Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

IDV PIEMONTE TUTTI CONTRO TUTTI: L'ON. CAMBURSANO SI AUTOSOSPENDE DAL PARTITO.

Venerdì 18 Marzo 2011
Italia dei livori, avvisi di garanzia per Cambursano e altri dipietristi

Il procedimento avviato dall'ex segretario regionale Buquicchio per diffamazione. Il deputato si autosospende dal partito

E’ bufera sull’Italia dei Valori in Piemonte, sempre più vessata da lotte intestine e da un clima da tutti contro tutti. Il partito dell’ex pm Antonio Di Pietro è, per una paradossale legge del contrappasso, nelle mani dei giudici: tre procedimenti in corso (uno amministrativo, due penali) tra i suoi leader, e tre inviti a comparire in aula, indirizzati rispettivamente al parlamentareRenato Cambursano (nella foto con Cursio), alla segretaria provinciale Mariacristina Spinosa e al coordinatore cittadino Antonio Punzurudu. Cambursano, addirittura, si è appena autosospeso dal partito (rimarrà, però, nel gruppo di Idv in Parlamento).

 

Gli avvisi di garanzia riguardano un procedimento per diffamazione intentato da Andrea Buiquicchio, cui fu imputata dai suoi avversari politici (e ora anche giudiziari) scarsa trasparenza nella gestione dei bilanci di partito, quando era lui a guidarlo a livello regionale. Le accuse furono rese pubbliche e lui reagì per via giudiziaria. Dopo le indagini, i magistrati hanno deciso di procedere e gli accusati saranno costretti a difendersi.

E dire che la guerra di ricorsi e querele, scaturita dopo l’esito del congresso regionale tra Buquicchio (nella foto in moto con DipIetro) e i nuovi capi del partito, sembrava essersi almeno momentaneamente placata con l’arrivo da Roma del commissario Ivan Rota. In pochi giorni, però, la situazione è nuovamente precipitata. Anche il ricorso civile, promosso sempre da Buquicchio contro l’esito del congresso regionale, resta in piedi, nonostante le pressioni da Roma e da don Tonino in persona per metterci una pietra sopra. Mentre si stanno ancora svolgendo le indagini per l’ultimo procedimento promosso dal capogruppo regionale: quello contro il collega a Palazzo Lascaris, Luigi Cursio, reo, a suo sindacabile giudizio, di aver con troppa disinvoltura moltiplicato tessere per ottenere la maggioranza all’interno del partito e vincere le competizioni congressuali.

 

Gli avvisi di garanzia sarebbero giunti in questi giorni, ma per ora, Cambursano a parte, non hanno provocato altri passi indietro (neppure simbolici) da parte dei destinatari, anzi. La Spinosa, per esempio, tira dritto verso la rincorsa alla terza cadrega (candidata per un posto in Sala Rossa, dopo l’elezione alla segreteria provinciale del partito e la nomina ad assessore a Venaria) e Punzurudu resta ben saldo nel suo ruolo a capo del partito cittadino. Resta da capire, alla luce di quanto sta accadendo, come si muoverà il leader nazionale Antonio Di Pietro, sempre più preoccupato – pare - di un partito-polveriera che rischia di esplodere da un giorno all’altro.


http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=2&id=1113



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j