Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

IDV COME AL SOLITO: IN PIAZZA CON VENDOLA E AL SEGUITO DI DELLA VALLE.

Corriere della Sera.it

Politici divisi sull'attacco di Della Valle

La pd Bindi: «Non si fa così». Cicchitto: «C'è il disegno 
di spazzar via le attuale forze» in Parlamento

Diego Della Valle
Diego Della Valle
MILANO - Ha suscitato reazioni contrastanti l'attacco a mezzo stampa di Diego Della Valle ai politici. L'imprenditore ha comprato una intera pagina (GUARDA) sui principali quotidiani nazionali per lanciare un appello, ma forse sarebbe più corretto dire un j'accuse contro la classe politica: «Politici ora basta», si legge nell'inserzione a pagamento. «Lo spettacolo indecente che molti di voi stanno dando non è più tollerabile da gran parte degli italiani e questo riguarda la buona parte degli appartenenti a tutti gli schieramenti politici». Il Pd e il Pdl criticano l'iniziativa del patron della Tod's, mentre Fli e Idv aprono a Della Valle, considerando il suo appalello un «gong suonato al governo».

CONTRO - Rosy Bindi è furiosa con l'imprenditore. «Non si fa in questo modo», ha detto la presidente Pd mostrando la pagina firmata da Diego Della Valle all'ex banchiere Alessandro Profumo, prima che iniziasse la seconda giornata di lavori, a Chianciano, dal titolo «Democratici davvero». «Ma è un avviso a pagamento su tutti i giornali? Mi dispiace che hanno speso i soldi così. Ora mi farò vedere con questa pagina e le Tod's in mano, da qualche parte», ha commentato ancora la Bindi. E poi, rivolta idealmente allo stesso Della Valle: «Mi rispetti almeno come consumatore. Sarò un'eccezione? Decida». Il tutto mentre indicava le scarpe firmata Tod's ai suoi piedi. Lo stesso Profumo ha criticato l'inziativa di Della Valle, convinto del fatto che «l'idea e il pensiero che la società civile sia così meglio della classe politica, è proprio sbagliata». Anche John Elkann, presidente di Fiat, prende le distanze dalla posizione di Della Valle. «Non è tempo di proclami, di critiche, di dichiarazioni o critiche generiche. Il momento è grave è importante essere concreti e avere senso di responsabilità», è la convinzione del numero uno del Lingotto. Non usa mezzo termini Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera. «Lo sdegnoso rifiuto dei giovani industriali nei confronti della presenza di politica a Capri e adesso il manifesto di Della Valle - afferma l'esponente del partito del premier - esprimono il disegno di spazzar via le attuali forze politiche». Ironico Ignazio La Russa. «Ha bisogno di pagare le inserzioni sui giornali perché quando parla senza pagare, non lo ascolta nessuno», è l'affondo sull'imprenditore. Dura Mariastella Gelmini contro chi «acquista pagine dei giornali per sporcare la politica». «La strada è resistere agli attacchi», è l'opinione dell'Istruzione. «Bisogna stare attenti a scagliare la prima pietra», avverte dal canto suo la segretaria della Cgil Susanna Camusso.


A FAVORE - Chi non sottovaluta l'iniziativa dei Della Valle è il partito di Antonio Di Pietro. Secondo il presidente dei senatori dell'Italia dei Valori, Felice Belisario l'appello dell'imprenditore marchigiano «va raccolto perché rappresenta la punta dell'iceberg del disagio degli imprenditori italiani e fa il paio con lo strappo tra Confindustria e il governo di qualche giorno fa»




01 ottobre 2011

Crisi: Vendola, Della Valle in pubblicita' spende come noi in un anno


Roma, 1 ott. - (Adnkronos) - Nel suo comizio alla manifestazione di Sel a piazza Navona il leader Nichi Vendola cita Diego Della Valle e la pagina di pubblicita' comprata su diversi giornali. "Per questo ha speso in un giorno quello che noi come partito dobbiamo spendere per campare un anno. Ecco, c'e' anche la rivolta dei ricchi...", ha affermato il governatore della Puglia.



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j