Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

"IDV, DOVE SONO FINITI 450 MILA EURO?" NANNI: "Avrò speso sì e no 300 mila euro, per farmi pubblicità e diverse consulenze". COMPLIMENTI !!

17 maggio 2012

Regione, bufera Idv: accuse 
dell'ex Morace sulle spese di Nanni

«Dove sono finiti quei 450 mila euro?». Il dipietrista, poi uscito dal partito, tira in ballo anche Silvana Mura che, con Di Pietro, replica: «Lo quereliamo»


Nanni, Di Pietro e MuraNanni, Di Pietro e Mura
BOLOGNA - Non c’è niente di più pericoloso, per un partito, della rabbia di un ex. La tempesta che bussa alle porte dell’Idv ha il volto dell’avvocato Domenico Morace, dal 2009 alla metà del 2010 coordinatore bolognese dei dipietristi. Morace accusa l’Idv di aver gestito in modo «anomalo» i fondi ricevuti dalla Regione dal 2005 al 2010.

Si tratta di 450 mila euro che Paolo Nanni, allora capogruppo e unico consigliere dipietrista in viale Aldo Moro, avrebbe speso, secondo Morace, in modo poco trasparente. La questione morale riguarderebbe un doppio flusso di denaro: il primo, relativo alle spese per il personale, sarebbe stato utilizzato da Nanni per assumere in Regione la figlia. Vicenda nota e già finita sulla stampa. Ma il j’accuse di Morace si riferisce soprattutto al secondo flusso di denaro: quello relativo all’attività politica del gruppo, 450 mila euro in cinque anni. «Questi soldi non li ho mai visti, se non per qualche centinaio di euro», dice Morace che racconta di aver segnalato la questione a Silvana Mura, coordinatrice regionale e braccio destro di Antonio Di Pietro.

Secondo Morace, l’indagine interna avviata dalla Mura avrebbe confermato le irregolarità: «La gran parte di questi fondi non era stata utilizzata per attività istituzionali o politiche del gruppo alla Regione. A dire della Mura questi soldi sono spariti quasi totalmente, ci fu un rendiconto sui 14-20 mila euro mila euro, somme ridicole rispetto ai 450 mila euro». La Mura avrebbe promesso di fare pulizia dopo le regionali del 2010. Ma la promessa sarebbe caduta nel vuoto. A causa dei rilievi sollevati da Morace, in quel 2010 con Nanni volarono anche parole grosse e l’avvocato presentò una denuncia per diffamazione. E ora Morace, così dice al Corriere, spera che la vicenda potrà avere nuovi sviluppi: «Mi aspetto di essere convocato a giorni in Procura. Voglio sapere se Nanni ha bruciato quei soldi in un falò».

Nanni, che ora siede in Provincia ma si è autosospeso dal partito per il caso del pass H della suocera defunta non restituito, minaccia querele. «Avrò speso sì e no 300 mila euro. I bilanci sono sempre stati controllati dai revisori dei conti della Regione. C’è la prova di come sono stati spesi e Morace non aveva il diritto di vederli. Niente di personale: ho speso per farmi pubblicità su alcune tv locali, dove si va a pagamento. E poi ho commissionato diverse consulenze». È un dato di fatto, però, che quando, nel marzo 2010, il caso esplode nelle stanze dell’Idv, Nanni non viene ricandidato in Regione: «Mi fu offerta la candidatura, ma rifiutai — spiega —. I dissidi tra me e Morace non facevano piacere al partito. Ma questa è tutt’altra cosa rispetto ai finanziamenti». Anche Silvana Mura annuncia querele all’indirizzo di Morace: «Sono diventata coordinatore regionale nel 2009. Morace afferma, e questo è vero, di avermi riferito di presunte anomalie nella gestione dei fondi e io dissi che me ne sarei interessata. Nanni mi mostrò un elenco di voci di spesa relative agli ultimi sei mesi della sua attività in Regione che aveva depositato presso i revisori di conti. Non notai nulla di incongruo, altrimenti sarei corsa in Procura».

Il grande capo Antonio Di Pietro, che sempre secondo Morace sarebbe stato al corrente della questione, al sitoAffaritaliani si è limitato a dire: «Siccome è una cosa che non può essere vera, denuncerò questa persona che ha rilasciato la dichiarazione. Provvederò a difendere il buon nome del partito nelle opportune sedi».

Pierpaolo Velonà
http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/politica/2012/17-maggio-2012/regione-bufera-idv-accuse-ex-morace-spese-nanni-201217154504.shtml?fr=correlati



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j