Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

BERSANI: "GARANTISTI, MA DIVERSI DAGLI ALTRI... SE BERLUSCONI FACEVA UN PASSO INDIETRO A OGNI INCHIESTA, FINIVA A BARI".

Corriere della Sera.it
13 settembre 2011

IL SEGRETARIO DEL PD A «BALLARÒ»

Vicenda Penati, Bersani:«Se qualcuno sospetta di me lo dica e querelo»

«Nel Pd non c'è una questione morale, esiste l'esigenza di aprire sempre quattro occhi»

Il segretario del Pd Pierluigi Bersani (Ansa)
Il segretario del Pd Pierluigi Bersani (Ansa)
MILANO - Pier Luigi Bersani non è disposto a finire sul banco degli imputati dopo la vicenda di Filippo Penati. «Siccome ne sento di tutte le razze, delle fanfaluche incredibili, vorrei dire: se qualcuno invece di girarci attorno pensasse che io o qualcuno del mio partito ha fatto qualcosa di men che lecito lo dica esplicitamente e si becca la sua querela», ha detto il segretario del Pd a Ballarò. «Perché mi sono stancato, qui c'è gente per bene», ha sottolineato, «rifiuto che siamo messi nel mucchio».

QUESTIONE MORALE - «Nel Pd non c'è una questione morale, esiste l'esigenza di aprire sempre quattro occhi, e vale ancora di più per noi perché abbiamo per fortuna un elettorato molto esigente su questo punto». Lo ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, ospite di «Ballarò», su Raitre, rispondendo a una domanda di Giovanni Floris sulla vicenda Penati. «Penati in questo momento, in assenza di chiarimenti, non è un esponente del Pd, è sospeso - ha spiegato Bersani -. Vale sempre la presunzione di innocenza, ma in questi casi chiediamo un passo indietro. Io rifiuto i teoremi, chiedo che la giustizia dia la verità». 

DUELLO CON ALFANO - «Noi siamo garantisti con tutti, ma vogliamo che emerga la differenza tra noi e altri. In queste situazioni noi chiediamo un passo indietro. Se Berlusconi faceva un passo indietro a ogni inchiesta finiva a Bari...» ha detto poi il segretario del Pd rispondendo a una domanda di Giovanni Floris. Pronta la replica del segretario del Pdl Angelino Alfano, per il quale «se avessero dovuto fare un passo indietro tutti i magistrati che hanno accusato ingiustamente Berlusconi e poi hanno fatto flop dovremmo fare un concorso straordinario in magistratura per riempire i posti...».



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j