Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
   
News by Dire
Rassegna stampa a cura di Francesco Ferrari

CRITICHE DI PAOLO FLORES D'ARCAIS A DI PIETRO

Critiche di Flores d’Arcais a Di Pietro: “È ora di cambiare”


Sono infatti convinto che le esitazioni e titubanze che filtrano anche tra chi condivide “toto corde” la tua opposizione  siano dovute  all’orizzonte politicamente opaco in cui esse finiscono per collocarsi, orizzonte del quale – questo sì – tu sei pienamente responsabile. 

Mi riferisco alla situazione del tuo partito, l’Italia dei valori, che malgrado ogni promessa in contrario, continua ad essere il TUO PERSONALE partito, affidato a livello locale, nella schiacciante maggioranza delle regioni, a manipoli di yes mendal pedigree etico-politico fitto quasi esclusivamente di transumanze da una forza politica all’altra (con statistica prevalenza di trascorsi mastelliani), che con la loro ottusa instancabilità burocratica e il loro alacre opportunismo talvolta soffiano la “pole position” alle locali nomenklature Pd, e comunque costituiscono il muro di gomma che scoraggia l’iscrizione al partito di decine di migliaia di nuovi militanti 

 le fanfare con cui annunciavi un grande congresso che desse un seguito esponenziale a quel rinnovamento si sono dimostrate “promesse da marinaio”. E forse peggio, visto che il congresso dell’Idv ha costituito uno spettacolo imbarazzante di diseducazione alla democrazia, fino al momento clou del trombonismo con l’impresentabile De Luca, in cui hai dato davvero il peggio di te. 

Da allora, le risposte che hai dato alle critiche (non solo mie, non solo di MicroMega, non solo di questo giornale) hanno sempre più avuto la struttura della giaculatoria. Che il rinnovamento c’era stato eccome, che anche da un passato mastelliano ci si può redimere, eccetera. E intanto a livello locale non cambiava nulla, e lo scarto tra i motivi di simpatia e consenso elettorale per le scelte nazionali e la delusione per il piccolo cabotaggio e l’arrivismo locale non ha fatto che allargarsi. E ha cominciato a trasformarsi anche in sconfitte elettorali. 



>


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"

 

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j