Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

BERSANI: "NO AL DECRETO LEGGE. IN PARLAMENTO PER CORREGGERE LA RIFORMA SULL'ART.18".

21 marzo 201

IL SEGRETARIO DEL PD A «PORTA A PORTA»

Bersani sull'articolo 18: «No al decreto legge
in Parlamento per correggere la riforma»

Poi cita Pavlov: «Attenzione al riflesso condizionato
per cui il "tirar dritto" convinca i mercati»


Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a «Porta a Porta»Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a «Porta a Porta»
MILANO - «Il decreto legge non sarà la strada da percorrere per l'approvazione della riforma del mercato del lavoro perché «non può esistere in natura». È questa l'idea del segretario del Pd Pier Luigi Bersani espressa durante la trasmissione di Rai1 «Porta a porta». Quindi legge delega? «Potrebbe essere, ma lascio decidere al governo dopo i colloqui con il presidente della Repubblica». E ancora - difendendo il presunto immobilismo sindacale - dice: «Escludo che i sindacati abbiano avuto con il governo una posizione immobile. Ma dico: attenzione perché temo il riflesso condizionato per cui il "tirar dritto" convinca i mercati».

L'intervento di Bersani da Bruno Vespa










IL CITTADINO E LE DIFFICOLTÀ - «I prossimi giorni chiariranno meglio la situazione. Noi conosciamo questi temi, li frequentiamo, altri li frequentano meno, ma più passano i giorni e più si vede meglio cosa vogliono dire nella coscienza collettiva». Bersani ha poi aggiunto che «il cittadino lavoratore non può essere messo in difficoltà, quindi deve essere corretta la norma sull'art.18. Si va in Parlamento e si corregge e il Pd si prenderà l'impegno di correggere questo punto».

L'ACCORDO COLLETTIVO - «Per fare un accordo ci vuole la disponibilità di tutti. Escludo che ci fosse una posizione immobile da parte dei sindacati. Temo che qualcuno, per riflesso incondizionato, pensi che se facciamo vedere che si tira dritto convinceremo i mercati. Dobbiamo migliorare i modelli coesivi ma non dobbiamo snaturarci».

IL RISCHIO DELLA RIFORMA - «Nessuno ti dirà che ti licenzio perché sei gay o nero. Inventeranno un motivo economico». «All'Italia - ha aggiunto Bersani - per avere il lavoro servono quelli che investono in fabbriche e che sanno come gira il lavoro».


http://www.corriere.it/politica/12_marzo_21/bersani-articolo-diciotto-lavoro-porta-porta_70b461ca-7399-11e1-85e3-e872b0baf870.shtml



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j