Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

TOSCANA. IDV SPACCATO AL CONGRESSO REGIONALE.



Idv spaccato, la spunta Evangelisti
Pisa: confermato segretario al congresso regionale. Cresci (FOTO) raggiunge il 40%


L’ITALIA dei Valori toscana ha
un nuovo segretario: Fabio Evangelisti.
Anzi, un vecchio segretario,
quello uscente. L’uomo del
potere consolidato, da anni titolare
di un seggio a Montecitorio e
riconfermato dal congresso regionale
a Pisa ma con uno scarto inferiore
alle sue aspettative, intorno
al 60%. Lo sfidante Alessandro
Cresci, dunque, per ora resta al paloma
dopo aver lasciato tracce pesanti
in un partito che resta profondamente
diviso. Eletti anche
Clotilde Giurleo, responsabile del
dipartimento donne, e Andrea
Spinelli responsabile dei giovani
Al di là del verdetto ufficiale, c’è
una vittoria di cui tutti possono
andare orgogliosi: è stato un dibattito
acceso ma corretto e soprattutto
sempre orientato sui binari
della politica. Niente scivoloni
di cattivo gusto, insomma, come
alla vigilia quando la contesa
si era spostata sul piano personale
con le accuse a Cresci di non aver
fatto outing sulla propria omosessualità.
E tantomeno le risse che
in molti temevano. Al massimo
una divagazione comica, si fa per
dire, quando il garante dell’assise
smaschera il doppiogiochismo di
Aurelio Donzella, capogruppo al
Comune di Prato, che giovedì
scorso aveva firmato la sua candidatura
nella lista Evangelisti e venerdì
quella nella lista Cresci (alla
fine ha scelto la seconda).
Per il resto organizzazione perfetta
e famiglie intere come alla gita
fuori porta, nonostante il cielo cupo
e un albergo che pur corredato
da sala giochi e Casinò non è immerso
nel luccichio di Las Vegas
ma nella Darsena pisana. L’unica
nota stonata sono i numeri. Su
2050 iscritti che l’Idv conta in Toscana,
e aventi diritto a partecipare
al congresso, ne arrivano poco
più di un terzo (782) e prima del
buffet, mentre i contendenti si
stanno già sfidando, in platea non
se ne contano più di 300.
Certo, succede dovunque che farfalle
al salmone e mozzarelline
fritte muovano più iscritti del dibattito
politico. Ma in questo caso
si tratta di un partito giovane e
per di più in ebollizione quindi
era logico aspettarsi che l’entusiasmo
o la rabbia, dipende dai punti
di vista, avessero la meglio
sull’indifferenza. Invece no ed è
un dettaglio da non sottovalutare:
non solo perché si aggiunge a molti
altri dettagli che rendono il popolo
dipietrista uguale a tutti gli
altri, checché ne dica il grande capo,
ma anche perché con certi numeri
e con questo stato d’animo
non sarà facile gestire la situazione
in vista delle amministrative
2011.
TONO pacato, sorriso sornione,
abbigliamento da relax in poltrona
davanti al caminetto, Fabio
Evangelisti seduce i delegati
con il classico discorso da
politico consumato, che trasuda
sicurezza, dove citazioni letterarie
e americanismi si fondono alla
perfezione con il fascino delle immagini,
dal “lungo viaggio attraverso
la regione” per arrivare fin
qui alla conclusione sospirata ad
arte: “i semi delle idee sono stati
sparsi, ora sta a noi trasformarli
in buon raccolto”. L’Alessandro
Cresci (a sinistra) invece cita i
vecchi abbandonati sulle panchine,
gli autobus che non funzionano,
gli asili nido che scarseggiano,
i nuovi poveri che si moltiplicano.
Lo fa arringando la folla da pasionario,
addentando le due anime
di cui si nutre la ribellione:
quella dei militanti in prima fila
da anni e poi, al momento delle
nomine, sbattuti sempre dietro a
qualcun altro e quella di chi chiede
un contatto più stretto con i cittadini,
più investimenti sul territorio
affinché le radici possano finalmente
affondarci. Una sfida
che c’azzecca, anche dopo il voto,


>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j