Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

LIVORNO. L'IDV RESISTE ATTACCATO ALLA POLTRONA MA IL SINDACO COSIMI HA DECISO: "SIETE FUORI".

 

TIRRENO LIVORNO

CRISI IN COMUNE

Maggioranza, l’Idv resiste ma il Pd ha deciso: è fuori  

Cosimi scrive a Bogi “invitandolo” a dimettersi, ma il vicesindaco va avanti

De Filicaia e Gulì: «La decisione è già presa, non si può più tornare indietro»  

«La conflittualità generata da una cultura che vede il ruolo della Giunta ancillare ha determinato condizioni di rallentamento dell'azione amministrativa, con tensioni che su ogni provvedimento abbiamo dovuto sedare anche quando il primum movens di tali provvedimenti veniva dal legislatore regionale, ambito nel quale i nostri Partiti governano insieme». «Oggi debbo dire che, pur non essendo tu il bersaglio diretto, la mancanza del riconoscimento di un capo-delegazione che possa essere punto di riferimento nella discussione, determina nuovamente le condizioni precedenti. E' evidente che quell'accordo che facemmo oggi non è più rispettato». «Va da sé che tutte le considerazioni precedenti significano che nella condizione data trarrò comunque le conseguenze per le responsabilità che mi sono conferite dalla norma».di Alessandro Guarducci wLIVORNO La storia di Alessandro Cosimi (e il Pd) con l’Idv è arrivata ai titoli di coda. Una storia che si è logorata tra dispetti, personalismi, scambi di accuse, ultimatum mai rispettati e maldestri tentativi di ricucire. Una storia che non è ancora chiusa solo perchè nessuno dei protagonisti sembra avere la forza di dire basta. Una volta per tutte. Ma ognuno sa, in cuor suo, che è ormai troppo tardi per tornare indietro. Soprattutto dopo che il sindaco ha deciso di mettere nero su bianco questa situazione di disagio, scrivendo al suo “vice” Luca Bogi: la lettera, che è stata consegnata poco dopo le 14, equivale a un addio. In quelle righe, infatti, il sindaco ha confermato la stima personale nei confronti di Bogi ma ha condannato senza attenuanti la linea politica assunta dall’Idv livornese. Tre i capi d’accusa elencati dal sindaco: l’atteggiamento conflittuale tenuto dai dipietristi nella maggioranza di Palazzo Civico, con conseguente rallentamento dell’attività amministrativa; il tentativo di gestire l’amministrazione dai banchi del consiglio comunale, non rispettando la divisione dei ruoli (nessun riferimento esplicito al capogruppo Andrea Romano, ma non ci possono essere dubbi sul destinatario); il mancato rispetto dell’accordo “Verso il 2014”sottoscritto solo pochi mesi fa , quando in seguito al rimpasto di giunta si consumò anche l’uscita del vicesindaco Cristiano Toncelli (Idv). Dopo tutte queste contestazioni, però, il sindaco non ha formalizzato la revoca delle deleghe a Bogi come forse ci si poteva attendere: insomma, non ha tagliato i ponti della coalizione con l’Idv ma ha soltanto ribadito che ne trarrà le dovute conseguenze. Quali? L’interpretazione più accreditata, tra quelle circolate ieri pomeriggio negli ambienti politici della città, è che Cosimi si aspettasse, dopo questa lettera, le dimissioni di Luca Bogi per poi ufficializzare il cambio di assetto della coalizione. E nel caso in cui Bogi non dovesse dimettersi? In questa circostanza, le voci più insistenti dicono per certo che Cosimi procederà ad azzerare la rappresentanza in giunta dell’Idv. Insomma, la lettera scritta ieri rappresenterebbe solo un passaggio in più - di cortesia istituzionale - nel percorso verso la fine della maggioranza con Idv. Ne è convinto Massimo Gulì, capogruppo Pd in Comune. «Dopo aver appreso il contenuto della lettera - spiega - ho allertato tutti i consiglieri in attesa di capire cosa potrà succedere, anche se le conseguenze a questo punto mi sembrano inevitabili. In gioco c’è anche la credibilità ». Insomma, Gulì si sta già preparando al dopo Idv. E lo stesso sta facendo il segretario comunale dei democratici, Yari De Filicaia, peraltro molto preoccupato per le prospettive della crisi. «Non si tratta di un problema personale - dice riferendosi alle tensioni con Romano - Qui il problema a è la linea politica dell’Idv livornese: credo che Cosimi abbia voluto comunicare una decisione che ha già in mente». Insomma, per De Filicaia la crisi coin Idv è arrivata a un punto di non ritorno. Più possibilista, invece , il segretario di Sel, Andrea Ghilarducci (forse perchè il consigliere Lamberto Giannini è assolutamente contrario alla rottura dell’alleanza elettorale), che intravede nella lettera del sindaco ancora margini per andare avanti con l’attuale maggioranza. Fatto sta che in serata è arrivata la replica di Luca Bogi. Il quale, in attesa di conoscere quelle che saranno le decisioni politico-istituzionali del suo partito, ha già fatto capire di non avere la benchè minima intenzione di farsi da parte. E ha ribattuto punto su punto alle accuse mosse dal sindaco: se c’è stato un rallentamento dell’attività amministrativa, la causa va cercata altrove e non nell’Idv che ha dato sempre il proprio contributo critico ma leale; il documento "verso il 2014" per Idv è ancora valido, anzi viene auspicata una sua rapida concretizzazione; per quanto riguarda la relazione tra consiglio e giunta, il vicesindaco invita Cosimi a guardare soprattutto a cosa riescono a fare insieme per il bene di Livorno». Insomma, l’Idv pare intenzionata a resistere. Ma il Pd ha già deciso che è fuori della maggioranza. Se così sarà, Cosimi non potrà avere più alibi sui ritardi nell’azione di governo.



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j