Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO: "Penati non credo sia un ladruncolo, ma non può dire 'chiarirò a breve'". Nel 2009: "Siamo onorati di appoggiare Penati".

Tangenziali milanesiLogoAvvenire

28 luglio 2011

Di Pietro: «Ma così Pier Luigi la butta in politica...»

 

Lo sfogo di Bersani? «Sì, l’ho ascoltato – afferma il leader dell’Italia dei Valori –. E gli dico: è vero che la macchina del fango esiste, ma non cada nella tentazione di buttarla in politica per non affrontare i problemi nel merito. Non è così che si costruisce l’alternativa». La questione morale, aggiunge l’ex protagonista della stagione di Mani pulite, riguarda «tutta la classe politica» (incluso il ministro Tremonti, che «ha chiuso gli occhi per non vedere») e va affrontata alla radice.

Allora, si sta gettando del fango addosso al Pd o anche per loro c’è una questione morale?
Chiariamo: rientra nella logica che nella lotta politica qualcuno cerchi di utilizzare le risultanze di indagini per contrastare l’avversario. Io, che la macchina del fango l’ho subita per due volte - nel 1995/96 a Brescia e più di recente a Roma -, dico però che è inutile prendersela con i mass-media, che pubblicano i fatti dandone una versione di parte e creando una cassa di risonanza.

Invece?
L’unico modo per evitare davvero che la macchina del fango si alimenti, è correre dal magistrato e chiarire i fatti, come appunto ho sempre fatto io. Prendiamo il caso di Penati: io, che l’ho conosciuto, non credo che sia un ladruncolo, di quelli che nascondono i soldi sotto il puff. Ma lui non può limitarsi a dire "chiarirò a breve". Che aspetta? Vada subito dai giudici, prenda il primo microfono e chiarisca. Ogni rappresentante eletto ha il dovere di farlo, per il rispetto dovuto ai cittadini.




Tangenziali milanesi


Amministrative/ Antonio Di Pietro (Idv): "Siamo onorati di appoggiare Penati"

Giovedí 05.03.2009 16:31


"Siamo onorati di continuare con il nostro appoggio al presidente Penati". Così, il segretario dell'Idv, Antonio Di Pietro, durante la conferenza stampa indetta per illustrare le alleanze politiche in vista delle amministrative, ha confermato la decisione di presentarsi in Lombardia, e nello specifico nella provincia di Milano, insieme alla lista del presidente, Filippo Penati. Di Penati, ha detto Di Pietro, "mi permetto di citare solo due caratteristiche personali: il pragmatismo del fare e la laicità nell'affrontare i problemi. Due caratteristiche con le quali ha dimostrato che si può governare senza fare battaglie aprioristiche ideologiche, con il dialogo sui temi delle infrastrutture, della sicurezza, del federalismo fiscale. Temi mai affrontati come tabù ma come problemi reali che una buona politica può risolvere tranquillamente. Noi non guardiamo mai il colore del partito ma la proposta che viene presentata".

"Di Pietro è stato il ministro delle infrastrutture che qui al nord ha fatto tantissimo. Con Idv c'è sempre stata una collaborazione leale". Così, il presidente della Provincia, Filippo Penati, è intervenuto alla conferenza stampa indetta dal segretario dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, per illustrare le alleanze politiche in vista delle prossime amministrative e confermare il sostegno dell'Idv alla lista Penati per le prossime provinciali. Penati, rivolgendosi direttamente a Di Pietro, ha voluto ricordare il ruolo svolto da ministro delle infrastrutture nell'ultimo governo Prodi. 

"La Cal nasce anche grazie alla tua determinazione, la tua capacità di portare sul territorio le decisioni. La scelta di accelerare su Pedemontana e Tem nascono dal tuo impegno. Gli unici soldi e le uniche opere certe sono quelle che hai messo in cantiere tu da ministro. La collaborazione con Idv è sempre stata una collaborazione leale: abbiamo cambiato tre assessori in Provincia perché tutti hanno fatto carriera. Una collaborazione leale, preparata. Adesso giochiamo una partita importante ed è per me importante proseguire la collaborazione con Idv. Ci presenteremo con una colazione più corta della precedente, scelta coerente con la decisione del Pd nazionale. Ma una coalizione che si rafforza per dare risposte ai milanesi".

http://affaritaliani.libero.it/milano/amministrative_antonio_di_pietro_idv_siamo_onorati050309.html

Quattroruote
31/03/2008

Tangenziali milanesi
APERTO IL NUOVO SVINCOLO FORLANINI

Tangenziali milanesi
Tangenziali milanesi

È stato inaugurato ieri, alla presenza del ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, del presidente della Provincia di Milano Filippo Penati e dell'amministratore delegato di Milano Serravalle Massimo Di Marco, il nuovo svincolo Forlanini della Tangenziale Est di Milano. L'opera, costata 19 milioni di euro, è già ora percorribile, anche se restano da completare alcune finiture a bordo carreggiata, in particolare le piantumazioni, che saranno ultimate entro il mese di maggio.

La modifica al tracciato ha finalmente sanato una struttura anomala, in cui lo svincolo per viale Forlanini si trovava a sinistra della carreggiata, creando spesso situazioni di pericolo per gli utenti, soprattutto per quelli che non conoscevano il tracciato, obbligati a imboccare l'uscita dalla corsia di marcia veloce. Ora lo svincolo, realizzato su un viadotto nuovo lungo 1,2 chilometri, è stato spostato a destra. Nell'ambito del progetto di riqualificazione del tracciato sono stati utilizzati anche asfalti fonoassorbenti, 700 metri di barriere acustiche e 14.000 nuove siepi, che andranno a integrarsi con il confinante parco Forlanini.

http://www.quattroruote.it/notizie/viabilita/aperto-il-nuovo-svincolo-forlanini-tangenziali-milanesi 




>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j