Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

DI PIETRO ALLA 'CAMPAGNA DI LIBIA', CON UN CONSIGLIERE REGIONALE (IDV) OSPITE DI GHEDDAFI.


08-03-11
LIBIA: DI PIETRO, IN ATTO GENOCIDIO. OCCORRE FERMARE DESPOTA

Roma, 8 mar - ''E' un dovere dell'Unione europea farsi carico nel suo complesso del problema libico. Infatti, quella frontiera sul Mediterraneo non rappresenta solo il confine con l'Italia, ma con tutto il mondo occidentale.

Bisogna aiutare i profughi e i disperati e fermare e punire il despota, quel personaggio che, pur di rimanere al potere, sta attuando un vero e proprio genocidio''. E' quanto afferma il presidente dell'IdV, Antonio Di Pietro.

http://www.asca.it/news-LIBIA__DI_PIETRO__IN_ATTO_GENOCIDIO__OCCORRE_FERMARE_DESPOTA-996802-ORA-.html


REPORTER.IT         24.06.2010

Nella tenda con Gheddafi

di Gabriele Cantarelli Immagine Nella tenda con GheddafiMatteo Riva

Continua il viaggio di Reporter alla scoperta dei 40 consiglieri comunali reggiani. Il protagonista di questa settimana è Matteo Riva, 41 anni, sposato con due figli, originario di Casina ma da tempo residente in città. Riva è un "globetrotter" della politica: ha iniziato a conoscere il palazzo come segretario dello zio onorevole e ministro Guido Folloni (Dc-Ppi-Cdu). Dopo un'esperienza di lista civica nel comune natale è approdato in Sala Tricolore dove ha militato in diverse formazioni prima di approdare all'Italia dei Valori. Dallo scorso marzo è anche consigliere regionale.
Riva, lei è accusato di cambiare partito con troppa disinvoltura. Cosa risponde a quest'accusa?
"Che ho fatto un mio percorso politico alla luce del sole premiato dagli elettori".
Qual è il segreto per prendere tanti voti?
"Ascoltare tutti cercando di portare il mio contributo per il bene della comunità".
Ora è stato eletto con oltre 900 preferenze anche in Regione...
"Sì, ma il primo impatto con la Regione non è stato positivo. La sede è fuori dalla città, vicina alla tangenziale. Mette tristezza. Ci andrò lo stretto indispensabile, intanto mi sono già impegnato per abbattere i privilegi e i costi della politica, a cominciare dagli scandalosi vitalizi agli ex consiglieri".
Parla come se fosse dipietrista da sempre...
"Sono un anti-berlusconiano convinto. E l'Idv in questo momento è il partito più anti-berlusconiano che conosco".
Quando ha iniziato a fare politica?
"Dopo la maturità classica sono andato due anni a Città del Messico per un progetto di cooperazione internazionale. Al mio ritorno ho iniziato a insegnare religione al Classico. Lì ho incontrato Guido Folloni, che insegnava anche lui religione".
Scusi, ma non era suo zio?
"Chi, Folloni? Sì, ha sposato la sorella di mia madre. Ma io l'ho conosciuto bene solo in quegli anni al liceo".
Con lui ha conosciuto i palazzi romani.
"Nel 1994 Folloni fu eletto deputato del Ppi. Andai con lui a Roma come segretario. E rimasi al suo fianco anche quando passò nel Cdu di Buttiglione diventando ministro nel Governo D'Alema. Al mio ritorno fui eletto in consiglio comunale a Casina con una lista civica di area cattolica. Il mio percorso stato è autonomo rispetto a quello di Folloni".
Un voto a Delrio?
"Sei per la prima legislatura, sette e mezzo per la seconda. Lo trovo molto migliorato".
Il consigliere comunale più simpatico?
"Non confondo mai l'amicizia con la politica, la vita pubblica con quella privata".
Ci dia uno scoop sul Matteo Riva segreto?
"Da alcuni giorni ho smesso di fumare. Dopo 20 anni, così, senza libri o motivi particolari. Per il momento resisto..."
Dicono che lei sia un grande viaggiatore...
"Viaggiare è la mia più grande passione. Ho perso il conto di quanti viaggi ho fatto. Sono stato in Sudamerica e in Asia, anche nei posti più lontani culturalmente, come l'Iran e la Corea del Nord".
Però, bei posticini...
"Eppure le dirò che in quei luoghi si respira più libertà che qui in Italia"
Dice davvero?
"Certo. Là almeno il nemico lo riconosci, sai chi è. La libertà in quei luoghi è repressa nel sangue, da noi è repressa in altre forme non meno subdole, penso ai ricatti e ai controlli".
La sua missione in Libia destò qualche polemica. Ci tornerebbe?
"Certo, perché no. Ero là per lavoro. Mi occupo di consulenze per aziende reggiane e fino a prova contraria la Libia ha il 5% di Unicredit, quindi riguarda un po' tutti. E poi ho conosciuto Gheddafi di persona".
E' entrato nella tenda con lui?
"Certo, ma non c'erano le amazzoni. Quelle le porta solo quando va all'estero. Lui invece non si toglie mai gli occhiali da sole. E in quella tenda si moriva dal caldo".
A quando il prossimo viaggio?
"Mi piacerebbe andare in Africa, nell'Africa nera".
A quando il prossimo partito?
"Tranquilli, resto nell'Idv. Almeno finché ci sarà Berlusconi. Poi si vedrà..."

http://www.reporter.it/d7117/reporter/2010026/nella_tenda_con_gheddafi.html





26 agosto 2010

LA POLEMICA Visita di Gheddafi, bufera su un consulente dell’Idv

di Elisabetta Tedeschi

L’amicizia Italia-Libia, e la visita di Gheddafi a Roma il prossimo 30 agosto, con tanto di cena, causa le scintille, questa volta a sinistra. Il motivo? Il lavoro del consigliere regionale e comunale dell’Idv, Matteo Riva, che, nella sua veste di titolare della Riva & Partner, si occupa di consulenze aziendali e finanziarie. E proprio per questo motivo compare tra i partner economici di Isiamed, ovvero l’istituto italiano per l’Asia e il Mediterraneo, che intrattiene rapporti politici ed economici con paesi come, appunto, la Libia, ma anche l’Iran e la Corea del Nord. Presidente di Isiamed è lo zio di Riva, Gian Guido Folloni, già parlamentare dc, senza dimenticare che, lo scorso anno, fu proprio lo stesso consigliere dipietrista ad organizzare una trasferta in quel di Tripoli di imprenditori reggiani, che suscitò letteralmente un vespaio.A partire con le polemiche, questa volta, sono stati gli esponenti del Movimento regionale a 5 stelle, che, sul proprio sito Internet, sparano a pallettoni. «Il consigliere regionale Idv Matteo Riva intrattiene rapporti di lavoro politico-economici col regime della Libia, nonostante le parole di Antonio Di Pietro, apertamente critico nei confronti di Gheddafi. I diritti umani e la democrazia sono per il Movimento 5 Stelle una condizione imprescindibile per una economia sostenibile. Con i paesi dittatoriali non dovrebbe essere ammissibile fare affari. Su questo non si possono fare sconti».Ma cosa pensano della questione all’interno del partito reggiano, dove Riva è stato recentemente protagonista di una querelle al calor bianco in occasione delle assise provinciali? La compagna di banco in Regione, la coordinatrice provinciale dell’Idv Liana Barbati, che notoriamente non è tenera con Riva, cerca di essere quanto meno cauta: «Riva è maggiorenne e responsabile delle proprie azioni. In merito alla figura di Gheddafi, il partito ha espresso una posizione chiara, di condanna, che condivido. Certamente io, anche se fossi stata invitata, a cena con lui non ci andrei». Ed ecco, sul far della sera, il colpo di scena. E’ lo stesso Riva, interpellato dal nostro giornale, a dichiararlo a chiare lettere: «Non andrò a cena con Gheddafi. L’invito, è vero, è arrivato, non a me personalmente, ma alla Riva & Partner, ed è pervenuto direttamente dalla Presidenza del Consiglio. Sicuramente prenderà parte alla serata un collaboratore dello studio, però io non parteciperò, anche per evitare polemiche o strumentalizzazioni».

http://cerca.unita.it/data/PDF0115/PDF0115/text13/fork/ref/10238jf8.HTM



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j