Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO: SBRAITARE PER SOPRAVVIVERE... IN TV. FINI ROVINA LO SHOW : "QUI NON C'E' DITTATURA"

Corriere della Sera.it
25 febbraio 2011

Di Pietro: «Berlusconi come Gheddafi»
Fini lo riprende: «Qui non c'è dittatura»

Il leader dell'Idv: «Abbiamo il dovere di liberarcene, è del tutto simile al governo libico»

MILANO- Fini che difende Berlusconi è qualcosa a cui non si assisteva da un po' di tempo. E' successo però in mattinata durante le dichiarazioni di voto sul milleproroghe, approvato dall'assemblea di Montecitorio dopo il voto di fiducia all'esecutivo. Il presidente della Camera è intervenuto per chiedere più moderazione al leader dell'Italia dei Valori che nel suo intervento stava attaccando duramente Palazzo Chigi. «Questo governo - ha dettoAntonio Di Pietro - ormai è chiaro, è come il governo di Gheddafi e noi abbiamo il dovere di liberarcene dato che è del tutto simile al governo libico». Parole che a Gianfranco Fini non sono proprio piaciute: «Onorevole Di Pietro, mi permetto di intervenire irritualmente perché, specie in giorni come questi, non si possono fare paragoni di questo tipo. Questo non è il governo di una feroce dittatura». Di Pietro era tornato anche sulla vicenda della compravendita di parlamentari, tornata alla ribalta dopo le dichiarazioni del deputato Gino Bucchino che aveva detto di avere ricevuto un'offerta di 150 mila euro in cambio del suo passaggio dal Pd all'area della maggioranza. L'ex pm si era rivolto ai cittadini «visto che questo Parlamento non farà mai cadere Berlusconi» e aveva detto: «Queste persone si debbono vergognare. Ci sono fatti gravissimi che abbiamo segnalato alla magistratura. Reati che si stanno consumando e che non possono essere "identificati" solo perché non è un reato la vendita della funzione parlamentare. Voi potete mandare a casa Berlusconi perché lui non si dimetterà mai, perché non potete chiedere ad Alì Babà di consegnare la chiave della cassaforte».

FINI: «COSE MAI VISTE» - Il presidente della Camera aveva però bacchettato anche il governo: «La seduta non può riprendere finché il governo non è seduto e la prego di riferire al ministro per i Rapporti con il Parlamento che è senza precedenti quello che sta accadendo quest'oggi» aveva detto a Laura Ravetto, sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento, al suo rientro in Aula dopo la sospensione della seduta , decisa da Fini proprio per l'assenza del rappresentante dell'esecutivo nell'emiciclo.

«SITUAZIONE INSOSTENIBILE» - La presa di posizione in difesa dell'esecutivo dagli attacchi di Di Pietro non è bastata a Fini per evitare la successiva reprimenda di Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera. «La situazione è istituzionalmente insostenibile - ha detto il leader pidiellino prendendo la parola per le dichiarazioni di voto - e lei si trova in una situazione di contrasto tra l'essere presidente della Camera e leader politico».

BOSSI: «GOVERNO STABILE» - Il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, ha invece detto che «il governo va bene, va avanti». Parlando con i giornalisti a Montecitorio, il Senatur ha detto che «il governo è forte e va avanti. Ha i numeri e ce la farà».



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j