi puntando su Carlo Marino in discontinuita' con il passato, noi - ha dichiarato Di Pietro - abbiamo detto basta a chi ha governato fino ad ora e si ripropone per governare sotto altre liste. Ora lo ribadiamo: basta con gli Scilipoti, ma basta con i Cosentino e i Porfidia in questa terra addolorata dove pochi distruggono la dignita' di tutti". Si chiudera' stasera, invece, la campagna elettorale del candidato del Pdl, Pio Del Gaudio, nella sede del partito in via G.M. Bosco.

Insomma, per Di Pietro Porfidia uguale Cosentino.

http://www.casertace.biz/caserta/politica/di-pietro-elezioni-caserta

 

Le risposte di Di Pietro alle dieci domande di MicroMega

2) Per quanto riguarda Porfidia, Di Pietro dice che non è vero che è indagato per il 416 bis, ma per un "banalissimo abuso d'ufficio" di quando era sindaco. Non pensa che la base di IDV, soprattutto i giovani, vogliano essere rappresentati da persone che non abbiano commesso neanche dei "banalissimi abusi"?

Quanto alla posizione processuale dell’on.le Amerigo Porfidia, ribadisco innanzitutto che non è vero che egli sia mai stato processato e nemmeno indagato per associazione mafiosa ex art. 416 c.p. Tale affermazione è un’autentica falsità, pubblicata a suo tempo da alcuni organi di informazione, a cui l’on.le Porfidia ha immediatamente e tempestivamente risposto anche querelando e citando in giudizio per diffamazione gli autori.
L’on.le Porfidia non è nemmeno mai stato indagato – e men che meno condannato – per “abuso d’ufficio” né per alcun altro reato commesso nella sua funzione di Sindaco o Pubblico amministratore. Vi è solo stato, anni addietro, una lite privata per motivi di lavoro con un suo socio sfociato in reciproche denunce, per cui oggi egli si ritrova – a distanza di tanti anni e per inerzia della giustizia – ancora sotto indagine (ripeto, sotto indagini preliminari e mai nemmeno rinviato a giudizio) per il reato di violenza privata ex art. 610 c.p. (così come risulta dal suo certificato dei carichi pendenti).
Ciò nonostante – e proprio per evitare strumentalizzazioni e incomprensioni - l’on.le Porfidia, non appena usciti gli articoli del Corriere della Sera che nel gennaio del 2009 parlavano della sua posizione processuale (posizione che, ripetesi, nemmeno lui conosceva per non aver mai ricevuto nemmeno mai alcun avviso di garanzia), si è correttamente sospeso dal partito ed è immediatamente uscito dal gruppo parlamentare. Quindi egli, a tutt’oggi, non fa parte dell’IdV e potrà tonare in squadra solo dopo aver risolto i suoi problemi con la giustizia.
In conclusione né io né l’IdV né lo stesso on.le Porfidia riteniamo che “i giovani vogliano essere rappresentati da persone che “abbiano commesso banalissimi abusi”. Nel caso in questione, però, non vi è stata alcuna “condanna” (e nemmeno un avviso di garanzia) e non trattava di “abusi di ufficio”, men che meno di associazione mafiosa. Inoltre, l’on.le Porfidia è ora sospeso dal partito perché riteniamo che – anche se si tratta di una privatissima vicenda – egli debba prima aspettare il responso dell’Autorità giudiziaria. Sfido qualunque altro partito e qualunque altro parlamentare ad avere la stessa attenzione e sensibilità che abbiamo avuto noi dell’IdV e lo stesso on.le Porfidia.

http://temi.repubblica.it/micromega-online/le-risposte-di-di-pietro-e-pardi-alle-dieci-domande-di-micromega/



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j