Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. CiĆ² che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

RAZZI A DI PIETRO: "NON HAI VOLUTO ESSERE LEALE, HO RICEVUTO SOLO MORTIFICAZIONI"

9 dicembre 2010

Rissa alla Camera tra Idv e Noi Sud: il video

Violento litigio tra i deputati Stefano Pedica e Arturo Iannaccone per il passaggio di Antonio Razzi dall'Italia dei Valori a Noi Sud. I due non si sono risparmiati le reciproche accuse a margine della conferenza, nella sala stampa di Montecitorio, in cui il parlamentare eletto nella circoscrizione Estero ha annunciato il suo trasferimento. ''Trasformisti'', ''vergogna'', ''a quattro giorni dal voto sulla fiducia al governo questa non e' una scelta politica'', ha attaccato il dipietrista Pedica seduto tra i giornalisti.

IL VIDEO

COMMENTA

''Questo e' squadrismo politico, lei non merita di sedere in Parlamento'', e' stata la risposta di Iannaccone, che di Noi Sud e' il segretario nazionale. ''Dite quello che avete promesso a Razzi'', ha urlato ancora Pedica. ''Vai a fare il magistrato da un'altra parte'', ha ribattuto il vicesegretario nazionale di Noi Sud, Elio Belcastro, con lo stesso tono, mentre Iannaccone e' sceso dal banco della conferenza e ha proseguito il litigio a tu per tu con Pedica, di fronte alla squadra preoccupato dei commessi della Camera, pronti a intervenire nel caso la discussione fosse degenerata.

RAZZI SCRIVE A DI PIETRO

Intanto, Antonio Razzi, il deputato che ha lasciato l'Italia dei Valori per aderire al gruppo misto 'Noi Sud', scrive al suo ex leader Antonio Di Pietro. ''Non rinnego lo spirito con cui ho lavorato - si legge nella lettera - ma, dato che non hai saputo o voluto essere leale, ho deciso di non fare piu' parte della tua squadra''.

Perche' ''da te, caro Antonio, ho ricevuto solo mortificazioni''. ''Ho sopportato la tua indifferenza ai miei sforzi di essere all'altezza, le mortificazioni e le offese piu' o meno esplicite sul mio conto'', e' un altro passaggio della lettera di Razzi, per il quale gli anni con l'ex magistrato ''hanno rappresentato solo sofferenze e mia moglie ne sa qualcosa per essersi ammalata a causa delle mortificazioni procuratemi dal tuo comportamento''. ''Caro Antonio, non sono Pietro Micca. Non sono quello che lancia la stampella contro il nemico e decide di soccombere'', aggiunge Razzi confondendo il militare sabaudo che si fece saltare in aria per impedire ai francesi di conquistare Torino nel 1706 con Enrico Toti, eroe italiano della Prima guerra mondiale.

''Quello che pero' non accetto - e' lo sfogo del parlamentare - e' la convinzione che tu hai di essere al di sopra dell'uomo Razzi, sempre e comunque, dimenticando che quest'uomo ha vissuto una vita, una sola moglie, creato una famiglia, avuto dei figli e oggi ha dei nipoti''.








>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j