Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. CiĆ² che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

SCILIPIETRO E LA LEGA FRATELLI GEMELLI: OPERAI PER UN GIORNO,,, QUELLO DELLE ELEZIONI.

 Prima pagina: Ansa.it

Di Pietro,accordo se non cambia Art.18

Con la scusa di motivi economici si licenziera'

02 aprile 2012
(ANSA) - ROMA, 2 APR - ''L'accordo si trova in un attimo: basta non modificare l'articolo 18. Con la scusa dei motivi economici, alcuni imprenditori potrebbero liberarsi di qualche operaio, perche' non gli sta piu' bene. Questo si chiama licenziamento illegittimo e deve essere previsto che vi sia il reintegro. Si chiede solo questo''. Cosi' il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, intervistato dal Tg3.
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/04/02/visualizza_new.html_160565388.html
logo asca

Lavoro: Calderoli,art.18 non si tocca.Lega Nord avvia petizione popolare

02 Aprile 2012 - 18:18

(ASCA) - Roma, 2 apr - ''I dati economici del Paese sono ormai sempre piu' simili a quelli della Grecia, basti vedere che nel mese di gennaio abbiamo toccando quota 1935 miliardi di euro, con un incremento record del passivo nel solo mese di gennaio di 37,9 miliardi! Non solo, la pressione fiscale complessiva che grava su famiglie e imprese e' gia' oltre il 55% e lo stesso ministro Passera ha ammesso che siamo in recessione e che questa recessione e' destinata a permanere per tutto il 2012. Questo livello di deficit e di debito pubblico rendono impossibile, per tabulas, l'obiettivo del raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013''. Lo afferma in una nota il Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord, Roberto Calderoli.

''Mentre i dati odierni sull'occupazione nel Paese confermano che stiamo scivolando al livello della Spagna.

In questa situazione cosi' grave - prosegue Calderoli - ci voleva giusto il Governo Monti che, davanti ad uno scenario di questa gravita', si sta intestardendo in una decisione che, alla luce di questi allarmanti dati, appare ancora piu' demenziale, ovvero modificare l'articolo 18 per facilitare i licenziamenti.

Ma la Lega Nord non stara' a guardare e per contrastare questo attacco all'articolo 18 affianchera', alla raccolta firme per le proposte di legge di iniziativa popolare gia' depositate in Cassazione, anche la sottoscrizione di una petizione popolare con cui i cittadini chiederanno alle Camere di impegnarsi a non modificare l'articolo 18''.

com/vlm   

http://www.asca.it/newsLavoro__Calderoli_art_18_non_si_tocca_Lega_Nord_avvia_petizione_popolare-1140808-POL.html



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j