Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

"ISTITUTO CATTANEO, AMMINISTRATIVE 2012: PDL, LEGA E IDV DIMEZZATI". SECONDA REPUBBLICA ADDIO.



L’analisi del flusso elettorale realizzata dall’Istituto Cattaneo all’indomani dei risultati delle elezioni amministrative 2012, basandosi si 24 capoluoghi, mostra un quadro piuttosto negativo per i partiti tradizionali: con percentuali differenti rispetto al 2010, tutti hanno perso in favore delle liste civiche che non sono facilmente catalogabili nel sistema dei flussi. Nel dettaglio, il Pdl ha perso 175mila voti (-44,8) la Lega ha perso 145 mila voti (-67%), l’Idv 55mila (-58%), il Pd 91mila (-33%), Sel e Federazione della Sinistra ne hanno persi 12mila (-16%).

Chi contiene le perdite è l’Udc che non solo limita le perdite a un -0,2%, ma qualora non si allei con i grandi partiti guadagna persino lo 0,4%. Chi realmente ha vinto è come gia’ evidenziato anche dai risultati elettorali talvolta inaspettati è il Movimento 5 stelle che si è presentato in 101 comuni su 941 portandosi a casa 200mila voti e ottenendo così l’8,74% su base nazionale.

A colpire in maniera decisiva è l’astensionismo che si è fatto sentire soprattutto al Nord e che può secondo l’Istituto, “ presumibilmente spiegare il collasso del Pdl e della Lega”.

Lega Nord più che dimezzata sia in Piemonte che in Emilia Romagna, dove invece il partito (travolto dallo scandalo Belsito) era riuscito negli ultimi anni a crescere maggiormente. Il Carroccio va male soprattutto nei comuni con più di 15mila abitanti, pur limitando le perdite nella sua roccaforte del lombardo-veneto e nei centri più piccoli dove grazie a una presenza fondamentalmente fidelizzata il calo si attesta al 30%.

Nella città di Parma, a mangiare il voto leghista sono proprio i grillini anche se come specificano gli stessi responsabili della ricerca che “le analisi sono effettuate su “elettori” e non su “voti validi” al fine di poter includere nel computo anche gli interscambi con l’area del non voto (astenuti, voti non validi, schede bianche)”.

Anche a Parma, ancora una volta “diaspora degli elettori del Pdl che si sono sparpagliati un po’ in tutte le direzioni… anche considerando la pesante eredità dell’amministrazione uscente di centro destra travolta dagli scandali…”.

E il successo dei grillini non solo è stato evidente a Parma (dove si è ottenuto un incremento di 13 punti percentuali), ma anche ad Alessandria (dove i voti sono stati 4687), a Verona, Monza, Cuneo e Belluno. Il partito di Grillo in ogni caso marcia a velocità diverse nelle diverse zone d’Italia: “Al Nord il risultato medio è del 10,75%, nella zona rossa del 12,7%, al Sud del 3,6%” spiegano dall’istituto, motivando così le differenze: questo andamento sarebbe dovuto tra le altre cose “alla maggiore incidenza del “voto di opinione” al Centro Nord e alla maggiore incidenza del “voto di scambio” in quelle del Sud”.


http://www.clandestinoweb.com/sondaggi-da-tutto-il-mondo/63722-amministrative-2012-istituto-cattaneo-analisi-del-flusso-elettorale-pdl-lega-e-idv-dimezzati/



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j