Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO PERDE PEZZI ANCHE A MONTENERO DI BISACCIA.

Il sindaco replica ai dipietristi e rilancia: "Due della minoranza vogliono venire con noi"

"E' l'Idv che scricchiola"

A Di Pietro e Contucci: "Ricordate a voi stessi di esistere politicamente"

MONTENERO DI BISACCIA. “Sono ormai a conoscenza della ciclica esigenza di Cristiano Di Pietro e Simona Contucci di occupare spazio sugli organi di informazione, allo scopo di ricordare soprattutto a se stessi di esistere politicamente. Quanto dichiarato ieri, però, ha del farsesco”. Così l’incipit della replica del sindaco Nicola Travaglini alle dichiarazioni rese in conferenza stampa da esponenti dell’Italia dei valori. Una lunga lettera quella scritta dal primo cittadino, alla guida di Montenero dallo scorso aprile, quando vinse le elezioni grazie a una lista nata dalla fusione di elementi di centrodestra (sua parte politica) e centrosinistra (maggioranza uscente). Una vittoria che suscitava clamore anche in ambito nazionale, poiché a perdere era Antonio Di Pietro nel suo paese. Ma nasceva una maggioranza che, secondo l’Idv, non avrebbe finora fatto nulla e che addirittura starebbe per spaccarsi. Travaglini replica punto per punto.
“Sull’argomento riguardante la torre di Montebello – scrive il sindaco - voglio dire che la somma stanziata all’epoca in cui era ministro Antonio Di Pietro si era resa indisponibile; i soldi sono stati nuovamente stanziati grazie all’interessamento specifico di questa amministrazione comunale, del presidente della Regione Molise Michele Iorio e del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Quanto affermato ieri su tale argomento dal duo Di Pietro–Contucci è la riprova della messa in atto di un puro sciacallaggio politico, in quanto hanno dimostrato ancora una volta essi stessi di non sapere nulla circa l’evoluzione di questa vicenda. Secondo punto. I rappresentanti dell’Idv dicevano fino a ieri che l’Adsl a Montenero non sarebbe mai arrivata, che il Comune non aveva fatto la convenzione e che non c’erano i soldi: i fatti dicono invece che l’attuale amministrazione ha voluto fortemente l’Adsl e ha lavorato alacremente per sbloccare i problemi che si erano venuti a creare con le Ferrovie e con la società Autostrade. Per quanto concerne invece l’operato del vice sindaco Giuseppe Di Pinto esprimo nei suoi confronti un pubblico elogio per il lavoro che egli ha condotto, per la sua grande efficienza, per i risultati ottenuti nell’Estate montenerese e per i servizi dati alla Costa Verde in tempi brevissimi”.
Travaglini risponde, e rilancia, anche sull’argomento politicamente più scottante emerso nell’incontro dell’Idv con la stampa. “In merito alle illazioni lanciate ieri circa fantomatici scricchiolii di questa amministrazione – le parole del sindaco -, affermo con certezza che la maggioranza è in ottima salute, è super-unita, condivide quotidianamente qualsiasi scelta e, a differenza di quanto dice Cristiano Di Pietro con palese disonestà politica, corre un unico rischio: quello di aumentare di numero, in quanto ci sono ben due consiglieri di minoranza che vogliono entrare nella maggioranza. Se c’è quindi un gruppo che scricchiola, questo è sicuramente il famoso partito della transumanza Idv. Constato infatti con tristezza che il gruppo dell’Idv si è praticamente dissolto: esso infatti era partito in cinque, poi è passato a quattro, successivamente a tre, poi a due e, alla fine dei conti, è rimasto con un solo componente (Cristiano Di Pietro), affiancato dall’anonima Contucci al solo fine di dare la parvenza di un nutrito entourage ormai disfatto. Infine sono più che mai cosciente di non poter accettare critiche da chi, come Simona Contucci, non risiede a Montenero, non sa nulla di questo paese, non ricopre alcuna carica istituzionale e che invece continua imperterrita a fornire dati distorti e non rispondenti minimamente alla realtà, confermando ad ogni apparizione pubblica l’inutilità del ruolo che le è stato cucito addosso”. R.d’A.

Il Quotidiano del Molise 9 settembre 2010




>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j