Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

BERSANI: "BERLUSCONI A CASA COMUNQUE VADA IL REFERENDUM", DI PIETRO E BERLUSCONI: "NON E' UN VOTO SUL GOVERNO"

wallstreetitalia


09 giugno 2011

Governo/Bersani: Dimissioni Berlusconi comunque vada referendum.

Roma, 9 giu. (TMNews) - "Perchè questo Governo vada a casa ce ne è già di avanzo", indipendentemente da quello che sarà il risultato del referendum. Il segretario del Pd Pierluigi Bersani ha ribadito che il suo partito chiede che Premier e Governo si presentino dimissionari alla verifica parlamentare sulla tenuta dalla maggioranzam, oggi fissata in aula alla Camera per mercoledì 22 Giugno "Per quanto ci riguarda, ce ne è già abbastanza - ha detto Bersani intervistato sull'Unità- perchè il Governo non vada più avanti", indipendentemente dall'esito del referendum. E "se anche Berlusconi continuerà ad esercitarsi in tecniche di sopravvivenza, noi chiederemo le dimissioni di questo governo come stiamo facendo da qualche mese a questa partperchè questo governo vada a casa". Certamente - ha poi aggiunto ancora il segretario del Pd sul rapporto referendum-tenuita governo- se c'è una grande partecipazione verrà confermata un'esigenza di cambiamento".



06 giugno 2011

Referendum/ Di Pietro: Non è voto su governo, vinceranno elettori

Interessano anche popolo Pdl-Lega, no steccati a manifestazione

 

"I referendum non sono un giudizio universale su Berlusconi e se vinceremo non chiederemo un voto di fiducia su di lui perchè sono temi che interessano tutti: l'acqua, il nucleare, la legalità. Perciò invitiamo a votare tutti i cittadini, anche quelli di centrodestra, non sono temi che hanno un colore politico, e se passeranno sarà una vittoria di chi vota". Antonio Di Pietro lancia un appello agli elettori per il 12 e 13 giugno cercando di togliere argomenti politici e ideologici che potrebbero influenzare l'elettorato. Al termine della riunione dell'esecutivo di Idv per fare l'analisi sul risultato elettorale e discutere le prossime mosse politiche del partito, il leader di Idv ha solo tenuto a ricordato che "se non ci fosse stato lo spirito propulsore di Idv due su tre di questi quesiti non ci sarebbero. Ma condivido l'idea che alla manifestazione di chiusura di venerdì non ci siano bandiere di partito ma solo i comitati promotori. A Roma, Napoli e Palermo abbiamo organizzato manifestazioni libere dai partiti perchè vogliamo che non ci siano steccati. Chiunque vorrà - ha assicurato Di Pietro - potrà parlare dal palco, sia un politico o un cittadino. Anche i sindaci della Lega potranno partecipare se vogliono, anche in dissenso, purchè se ne parli".



03-06-2011

"I referendum non avranno effetti sul Governo"

Poi 'sterilizza' i referendum: non avranno alcun effetto, dice, sulla tenuta del Governo.
Il Pdl e il governo "non hanno dato indicazioni" sui referendum del 12 e 13 giugno "ma abbiamo dato assoluta libertà di scelta ai nostri elettori", ha detto il premier.
A Canale 5 Berlusconi ha aggiunto che i referendum "nascono da intenzioni demagogiche": per esempio, quello sull'acqua "è fuorviante" perchè in realtà non si vuole privatizzare l'acqua ma "si punta a mettere fine agli sprechi". Comunque sia "l'esito del referendum non ha nulla nulla a che vedere con il Governo".



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j