Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

RIVA DEL GARDA (TRENTO), L'Ex-CANDIDATO SINDACO Idv SE NE VA: "NOTEVOLI DIVERGENZE CON IL GRUPPO "

Giovedì, 22 dicembre 2011

«Lascio, avanti i giovani»

Articolo di:Pivetti Davide


RIVA DEL GARDA - Non si può certo dire che Giovanni Pellegrini non sia uomo (e politico) di parola.
Mancava qualche minuto alla mezzanotte, il bilancio era appena stato votato ed approvato, e il consigliere e già candidato sindaco dell'Italia dei Valori ha preso la parola. Annunciando le sue immediate dimissioni.
Le formalizzerà - come ci confermava ieri - tra oggi e domani. Il primo dei non eletti è Gerardo Gaiatto, avvocato, che dovrebbe subentrargli (impegni di lavoro permettendo) in consiglio.
«È da un po' di tempo - spiega il consigliere dimissionario - che con il gruppo Idv ci sono notevoli divergenze. Rispetto alle indicazioni del gruppo ho preso posizione diversamente su questioni importanti come il collegamento viabilistico, le lottizzazioni di via Ardaro e di Ceole, ogni volta precisando che votavo in dissenso con il mio gruppo perché parto da un concetto per me chiaro: se è stato fatto un Prg, anche se non l'abbiamo fatto noi, per i privati diventa un diritto acquisito. Da consigliere non posso più sottrarmi di fronte ad un impegno preso, diventerei un imbroglione».
Pellegrini dall'anno scorso è stato il consigliere in più per la maggioranza del sindaco Mosaner. Un appoggio importante anche l'altra sera, visto che quello dell'Idv è stato il 16 voto a favore per il bilancio.
«Avevo promesso di votare questo bilancio - precisa Pellegrini - se in esso fosse comparso il finanziamento per l'arredo urbano della piazza di Varone. Il finanziamento c'è e quindi ho onorato il mio impegno. Votandolo ma poi dimettendomi. Dopo 33 anni in sindacato e di impegno sociale, dopo aver accettato la candidatura da sindaco per la decisione di andare da soli alle elezioni, è venuto il momento di farsi da parte. Ho sempre criticato i "volta gabbana", quelli che si fanno votare da una parte e poi votano per l'altra. Per rispetto degli elettori Idv, di fronte alla mancata condivisione all'interno del gruppo, lascio lo spazio ad altri». 



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j