Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

CASINI, MOZIONE DI SFIDUCIA: "DI PIETRO COME AL SOLITO LAVORA PER BERLUSCONI"

Tiscali politica 

09 novembre 2010

Governo, Pier Ferdinando Casini: premier galleggiatore, porti la crisi in Parlamento

di Apcom
Roma, 9 nov. (Apcom) - Silvio Berlusconi? Un "galleggiatore" che, prima se ne andrà, e prima consentirà all'Italia di risolvere la crisi. Non con un "governicchio", ma con un esecutivo di spessore che raccolga le "forze migliori del Paese", almeno secondo il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, che chiede a gran voce di "portare la crisi di governo in Parlamento, perchè una crisi extraparlamentare sta creando un grave vulnus alle istituzioni" di un Paese fatto "di cani rabbiosi", tutti contro tutti.
 
"Prima si fa la crisi, prima si risolvono i problemi" - "Prima si fa la crisi - ha infatti dichiarato il leader dell'Udc a margine di un convegno organizzato a San Macuto da Enzo Carra e Renzo Lusetti - prima risolveremo i problemi del Paese. Un governicchio non serve e nessuno. Ormai mi sono stancato di ripeterlo: è ovvio che qualsiasi passaggio deve preliminarmente prevedere le dimissioni del governo".
 
Sulla mozione di sfiducia che l'Idv sta preparando contro il presidente del Consiglio, però, Casini sostiene che "anche in questo caso Di Pietro sta lavorando per Berlusconi".
 
"Necessario un governo di solidarietà nazionale" - Parlando questa mattina alla platea di centristi, l'ex presidente della Camera ha comunque ribadito più volte la necessità di un governo di vera solidarietà nazionale, la cui attuazione sarà però possibile solo dopo che "la legge di stabilità deve essere messa al sicuro. Mettiamo i conti pubblici al riparo dai giochi della politica e poi diamo vita ad una fase diversa". Questo perchè, ha spiegato, "dobbiamo riconoscere che la fine di Berlusconi senza una alternativa credibile aprirebbe una stagione delicata perchè rappresenterebbe una ulteriore mazzata alle speranze del nostro paese e che ha confidato prima nella seconda Repubblica e poi nell'attuale premier. C'è il rischio - ha detto - che ci sia un aumento del fenomeno del rifiuto del voto, che cresca la disillusione politica anche a causa della crisi".
 
"Bisogna parlare il linguaggio della verità" - "La gente - ha aggiunto Casini - ha paura per i propri figli, e da molti anni a questa parte non ricevevo tante lettere di aiuto come accade dagli ultimi mesi". "L'Italia - ha quindi concluso Casini - ha bisogno di un governo di solidarietà nazionale vera" e "un presidente del Consiglio che parli il linguaggio della verità, della responsabilità e della impopolarità".


>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j