Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

IDV INCOLPA GRILLO DELLA SCONFITTA IN MOLISE E VIENE AGGREDITO DAI MILITANTI.

Molise, Iorio si riconferma presidente e ringrazia Grillo

EmailStampaPDF
La redazione IDV

Michele Iorio del Pdl si riconferma presidente del Molise. Di pochissimo, ma ce l'ha fatta. E deve ringraziare il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, il cui candidato, Antonio Federico, ha ottenuto il 5,6%. Solo il risultato dei grillini, infatti, ha impedito a Paolo di Laura Frattura del centrosinistra di vincere la sfida contro Iorio con una differenza di appena lo 0,79% (Frattura 46,15%, Iorio 46,94%). Bassissima l'affluenza alle urne.

Ancora una volta Grillo fa un favore al centrodestra: fu determinante anche nella vittoria del leghista Cota in Piemonte. Il consenso ottenuto dal Movimento 5 stelle, anche in Molise ha sottratto preferenze soprattutto al centrosinistra, e in futuro bisognerà tenerne conto. Così come bisogna sottolineare il ruolo avuto dall'Udc di Casini, che qui ha appoggiato il candidato del Pdl. Quello stesso Udc (abilissimo nella politica dei due, tre, quattro forni…) corteggiatissimo da D'Alema e da buona parte della dirigenza Pd a livello nazionale.

Non è stato facile per Iorio riconfermarsi presidente. Ci sono volute undici ore di testa a testa con Frattura. Una notte sulle montagne russe, segnata da fughe in avanti e bruschi ribaltamenti di fronte. Il quadro della situazione è apparso chiaro solo alla fine dello spoglio: Iorio l'ha spuntata ad Isernia e nei piccoli centri della Regione. Frattura si è affermato, invece, nei comuni più grandi come Campobasso, Venafro, Termoli e Montenero di Bisaccia.

Nonostante la mancata vittoria di Frattura, l’IdV ha comunque un ottimo motivo per essere soddisfatto. Il partito di Di Pietro, con l'8%, è la seconda forza del centrosinistra e in alcuni casi è andato molto al di là delle aspettative, come a Montenero di Bisaccia, patria del suo leader, dove ha toccato quota 35%.

Ordina per:  Data  Gradimento 

90 Commenti 

  • stefano rascioni
    stefano rascioni3 h ago
    ( 1) vote

    Ma per favore..... finiamola con questo vittimismo!!! Il vostro candidato era un ex Forza Italia ed evidentemente, a ragione, la gente non se l'è sentita di votarlo (vedi astensionismo massiccio). Presentate qualcuno decente, invece!!! Ma il fatto che con tutto quello che ha fatto, Iorio è stato votato nuovamente, non vi fa riflettere almo un po'?? Vedo che la dalemite sta facendo proseliti...... e basta prendersela con gli altri, guardate in casa vostra!!!!!!


  • >


  • Bacheca
    "ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
    SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
    IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
    "LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

     

    Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j