Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO ISOLATO, RIDUCE LE PRETESE: 'MI PRESENTO ALLE PRIMARIE', 'APPOGGIO BERSANI', 'BERSANI LEADER SENZA PRIMARIE'.

3 Novemre 2011

Centrosinistra/ Di Pietro: Ok premiership Bersani senza primarie

Punto equilibrio possibile con voto a breve se avesse ok di tutti

Roma, 3 nov. (TMNews) - Il segretario del Pd Pierluigi Bersani candidato premier del centrosinistra indicato da tutti i partiti della coalizione anche senza il ricorso alle primarie in caso di elezioni talmente tanto anticipate da non consentire le primarie per la premiership. E' una possuibilità prospettata dal leader di Idv Antonio Di Pietro.

"Noi siamo per le primarie anche se talvolta, vedi Napoli, non hanno funzionato a dovere. Se però non ci fosse il tempo di farle - ha detto Di Pietro al 'Messaggero'- siamo disponibili a indicare il candidato premier. E per noi, nel quadro di un accordo fra i partiti di centrosinistra, il punto di equilibrio potrebbe essere Bersani, ovviamente se tutti gli alleati fossero della stessa opinione".

http://www.tmnews.it/web/sezioni/news/PN_20111103_00073.shtml

 

Il Tribuno

21 Febbraio 2011

 

 
 
 
DI PIETRO E LE PRIMARIE. DALL'ESALTAZIONE ALLA DIFFIDENZA.
BREVE STORIA DEL RAPPORTO TRA IL LEADER IDV E QUESTO STRUMENTO DI DEMOCRAZIA DIRETTA, SPECCHIO ANCORA UNA VOLTA DELLE SUE CONTRADDIZIONI E DEI SUOI OPPORTUNISMI, MA SOPRATTUTTO DEL SUO INESORABILE DECLINO POLITICO.
 
Di Pietro è passato nel giro di dieci anni dall'enfatica esaltazione del ruolo democratico e partecipativo delle primarie ad una vera e propria diffidenza, una parabola che simboleggia l'involuzione partitocratica dell'ex eroe di mani pulite. Ora Tonino teme quell'opinione pubblica che ha sempre utilizzato strumentalmente contro il palazzo, e se ha sempre cercato di utilizzare le primarie per seminare il panico tra le fila dei Ds e del Pd, ora ne ha paura perchè sa che in qualunque competizione i suoi candidati, lui compreso perderebbero contro Vendola e la sinistra.
 

ECCO L’ULTIMA DICHIARAZIONE DI CRISTIANO DI PIETRO SULLE PRIMARIE:

"Su questo argomento l’Italia dei Valori è sempre stata chiara con tutti gli alleati del centrosinistra. Proprio per il senso di lealtà che ci contraddistingue ci siamo sempre dichiarati contrari alle primarie in quanto non sono rappresentative, in termini numerici, di una maggioranza di centrosinistra, sono facilmente inquinabili da fattori esterni ed infine sono di difficile organizzazione con il rischio che in alcuni comuni non avvenga la consultazione o con il disagio di doversi spostare in comuni limitrofi limitandone, di fatto, la partecipazione".

http://iltribuno.com/articoli/201102/di-pietro-e-le-primarie-dallesaltazione-alla-dif.php





>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j