Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

INDAGATA A MANTOVA COORDINATRICE PROVINCIALE IDV.

Firme false, indagati anche Soragna e Zampriolo
13 ottobre 2010

Firme false, indagati anche Soragna e Zampriolo

Con Benedetta Graziano, dell'Idv, sono indagate altre due persone per le firme false su alcune liste delle comunali 2010. Si tratta di Danilo Soragna, Pdl, presidente di Aspef ed ex capo di gabinetto del sindaco Sodano, e di Marco Zampriolo, consigliere provinciale dell'Udc.


MANTOVA. Con Benedetta Graziano, leader mantovana dell'Italia dei valori, sono indagate altre due persone per la vicenda delle presunte firme false apposte su alcune liste delle scorse elezioni comunali nel capoluogo. Si tratta di Danilo Soragna del Pdl, attuale presidente di Aspef e sino a qualche giorno fa capo di gabinetto del sindaco Nicola Sodano, e di Marco Zampriolo, consigliere provinciale dell'Udc e assessore a Goito. A tutti la Procura di Mantova ha contestato il reato di falso ideologico. Altre due persone, accusate dello stesso reato, hanno patteggiato. 


LA GRAZIANO LASCIA. Benedetta Graziano, coordinatore provinciale dell'Italia dei Valori di Mantova, si è autosospesa dall'incarico con una lettera inviata ad Antonio Di Pietro.

La consigliere comunale è indagata nell'inchiesta della Procura sulle firme false per la presentazione delle liste alle elezioni comunali di marzo 2010. Ha ricevuto un avviso di conclusione delle indagini dalla Procura e ha deciso pertanto di lasciare l'incarico nel partito e, per quanto riguarda la sua presenza in consiglio, di aderire al gruppo misto.

La Graziano si dice estranea a qualsiasi irregolarità legata alla presentazione delle 137 firme risultate false e di attendere con fiducia la fine dell'inchiesta. L'avviso di conclusione delle indagini dà ora alla Graziano trenta giorni di tempo per presentare le sue controdeduzioni. A quel punto, la Procura  presenterà le sue richieste: rinvio a giudizio o proscioglimento.

La vicenda deflagrò a Mantova alcuni giorni prima del voto. La lista del Patto Nuovo di Antonino Zaniboni (ex Pd) presentò un esposto alla magistratura chiedendo di indagare sulla autenticità delle firme necessarie per la presentazione di una lista alle elezioni amministrative. L'inchiesta ha portato all'emissione di quattro avvisi di garanzia, uno dei quali proprio dell'ex coordinatrice mantovana dell'Idv.


http://gazzettadimantova.gelocal.it/cronaca/2010/10/13/news/firme-false-indagati-anche-soragna-e-zampriolo-2509901



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j