Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

On. BARBATO (IDV) INDAGATO: "MI SOSPENDO DALLA CAMERA"... MA NON DALLO STIPENDIO.

 
15 maggio 2012

L’alternativa di Barbato, moralizzatore inceppato


«Vado avanti per la mia strada anche a costo di essere bruciato vivo come Giordano Bruno… le minacce dei miei compagni di partito non mi fermeranno»: era il 2009 e Francesco Barbato ci teneva a evidenziare la sua lotta per impedire che l’Italia dei valori si trasformasse in una dependance della camorra. Ora che il suo nome sembrerebbe finito in un fascicolo d’inchiesta perché accusato di aver chiesto soldi in cambio di un favore, ecco che ci manca la terra sotto i piedi. Il salto è spericolato: da animoso moralizzatore a odioso intrallazzatore. Sempre in prima scena, anche quando con una telecamera nascosta smascherò i privilegi nei mutui destinati ai parlamentari, oppure quando si candidò alla segreteria del partito sull’onda di uno slancio etico che rischiava di mettere in ombra il gran capo, Di Pietro. Certo, una sua assistente lamentò di essere stata pagata in nero e poi liquidata con una certa brutalità, ma fin qui siamo nel campo delle umane contraddizioni. Mentre annuncia che si auto-sospende dalle attività parlamentari e da quelle di partito, e ci chiediamo cosa voglia dire in concreto la promessa di questo austero galleggiamento, una domanda ci tormenta. Se è vero che è innocente e che quel che gli sta capitando è solo una «operazione pezzottata» per colpirlo, bisogna forse ammettere che non ha vinto la sua battaglia in difesa della pulizia dell’Idv campano. E non è che sia una grande alternativa.


15 maggio 2012

IL CARROCCIO LE SCELTE FRANCESCO BARBATO (IDV)

«Indagato, mi sospendo dalla Camera»

MILANO - «Da domani in quest' Aula sarete 629: io mi autosospendo da deputato». Lo ha annunciato ieri a Montecitorio Francesco Barbato, dell' Italia dei valori, spiegando che il suo gesto è in reazione «alla pubblicazione di notizie sui giornali secondo cui avrei chiesto soldi per aiutare qualcuno». Barbato sarebbe indagato dal pubblico ministero della Procura di Napoli Henry John Woodcock perché responsabile di «intercessioni a pagamento» sfruttando la sua posizione di deputato. «Io voglio rappresentare con onore il mio ruolo di deputato, inoltre questo è un momento delicato per la Repubblica italiana e a questo è dovuta la mia decisione». Barbato però non ha rinunciato al suo stipendio: «Mi assenterò dall' Aula e dalla Commissione, quindi dal mio stipendio verrà sottratta la cosiddetta diaria». Ovvero 206,58 euro per ogni giorno di assenza del deputato dalle sedute dell' Assemblea in cui si svolgono votazioni con il procedimento elettronico e fino a 500 euro mensili per l' assenza dalle sedute di Commissione. Barbato inoltre ha reso noto che non parteciperà ai comizi di campagna elettorale per i ballottaggi e che «se dovessi essere indagato non mi ricandiderò»


http://archiviostorico.corriere.it/2012/maggio/15/Indagato_sospendo_dalla_Camera__co_8_120515030.shtml



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j