Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

BERSANI, IL DISCORSO DI MONTI: "UN BAGNO DI REALTA'". PER DI PIETRO: "POLITICA DELLE TELEVENDITE"

 
29 dicembre 2011

Discorso di Monti, Bersani: «Un bagno di


realtà»


Monti: «Prime misure a fine gennaio» (VIDEO). «Non occorre altra manovra» (VIDEO). Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani: «Dal premier un bagno di realtà. Il Pd lo sostiene con le proprie proposte. Il 2012 deve essere l'anno in cui la politica prende le sue responsabilità». Omaggio di Monti a Crozza e il suo premier-robot (GUARDA LA PARODIA). «Liberazione» sotto Palazzo Chigi protesta per la chiusura
Bersani, deluso
«Da Monti un bagno di realtà. Il Pd lo sostiene con le proprie proposte. Il 2012 deve essere l'anno in cui la politica prende le sue responsabilità». Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani commenta la conferenza stampa di fine anno del premier.
Una sostanziale condivisione viene espressa anche da Marina Sereni, vicepresidente dell'assemblea del Pd. «Valuteremo con attenzione le misure concrete che il governo proporrà al Parlamento - afferma la deputata democratica - ma le linee d'azione indicate dal presidente del consiglio Monti sono condivisibili e vanno nella direzione giusta». Accanto al mantenimento di un'alta soglia di attenzione su rigore e conti pubblici «la priorità ora va data alla crescita e al lavoro. Combattere la precarietà e ammodernare il sistema di ammortizzatori sociali - aggiunge Sereni - sono obiettivi di equità essenziali che vanno raggiunti con l'accordo delle parti sociali. Così come è determinante- conclude - spingere sul tasto delle liberalizzazioni e della lotta all'evasione fiscale per promuovere equità e concorrenza e creare benefici per l'economia e per i cittadini». 

Le altre reazioni: il Pdl
Diverse e contrastanti sono state le reazioni dei partiti politici alla conferenza stampa di fine anno. Per il Pdl ha parlato il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto, che se da un lato ha mostrato apprezzamento per le proposte avanzate dal premier dall'altro vuole mantenere alta l'asticella rispetto alle azioni da compiere: «Il premier Monti - afferma - ha dato i titoli per l'inizio del prossimo anno. I titoli come tali son condivisibili: liberalizzazioni, concorrenza, passaggio dalla messa in sicurezza alla crescita in un quadro di equità, riforme del mercato del lavoro, e molto altro ancora». Date queste premesse è però «evidente che il dibattito reale a livello politico e parlamentare si potrà sviluppare pienamente quando dai titoli si passerà alla sostanza delle proposte». Per cui dopo «una manovra fortemente restrittiva, che noi non avremmo fatto in quei termini, è indispensabile mettere in atto tutte le azioni possibili per la crescita economica». 

L'Udc

Stringato nella sua essenza fortemente positiva il giudizio del leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini: «La conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio mi conforta ulteriormente: siamo in buone mani, nelle migliori possibili per guidare il Paese nella drammatica crisi europea». 

Lega e IdV

I pareri negativi e avversi giungono invece da Lega e Idv. Il leader dell'Italia dei Valori Antonio di Pietro boccia la «politica delle televendite del presidente del Consiglio, che magnifica i suoi decreti dandogli egli stesso il nome, 'Salva-Italia' e 'Cresci-Italia', senza neppure dirci in questo caso come vuol crescere». Di Pietro lamenta l'evasività di Monti rispetto alle questioni concrete da mettere in campo: «Dichiarare di averle fatte - dice Di Pietro riferendosi alle riforme e ai provvedimenti - senza riuscire nemmeno ad annunciare in cosa consistano ci sembra un pò una trovata da Carnevale, più che da fine anno». Toni ancor più forti e polemici sono quelli usati dalla Lega attraverso Roberto Calderoli: «La crisi è finita, ora inizia la miseria. Questa - prosegue Calderoli - è la sintesi del vacuo intervento di fine anno del presidente del Consiglio. È drammatico sentire una conferenza stampa così priva di contenuti. Parole, parole e parole, ma che nei fatti nascondono tasse, tasse e ancora tasse e quindi povertà, povertà e ancora povertà. A noi - conclude - non resta che resistere, resistere e resistere, perché siamo di fronte ad una crisi di democrazia oltre che economica». 



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j