Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

PEDICA (Idv) SENATORE ANTICASTA RAZZOLA MALE: "IL FUSTIGATORE NON DISDEGNA I PRIVILEGI DELLA CASTA"

blog per la liberta' di stampa e la libera informazione

5 GENNAIO 2012


Senatore anticasta pubblica sul web busta paga e vengono fuori i suoi privilegi personalizzati

Stefano Pedica è un senatore dell'Italia dei Valori e, come molti dipietristi, è sempre in prima fila ad urlare contro i privilegi dei parlamentari, a firmare mozioni ed appelli roboanti, malgrado faccia parte a pieno titolo della casta di Montecitorio.
Ieri ha consegnato al giornale on-line Repubblica.it, la sua busta paga dettagliata con tutte le voci di entrata e di uscita.
Evviva la trasparenza: eppure basta scorrere le varie voci in uscita per rendersi contro che il fustigatore non solo non disdegna dei privilegi della casta, ma ne ha fatto esplicita richiesta anche di quei privilegi facoltativi ed aggiuntivi che espressamente il deputato deve segnalare all'atto del suo ingresso in parlamento.
Cliccando sull'immagine, è possibile notare ad esempio che il senatore Pedica non solo ha a disposizione per sè l'immensa copertura sanitaria integrativa che spetta ai parlamentari, ma ha deciso di versare 300 euro al 
mese aggiuntivi per allargare il privilegio non solo alla moglie, ai figli ma anche a tutti gli altri suoi parenti!!! [per i dettagli sull'assicurazione sanitaria dei deputati: http://isegretidellacasta.blogspot.com/2011/10/lonorevole-dentiera-doro-il-documento.html]!
Sempre il fustigatore Pedica ha fatto espressamente domanda di iscrizione all'esclusivo circolo privato di Montecitorio [per i dettagli sul circolo: http://isegretidellacasta.blogspot.com/2011/09/piscine-palestre-campi-da-tennis-ecco.html], incurante dell'esosa quota mensile di 150 euro, per poter accedere al lussuoso club.
Infine non ha disdegnato di sottoscrivere personalmente l'opzione per la reversibilità del vitalizio parlamentare: con i 258,13 euro aggiuntivi che vengono trattenuti mensilmente (nei 5 anni di mandato, sono la modica cifra di quindicimila euro), si garantisce in tal modo la reversibilità del suo vitalizio.
Insomma predicano bene e razzolano male: urlano contro i privilegi ma sono i primi a usufruirne e a farne incetta.
Essendo stata introdotta dal 1 gennaio 2012 l'ozione di rinuncia al vitalizio (http://isegretidellacasta.blogspot.com/2011/12/riforma-vitalizi-da-oggi-deputati.html), i vari parlamentari leghisti e dipietristi che sbraitano demagogicamente contro la casta nel tentativo di capitalizzare elettoralmente il malcontento popolare, sono pregati di passare dalle parole ai fatti, prima di aprire bocca.
Perchè se i privilegi fanno schifo, l'ipocrisia ancor di più.



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j