Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

SCILIPOTI: "DENUNCIO MONTI", LA CONTROFIGURA SCILIPIETRO: "VOTO DI SFIDUCIA SE NON CAMBIA IL TESTO"

Martedì 13 Dicembre 2011

SCILIPOTI E SARA TOMMASI, SHOW IN PIAZZA:
"DENUNCIAMO MONTI". CONTESTATI -FOTO



ROMA - L'onorevole Domenico Scilipoti e la show Girl Sara Tommasi hanno deciso di denunciare il presidente del Consiglio. "La manovra è anticostituzionale", ha tuonato Scilipoti, che accuserebbe il premier in carica Monti, inoltre di essere membro del Bilderberg, associazione semi occulta spesso al centro di polemiche. Ed eccolo, Scilipoti, con la bella Tommasi, nell'ennesimo colpo i scena orchestrato ad arte. Ma la piazza non ci sta e contesta il parlamentare.

LA SCENEGGIATA Una finta carta di credito dell' American Express recante il profilo double face di Mario Monti, la cui testa, nella parte posteriore, diventava un teschio con grandi zanne. La campagna aperta da Domenico Scilipoti contro il governo tecnico non è certamente improntata alla sobrietà. In una conferenza stampa in un centro convegni in piazza Montecitorio, il segretario del Movimento Politico di Responsabilità Nazionale ha accusato il premier di «rubare i soldi agli italiani, di operare in nome dei poteri forti, di operare illegittimamente e infine di aver adottato un decreto legge completamente incostituzionale».
«Chiedo a tutti i parlamentari - ha aggiunto - di ribellarsi agli 'ordini di scuderià, a non privilegiare i loro interessi pensionistici e a votare contro questa manovra mostruosa che il mandatario delle banche Mario Monti ha preparato ai danni di tutta la società ».

"AFFAMA GLI ITALIANI" Sostenitore di Silvio Berlusconi per il quale ha lasciato l'Idv, Scilipoti ha giustificato il sì dell'ex premier alla manovra sostenendo che «è stato costretto perchè ricattato per le sue aziende e per le sue vicende personali». Lui, comunque, voterà no al decreto di palazzo Chigi. Un duro attacco il parlamentare l'ha rivolto a Equitalia, accusando la società per la riscossione degli tributi di «affamare gli italiani, vendendo i beni pignorati a somme irrisorie rispetto al loro reale valore».

TOMMASI Alla conferenza stampa hanno partecipato anche i rappresentati di movimenti che sostendono Scilipoti nella sua battaglia contro la manovra Monti. Particolarmente apprezzato da fotografi e operatori Tv è stata la presenza di Sara Tommasi, laureata in economia alla Bocconi e più nota al pubblico televisivo come attraente show girl.

LA CONTESTAZIONE Il parlamentare, nonostante il suo impegno contro le «ingiustizie» del governo tecnico, è stato circondato da un gruppo di cittadini in piazza Montecitorio che lo hanno severamente criticato per il suo stipendio di parlamentare. In particolare la protesta si è levata da una mamma che conduceva la piccola figlia handicappata, di nome Chiara, in carrozzina. Scilipoti, che è medico, si è avvicinato alla bambina e l'ha accarezzata, ma questo non è servito a convincere i genitori che hanno anzi rincarato la dose di critiche: «Per questa bambina lo Stato ci dà una miseria mentre lei prende un superstipendio da parlamentare».



Manovra: Di Pietro minaccia voto di sfiducia se non cambierà il testo

December 13, 2011

“Vogliamo fare il possibile per non arrivare a votare contro il provvedimento e contro la fiducia”, ma “diremo di no ad una fiducia-ricatto per approvare una manovra che tutti dichiarano essere ingiusta”. Antonio Di Pietro, presentando la “contromanovra” di Italia dei Valori, ha chiarito la posizione del suo partito in vista dell’approdo in aula del decreto.

“L’obiettivo di Italia dei Valori è arrivare ad una manovra che risponda alle esigenze dell’Ue ma che abbia equità, giustizia sociale, sviluppo per il Paese – ha detto Di Pietro -. Le preoccupazioni di Idv oggi sono di tutti i partiti. E se tutti dicono che non va bene perché non possiamo cambiare la manovra?”

Per questo, Italia dei Valori ha firmato 25 emendamenti (“nessun ostruzionismo”, dice Di Pietro) che prevedono tra l’altro più detrazioni fiscali per la famiglie, riduzione dell’Imu per immobili non pregiati, indicizzazione delle pensioni fino a 2mila euro. Di contro, si prevedono tagli alla politica per 12 mld l’anno (a partire dall’abolizione di tutti i vitalizi), alle auto blu, alle consulenze, alle partecipate, agli enti inutili. Inoltre, meno spese militari, l’asta per le frequenze, maggior prelievo sugli scudati, accordo anti evasori con la Svizzera (per 12mld), bollo sulle transazioni, Irpef aggiornata per redditi alti, Ici per la Chiesa e tutti i “falsi enti no-profit”.


http://www.laltrapagina.it/mag/?p=2758




>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j